Home Non solo Cani e Gatti Il lupo: caratteristiche, alimentazione e habitat dell’antenato del cane

Il lupo: caratteristiche, alimentazione e habitat dell’antenato del cane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:56
CONDIVIDI

In questo articolo tratteremo di un animale che tanto spaventa quanto affascina. Il lupo: le caratteristiche, l’alimentazione e l’habitat.

lupo
Canis Lupus è il suo nome scientifico, il lupo è un mammifero carnivoro spesso considerato un parente del cane domestico.(Foto Pixabay)

Canis Lupus è il suo nome scientifico, il lupo è un mammifero carnivoro spesso considerato un parente del cane domestico ( Canis lupus familiaris ), nonostante le sue evidenti differenze di dimensioni e comportamento. Esistono diverse specie e sottospecie di lupi che sono distribuite in diverse parti del mondo, esse sono:

  • Canis anthus.
  • Canis indica.
  • Canis Lycaon.
  • Canis himalayensis.
  • Canis lupus.
  • Canis rufus.

Caratteristiche del lupo

lupo
Si pensa che sia sopravvissuto all’era glaciale e che la specie abbia 300.000 anni. Il lupo appartiene alla specie Canis Lupus .(Foto Pixaby)

ll lupo è un animale non domestico appartenente alla famiglia dei cani (Canidae). Si pensa che sia sopravvissuto all’era glaciale e che la specie abbia 300.000 anni. Il lupo appartiene alla specie Canis Lupus . Un esemplare tipico ha una lunghezza di circa 2 metri, inclusa la coda di mezzo metro di lunghezza.

Dal pavimento alla spalla misura 76 cm e pesa circa 45 kg, anche se in generale, il suo peso varia tra 14 e 65 kg a seconda della zona geografica in cui vivi. La femmina è più piccola del 20% rispetto ai maschi. Questo mammifero ha un corpo eccellente per percorrere tanti chilometri.

Può correre a una velocità di 10 km / h e quando si tratta di inseguire una preda, raggiunge i 65 km / h. Ha uno straordinario senso dell’olfatto e una visione notturna, che lo rende cacciatore superiore durante le ore notturne. Questa grande capacità del lupo, di vedere nel buio è dovuta a uno strato speciale che ha vicino alla retina, è ciò che fa brillare i suoi occhi nel buio.

Questa funzione è stata ereditata anche dal cane. La sua pelliccia è composta da due strati, che la rende pesante e rigogliosa, ed è per questo che il lupo ha la tendenza a sfregarsi continuamente su rocce e rami per perdere un po’ di pelliccia. La colorazione del suo mantello è varia può essere bianca con sfumature grigie, nere, rosse e marroni, questo è in base all’area del suo habitat.

Quando è cucciolo, il colore degli occhi è blu, ma man mano che cresce cambiano in tonalità giallo-oro o arancio; raramente restano di colore blu. Il periodo di gestazione dura da 60 a 63 giorni. I cuccioli, come la maggior parte degli animali, nascono piccoli, del peso di mezzo chilo e appena nati sono ciechi, sordi e totalmente dipendenti dalla madre, per un massimo di tre settimane.

In una cucciolata possono nascere tra quattro e sei lupi. Il parto la femmina di lupo cerca di farlo avvenire negli altopiani e vicino alle fonti d’acqua in modo che abbia un facile accesso all’acqua. Dopo sette settimane, si allontanano dalle loro famiglie per iniziare a esplorare da soli in cerca di cibo.

Allo stesso modo, vengono istruiti sul come ululare. L’accoppiamento dei lupi si verifica solo una volta all’anno e solo tra due membri di un branco: il maschio alfa e la femmina beta. Tuttavia, i cuccioli dei lupi sono curati dall’intero branco e non solo dai loro genitori.

Cosa mangia e quanto mangia un lupo

lupo
Il lupo può mangiare tra 3,2 e 15 chili di cibo, a seconda di quanti giorni abbia trascorso senza mangiare.(Foto Pixabay)

L’alimentazione del lupo è prettamente carnivora, la maggior parte della sua dieta consiste in carne di altri animali, come maiali, cervi, capre, pecore, antilopi, cavalli. È un animale incredibile con una grande capacità di adattarsi a diversi ambienti, dipende molto dall’habitat in cui si trova.

Infatti, in alcuni casi esso si ciba anche di animali come le foche. In Alaska e in Canada conosciamo anche casi di lupi che si nutrono di salmone. I predatori sono incaricati di trovare cibo per entrambi i gruppi e perciò mentre una parte del branco va a caccia, un’altra parte resta nella tana per proteggere i cuccioli.

Questo mammifero, può mangiare tra 3,2 e 15 chili di cibo, a seconda di quanti giorni abbia trascorso senza mangiare. Successivamente, beve grandi quantità di acqua, fino a 7,5 litri, qualcosa in meno ad un cammello, per prevenire il disagio uremico (coinvolgimento nei vasi sanguigni che colpiscono il sistema gastrointestinale).

Habitat

lupo habitat
L’habitat del lupo varia dal ghiaccio continentale al deserto, e ogni diversa specie di lupo si è adattata.(Foto Pixabay)

Questo mammifero, è un animale che può vivere in climi e paesaggi diversi. Ad esempio, ci sono lupi nell’Artico, nelle foreste del Nord America e in Europa e nei deserti messicani e africani. L’habitat del lupo può variare dal ghiaccio continentale al deserto, e ogni diversa specie di lupo si è adattata, quindi potremmo dire che questo animale vive dove ha la possibilità di darsi alla caccia per sopravvivere e riprodursi.

Esistono comunque le diverse specie sparse per il mondo e nello specifico queste specie sono:

  • Lupo Rosso: questa specie, tipica del Nord America e il cui nome scientifico è Canis lupus rufus , è attualmente in grave pericolo di estinzione. Questo lupo americano ha una taglia circa la metà di un coyote e un lupo grigio, quindi si stima che sia probabilmente un ibrido tra le due specie.
  • Lupo iberico: questo animale, il cui nome scientifico è Canis lupus signatus, è endemico della penisola iberica. I maschi possono misurare fino a 70 centimetri e pesare 50 chili. È la più grande popolazione di lupi dell’Europa occidentale ed è presente nella parte nord-occidentale della Spagna. È quasi minacciato.
  • Lupo arabo: questo animale, rappresentante delle specie di lupi in Medio Oriente, vive dall’Iraq all’Egitto, passando per la penisola arabica, la Giordania e Israele.
  • Lupo artico: questo animale, chiamato anche lupo polare o lupo bianco e il cui nome scientifico è Canis lupus arctos, vive nelle zone fredde del nord del Canada e dell’Alaska, quindi è detto anche lupo canadese o lupo dell’Alaska e in Groenlandia. I maschi possono misurare fino a 78 centimetri e pesare 80 chili, sebbene in generale siano più piccoli.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link: