Home Non solo Cani e Gatti Come calmare un coniglio: i passaggi per tranquillizzarlo

Come calmare un coniglio: i passaggi per tranquillizzarlo

Il tuo piccolo mammifero ha paura, è aggressivo o è semplicemente nervoso? Ecco alcuni consigli su come calmare un coniglio.

come calmare un coniglio
(Foto Adobe Stock)

I conigli, nonostante si pensi siano animali facili da gestire, possono come ogni altro animale domestico avere paura, diventare aggressivi e anche essere nervosi.

Tutte queste situazioni ovviamente possono provocare danni alla salute del vostro piccolo amico peloso, per questo sarebbe opportuno saper tranquillizzare il piccolo mammifero. Vediamo qui di seguito tutti i consigli per calmare un coniglio.

Come tranquillizzare un coniglio

Sebbene prendersi cura di un coniglio non sia difficile, rispetto ad un cane, gestire un coniglio nervoso, aggressivo o impaurito non è del tutto facile.

Encefalitozoonosi nel coniglio
(Foto Pinterest)

I conigli sono piccoli animali che possono spaventarsi facilmente a causa di suoni forti o movimenti strani, a volte anche alcuni odori potrebbero spaventarli.

Quando ciò accade, potrebbe essere molto importante l’aiuto del suo umano. D’altronde è risaputo che ci vuole tempo prima di conquistarsi la fiducia di questo piccolo mammifero, quindi una volta ottenuta il coniglio si aspetta protezione e aiuto da parte del suo umano.

Come capire se il coniglio ha bisogno di aiuto? Se notate il vostro piccolo roditore che batte le zampe posteriori, che si stende a terra o che ha una postura rigida e attenta significa che ha paura e ha bisogno di aiuto.

Ricordate che un coniglio troppo spaventato potrebbe avere anche un infarto quindi sarebbe opportuno tranquillizzarlo il prima possibile. Inoltre un coniglio spaventato potrebbe anche diventare aggressivo, per questo è necessario stare attenti.

Potrebbe interessarti anche: Perché il coniglio non mangia fieno? I motivi e cosa fare

Calmare il coniglio: i vari passaggi

La prima cosa da fare per tranquillizzare un coniglio è portare quest’ultimo in un luogo familiare, un ambiente che lui considera sicuro. Inoltre sarebbe opportuno procurargli un nascondiglio, in modo tale che il piccolo mammifero possa sentirsi più al sicuro nascondendosi.

come insegnare al coniglio a venire quando lo chiami
(Foto Adobe Stock)

Il secondo passaggio per calmare l’animale consiste nell’accarezzare il coniglio. Nel caso in cui quest’ultimo sia in allerta potreste provare ad accarezzarlo sulla fronte e dietro le orecchie.

Se invece il piccolo mammifero non è in allerta potete provare a calmarlo prendendo il coniglio in braccio e accarezzandolo sulla schiena, inoltre potreste provare anche a coprire con le mani delicatamente i suoi occhi. È opportuno mentre si accarezza l’animale, parlargli con un tono calmo e dolce.

Se il coniglio si calma in questo modo è consigliato tenere sotto controllo il piccolo mammifero per essere sicuri che stia davvero bene.

Nel caso in cui il coniglio, nonostante le carezze non si tranquillizza, è necessario distrarlo da ciò che lo ha spaventato. Come? Basta semplicemente offrire al piccolo mammifero una delle sue leccornie preferite, o anche il suo giochino preferito.

Inoltre potreste dare al vostro piccolo mammifero un puzzle alimentare, in modo tale che l’animale dovrà concentrarsi per capire come prendere il premio dal giochino.

Potrebbe interessarti anche: Accessori per il coniglio: come scegliere giochi, trasportini, gabbie

Se anche questo metodo risulta inutile, resta soltanto capire cos’è che rende il vostro coniglio così spaventato. Per capirlo è necessario guardare con la prospettiva del vostro animale tutto ciò che c’è intorno a lui:

  • Nuovi oggetti;
  • Suoni non familiari;
  • Profumi non familiari.

Una volta individuata la causa che spaventa il coniglio, basta semplicemente allontanare l’oggetto dal coniglio o viceversa. In questo modo il vostro piccolo mammifero si tranquillizzerà.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Marianna Durante