Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili Il gufo come animale domestico: alimentazione e comportamento

Il gufo come animale domestico: alimentazione e comportamento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:11
CONDIVIDI

Sempre più persone si avventurano nell’adottare animali poco comuni, tipo il gufo come animale domestico. Vediamo le caratteristiche, l’ambiente adatto, l’igiene e l’alimentazione.

Gufo caratteristiche
Caratteristiche del gufo (Foto da Pixabay)

Innanzitutto partiamo con il chiederci se possiamo avere il gufo come animale domestico. Fintanto che le leggi del Paese lo consentono, la risposta è si. Ma è anche vero che devi tenere conto del fatto che il gufo è un uccello predatore e di conseguenza un animale selvatico. 

Questo può solo significare che il comportamento di questo animale non sarà certo quello di un animale domestico e richiederà una serie di cure particolari, che non tutti possono concedergli.

Il gufo come animale domestico: dove vive

Gufo in natura
Gufo in natura: le caratteristiche di questo famoso rapace notturno

La scelta di dove tenere questo uccello deve essere molto accurata, il posto più adatto per dovrebbe essere il più vicino possibile al loro habitat naturale, è consigliabile ricreare un habitat a loro familiare fatto di rami di alberi e luoghi di aspetto tropicale.

In modo tale che il tuo animale domestico si possa sentire a casa. Assolutamente è sconsigliato e inaccettabile avere un gufo in un appartamento, in quanto sono animale che hanno bisogno di spazio e soprattutto non è certo cosa semplice ricreare l’ambiente descritto precedentemente, in un appartamento di città.

Il gufo domestico ha bisogno di abbastanza spazio nel giardino dove possa sentirsi libero e volare. Ma fare anche in modo che non fugga, allontanandosi. Devi anche sapere che il gufo è un animale notturno e durante la notte che diventa molto attivo mentre durante il giorno è appena visibile.

A causa di questa caratteristica particolare, il gufo ha una vista molto sviluppata e una vista notturna perfetta. Un gufo come animale domestico, come abbiamo potuto capire, non è una buona idea, né l’opzione più ragionevole. Molti appassionati finiscono per causare la morte di questo uccello selvatico togliendolo all’ambiente che non è suo.

Gufo come animale domestico: che tipo di alimentazione?

Alimentazione del gufo
Alimentazione del gufo (Foto da Pixabay)

Per quanto riguarda l’alimentazione il gufo, come abbiamo detto prima, non essendo totalmente idoneo ad essere un animale domestico, non esistono cibi in commercio ma deve essere nutrito con alimenti esistenti in natura.

Questo significa che bisognerà procurarsi questi alimenti. Questo spesso non è semplice e qualche volta anche disgustoso. Il gufo si nutre di criceti, uccelli, gattini, insetti, ecco perché non è una buona idea la convivenza del gufo con il resto dei tuoi animali domestici, poiché potresti smettere di vederli senza nemmeno accorgertene.

Il gufo è un intrepido cacciatore con artigli e ali molto potenti, ecco perché quando ci si appresta a nutrirli, bisogna essere cauti e vigili.

Consigli sul gufo

Se decidi di avere un gufo, ti consigliamo di prenderlo quando è un cucciolo, perché in questo modo crescerà in un ambiente familiare e sarai in grado di adattarlo meglio alla vita domestica e insegnargli ciò che desideri.  Più tempo trascorri insieme a lui, più l’istinto selvatico in lui diminuirà e questo consentirà al gufo di accettarci.

Una volta che accetta la nostra compagnia possono diventare molto esigenti verso di noi e in ogni momento richiederanno la nostra attenzione svolazzando e urlando per richiamare l’attenzione. Questo è qualcosa che dobbiamo prendere in considerazione soprattutto per il rumore e il tempo che dobbiamo dedicare.

Il gufo non è un uccello che si adatta facile ai cambiamenti, è una condizione da tenere presente dal momento che quando decidi di andare in vacanza non potrai lasciarlo alla cura di qualcun altro e portarlo con te sarebbe davvero unì impresa impossibile.

E considera anche che un gufo allevato in cattività non può essere rilasciato libero in seguito, non essendo in grado di sopravvivere in un ambiente a lui totalmente sconosciuto e in cui avrebbe grandi difficoltà a nutrirsi.

Il gufo può vivere più di 20 anni ma può raggiungere anche i 50 anni. Ricorda soprattutto che il gufo domestico non è un animale che puoi mettere in gabbia ama la libertà come lo scoiattolo,  ha bisogno di libertà, stare rinchiuso lo renderebbe triste e apatico.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

 

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI