Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili Come pulire la gabbia del canarino

Come pulire la gabbia del canarino

CONDIVIDI

L’occorrente e i consigli per detergere gli accessori e la gabbietta dell’amico canarino

canarino gabbia
La gabbia dei canarini (Foto fonte Pixabay)

Come tutti i volatili anche i canarini vanno tenuti in una gabbia accogliente e di giuste dimensioni. Questa deve essere lunga 1 metro, larga 40 centimetri e alta 45 e per preservare la salute dell’uccellino e degli abitanti della casa che lo ospitano deve essere tenuta ben pulita. È necessario effettuare giornalmente una scrupolosa pulizia della gabbietta che prevede il lavaggio dell’abbeveratoio e il ricambio dell’acqua, la pulizia degli escrementi e delle ciotole del cibo.

Ma come effettuare una corretta pulizia della gabbia del canarino? Vedremo di seguito occorrente e operazioni necessarie.

Pulizia della gabbia del canarino: istruzioni per l’uso

canarino gabbia
Canarini gialli

Un canarino può vivere fino a 12 anni ma solo se segue un’alimentazione corretta ed è tenuto in buone condizioni ambientali e igieniche.

Cominciamo con un’avvertenza: cercate di evitare per quanto possibile che i canarini possano entrare in contatto con i loro escrementi quindi se potete acquistate un’altra gabbia in modo da trasferire i canarini per il tempo strettamente necessario alle operazioni di igienizzazione.

La parte più sporca è il fondo della gabbia. Questo pezzo nella maggior parte dei casi è di plastica; deve essere smontato, svuotato, spazzolato e poi lavato. Per il lavaggio usate un detergente adatto a eliminare le incrostazioni calcaree. Se il fondo è in lamiera mettetelo a mollo in acqua calda e dopo il lavaggio assicuratevi di asciugarlo per bene per evitare che il metallo si deteriori.

A seguire pulite la griglia metallica inferiore. Queste possono essere lavate dagli escrementi sotto acqua calda corrente con l’ausilio di una spazzola a setole rigide o una spugna abrasiva.

Gli accessori: posatoi, mangiatoia e ciotola

canarino gabbia
Mangiatoia per uccelli (Foto fonte iStock)

Per i posatoi seguite gli stessi consigli della griglia metallica inferiore: spugna abrasiva sotto acqua calda corrente. Se le incrostazioni sono difficili da eliminare lasciate a mollo il posatoio per una ventina di minuti in con acqua calda.

Mangiatoie e ciotole (fatti generalmente di plastica, acciaio inox, ceramica o terra cotta) sono facili da detergere. Utilizzate il detersivo per stoviglie e risciacquate per bene. Per rimuovere i depositi di calcare usate spugnetta abrasiva imbevuta di un detergente naturale; di succo di limone o aceto.

Per la pulizia dei beverini aiutatevi con uno spazzolino da denti e mettete acqua pulita ogni giorno (anche i canarini soffrono il caldo!)

Altri consigli utili

Posizionate i posatoi in modo che non si trovino sotto la traiettoria di caduta degli escrementi quando gli uccelli sono fermi sul bordo di una mangiatoia.

Per tenere la gabbietta in buone condizioni igieniche potete mettere un foglio di giornale unito a sabbia sul fondo: il giornale assorbirà le varie deiezioni (possibile veicolo di trasmissione di germi e batteri) e il canarino si divertirà a giocare con la sabbia.

Potrebbe interessarti anche >>>  Dove lasciare i canarini quando vai in vacanza? La sistemazione più adatta

S.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI