Home Non solo Cani e Gatti Taglia l’erba in giardino e viene assalito da uno sciame di calabroni

Taglia l’erba in giardino e viene assalito da uno sciame di calabroni

CONDIVIDI
@getty

Per molte persone il peggior incubo che possa materializzarsi rappresenta l’essere attaccati da ragni od insetti. Ed è quello che domenica scorsa, di pomeriggio, è capitata ad un uomo a Bannia di Fiume Veneto, in provincia di Pordenone. Qui l’individuo è stato letteralmente assalito da uno sciame di rabbiosi calabroni. In seguito si è reso necessario il ricovero in ospedale, con svariate punture ricevute alla testa. A quanto pare la vittima si trovava nel giardino di casa sua. Approfittando del bel tempo stava perciò tagliando l’erba quando deve essere incappato in un tronco d’albero all’interno del quale avevano nidificato gli insetti.

Subito si è alzato un nugolo di calabroni, che lo ha preso di mira causandogli diverse ferite. L’ambulanza giunta sul posto lo ha subito condotto in ospedale. L’uomo è rimasto comunque cosciente in ogni minuto, nonostante il forte dolore avvertito. Ma già qualche ora dopo ha potuto fare ritorno a casa. Intanto i Vigili del Fuoco sono intervenuti a loro volta per estirpare il nido, che era stato costruito all’interno di una profonda cavità

Calabroni & co., ecco cosa fare

Ed emerge anche una statistica che ha dell’incredibile. Dopo i coccodrilli, i calabroni e gli altri insetti appartenenti alla famiglia degli Imenotteri (api, vespe, calabroni) sono gli animali che provocano il maggior numero di morti. Non tanto per il veleno che sono capaci di iniettare in alcuni casi, ma per le conseguenze di un possibile shock anafilattico. Ovviamente come tutti gli animali, anche i calabroni ed i loro simili reagiscono solo se si sentono minacciati. Per questo motivo il consiglio è quello di non infastidirli, provando a scacciarli o ad eliminarli solamente quando si è certi di colpirli.

E già se sono in più di uno è meglio lasciarli stare. Gli esperti raccomandano piuttosto di seguire gli insetti in volo per vedere dove atterrano. Questo può infatti indicare con altissime probabilità il luogo dove sorge il loro nido. Successivamente è meglio avvalersi dei Vigili del Fuoco per sopprimere la minaccia, se ci si trova in un ambiente domestico. Tornando ai coccodrilli invece, è avvenuto proprio qualche giorno fa un episodio tanto terribile quanto assurdo.

A.P.