Home Non solo Cani e Gatti Convivenza tra tartaruga e coniglio: cosa sapere prima di farli vivere insieme

Convivenza tra tartaruga e coniglio: cosa sapere prima di farli vivere insieme

Pensi che la convivenza tra una tartaruga e un coniglio sia una buona idea? Ecco cosa dovresti sapere prima di sperimentarne una.

Convivenza tra tartaruga e coniglio
(Foto AdobeStock)

Ti piacerebbe tanto vivere in una casa con tutti i tuoi animali in perfetta armonia? Bellissimo sogno che però potrebbe non diventare una ‘semplice’ realtà. Infatti sperimentare una convivenza come quella tra tartaruga e coniglio non sempre dà i risultati sperati, e per una serie di motivi. Ecco cosa dovresti sapere prima di provare a convivere con un lagomorfo e una tarta.

Le tartarughe coinquiline ideali? Tutta la verità

Spesso chi adotta una tartaruga ha già in casa un altro animale o ha intenzione di adottarne uno, ma non sempre le convivenza risultano una scelta molto felice. Pensiamo ad esempio ad un cane e una tartaruga che si ritrovano a condividere gli stessi spazi.

animale domestico giusto per te
(Foto iStock)

Il nostro amico Fido in realtà potrebbe essere una concreta minaccia per la nostra testuggine, poiché le vedono semplicemente come cibo e mangiano la parte morbida che fuoriesce dalla corazza (esattamente come un osso con la sua carne).

Con il micio invece il discorso pare sia molto diverso. I due animali possono essere perfettamente compatibili e anzi essere anche complici contro i topi: infatti se questi ultimi rappresentano una minaccia per le testuggini, per il gatto di casa rappresentano la preda ideale.

Potrebbe interessarti anche: Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla convivenza tra tartarughe, cani e gatti

Convivenza tartaruga e coniglio: cosa dicono i padroni

In realtà non esiste una legge precisa o nozioni da esperti che regolano la convivenza tra queste due specie di animali così diversi. Di certo l’uno è incuriosito dall’altro, in modo particolare la tartaruga, che spesso trascinandosi lentamente sulle sue zampe, raggiunge la coda del povero coniglio per morderla.

Non sarà così raro dunque vedere il lagomorfo fuggire via spaventato, dopo un urlo di dolore, e una tartaruga che continua ad inseguirlo (lentamente, ovvio) con un po’ di pelo che le fuoriesce dal muso.

Il coniglio non pare il più delle volte essere spaventato e neppure intimorito dalla presenza della tarta, come se quello strano ‘oggetto’ che fuoriesce dal guscio non destasse particolarmente la sua attenzione. Ma quando riceverà il suo morso di certo tenderà a stargli alla larga.

Potrebbe interessarti anche: Qual è la differenza tra tartaruga e testuggine: ecco come capirla

Convivenza tra tartaruga e coniglio: tutti i consigli da seguire

Se già la convivenza tra testuggini maschi risulta impossibile o altamente sconsigliabile, è facile comprendere che non sarà facile accoppiarle con altri coinquilini.

Giornata delle tartarughe
(Foto Adobe Stock)

Quando si tratta di specie così diverse è opportuno evitare la condivisione di spazi comuni, ma fare in modo che ognuno abbia i suoi spazi senza ‘interferenze’.

In questo modo potrete anche lasciarli da soli, senza il rischio di trovare il coniglio con qualche ciuffo di pelo in meno.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio D’Agostino