Home Non solo Cani e Gatti Polmonite nella tartaruga d’acqua: cause, sintomi e trattamento

Polmonite nella tartaruga d’acqua: cause, sintomi e trattamento

Polmonite nella tartaruga d’acqua, come riconoscerla e quando intervenire per poterla salvare. Vediamo le cause, i sintomi e la cura.

tartaruga
(Foto AdobeStock)

Quando si decide di adottare un animale come la tartaruga è importante conoscere le necessità, cosa mangia, in che habitat deve vivere ma anche e soprattutto quali possono essere le malattie che potrebbero colpire la vostra tartarughina.

Tra tutte le varie patologie, oggi vi aiuteremo a riconoscere la polmonite nella tartaruga d’acqua.

Capirete quanto è importante, imparare a riconoscere i primi segnali e non arrivare troppo tardi dal veterinario.

Vediamo, quindi, quali le cause, i sintomi e il trattamento della polmonite nella tartaruga d’acqua.

Cause della polmonite nella tartaruga d’acqua

Le cause per cui la tartaruga d’acqua può essere colpita da polmonite sono:

  • colpi d’aria;
  • errata gestione dell’acquario;
  • infezioni virali e batteriche;
  • sbalzi di temperatura;
  • alimentazione della tartaruga non corretta;
  • temperatura non corretta.

Sintomi

I segnali che la tartaruga lancia per capire che ha qualche problema che incide sullo stato di saluto sono alquanto facili da riconoscere.

Malattie della tartaruga acquatica: le più comuni (Foto Pinterest)
(Foto Pinterest)

I sintomi che si possono riscontrare nella tartaruga d’acqua colpita da polmonite, sono piuttosto semplici da individuare e sono:

  • scolo dal naso;
  • anoressia;
  • depressione;
  • letargia;
  • allunga il collo e spalanca la bocca (fame d’aria);
  • nuota inclinata;
  • respirazione a bocca aperta;
  • tendenza a stare di più fuori dall’acquario.

Davanti a questi segnali è opportuno portare l’animale dal veterinario, in quanto lasciar passare del tempo non potrà che aggravare la situazione e rendere più difficoltosa e lunga la ripresa.

Potrebbe interessarti anche: Crescita anormale del becco nella tartaruga: cause, sintomi e cura

Diagnosi e trattamento della polmonite nella tartaruga d’acqua

Per poter eseguire una diagnosi il veterinario specializzato per prima cosa effettuerà una visita clinica della tartaruga.

tartaruga d'acqua
(foto Pixabay)

Successivamente, per andare a fondo e vederci chiaro eseguirà una radiografia per evidenziare l’eventuale opacità polmonare che può essere anche bilaterale, laddove entrambi i polmoni vengono colpiti.

Stabilita la diagnosi, il veterinario prescriverà l’adeguato trattamento per guarire la tartaruga dalla polmonite.

La terapia consiste non solo di farmaci ma anche in determinati cambiamenti:

  • modifica della gestione dell’acquario: per far in modo che la terapia faccia effetto sulla tartaruga, l’acquario deve essere gestito con un termostato, un riscaldatore e una lampada, poiché l’animale per guarire deve avere una temperatura corporea ideale.
  • cambiamento dell’alimentazione: la tartaruga dovrà passare dalla solita alimentazione monogamberetto, a quella fatta di carne, pesce e verdure fresche.  Ed alimentarla a forza, nel caso si rifiuti di mangiare ma questa nono sarà affatto una facile missione;
  • controllo dell’ipovitaminosi A nella tartaruga: è opportuno fornire la vitamina A per via orale alla tartaruga in attesa che riprenda a nutrirsi in modo regolare;
  • terapia antibiotica: evitare di somministrare antibiotici per uso umano e stare alla prescrizione del veterinario il quale somministrerà alla tartaruga il giusto antibiotico.

Potrebbe interessarti anche: Malattie della tartaruga acquatica: come riconoscere le più comuni

Consigli

È opportuno tenere presente che una tartaruga affetta da polmonite, tende a nuotare inclinata e ad andare sott’acqua, per tale motivo potrebbe rischiare di annegare poiché non gli funzionano bene i polmoni.

Per tale motivo fino a che non sarà guarita dovrà essere tenuta in acque che raggiungono al massimo le narici, ma per in questo caso dovrà essere idratata più volte durante la giornata.

Ricordate che più tempo farete passare prima di portare la vostra tartaruga dal veterinario più la terapia sarà lunga e le probabilità che la tartaruga non riesca a riprendersi sono maggiori.