Home Non solo Cani e Gatti Il cucciolo di rinoceronte che si addormenta con una serenata

Il cucciolo di rinoceronte che si addormenta con una serenata

CONDIVIDI

Siamo al Care for Wild Rhino Sanctuary un centro situato nei pressi di Mpumalanga in Sud Africa dedicato alla tutela dei rinoceronto. Un orfanotrofio per i rinoceronti fondato nel 2001 da Petronel Nieuwoudt, specializzato nella riabilitazione di rinoceronti orfani fino al loro reinserimento in natura. Un’opera quotidiana mirata alla protezione della specie minacciata d’estinzione, soprattutto a causa del bracconaggio e la deforestazione.

Nel centro è nato un piccolo rinoceronte che però la madre si è rifiutata di allattarlo. Lo staff del santuario si è così preso cura del cucciolo, provvedendo a nutrirlo e a dargli l’affetto necessario grazie all’opera di diversi volontari.

Tra questi, vi è un giovane uomo di nome Mark Mills, un addetto dello zoo di Monarto e che nel suo tempo libero offre il suo supporto al santuario. Mills è protagonista di un video davvero straordinario nel quale durante il suo turno per occuparsi del cucciolo di rinoceronte, ha iniziato a suonare la chitarra per farlo tranquillizzare. Un’idea che ha funzionato e nel filmato si vede l’adorabile rinoceronte che si avvicina al suo amico per sistemarsi in modo confortevole e addormentarsi al suono della chitarra. Con un post pubblicato sulla pagina facebook del santuario, lo staff ha presentato Mike come nuovo membro, sottolineando in modo ironico che il santuario ha oramai il suo “baby rhino sleep whisperer”, ovvero sussurratore per la ninna nanna dei cuccioli di rinoceronte.

Immagini davvero imperdibili che ci arrivano dall’altra parte del mondo e che ci ricordano una scena simili, quella di un veterinario del Colorado, protagonista di una serie di filmati, diventati virali sui social, che lo ritraggono mentre suona una serenata ai suoi piccoli pazienti per rassicurarli prima e dopo l’operazione. Come per gli umani, la musica ha un effetto particolare sugli animali molto sensibili ad alcune frequenze e vibrazioni. Non a caso, proprio in questi giorni ha fatto il giro del mondo il filmato di un cane che irrompe sulla scena di un concerto dell’orchestra sinfonica viennese ad Efeso in Turchia. L’animale, per nulla intimorito dagli spettatori, né tanto meno dagli orchestrali, al contrario si accuccia ai piedi del primo violinista come per apprezzare meglio la sinfonia di Mendelssohn.