Sono terrorizzata! Di notte mi prude tutto e sento dei pizzichi: potrebbero essere le cimici dei letti?

Foto dell'autore

By Francesca Ciardiello

Non solo Cani e Gatti

Prendono il nome proprio dal loro posto ‘preferito’ ma non è facile scovarle: come capire se hai le cimici nel letto.

Sono terrorizzata! Di notte mi prude tutto e sento dei pizzichi: potrebbero essere le cimici dei letti?
Sono terrorizzata! Di notte mi prude tutto e sento dei pizzichi: potrebbero essere le cimici dei letti?(Canva-amoreaquattrozampe.it)

Fastidiose, dannose e per alcuni possono diventare una vera e propria ossessione: per questo bisogna scovarle e adottare il rimedio giusto affinché non se ne vadano più tra le lenzuola. Ma come puoi capire se hai le cimici nel letto? Basterà osservare le tracce della loro presenza, e possibilmente prima che inizino ad attaccare il nostro corpo alla ricerca di sangue, approfittando del nostro momento di sonno: ecco come fare.

Cimici da letto: non solo tra le lenzuola

Non lasciatevi ingannare dal nome: non le ritroveremo solo tra le lenzuola ma in ogni posto dove c’è del tessuto (pensiamoci bene: i rivestimenti di alcuni sedili dei mezzi di trasporto pubblici sono in stoffa), ma anche nei materassi (in bordi e cuciture), nella carta e nel legno. Si tratta di un insetto ematofago, cioè che si nutre di sangue umano, di colore rossastro, che prolifera a temperature particolari.

Cimice nel materasso
Come capire se hai le cimici nel letto: controlla anche il materasso (Canva-amoreaquattrozampe.it)

Infatti tale insetto cresce e si riproduce in ambienti dove la temperatura è compresa tra i 15 e i 37 gradi: solo quando fa più caldo dunque la loro proliferazione si interrompe. Il letto resta il loro habitat ideale, innanzitutto perché in casa difficilmente si ha una temperatura più bassa di 15 gradi, e poi riescono a stabilirsi anche nelle molle e sulle doghe in legno.

Come capire se hai le cimici nel letto: i segnali (anche sulla tua pelle)

In realtà non sarà poi così difficile capire che abbiamo dei piccoli ospiti indesiderati nel letto, perché al mattino troveremo delle ‘tracce’ inequivocabili proprio sulla nostra pelle. I segnali che qualcosa ci ha pizzicato durante il sonno sono:

  • prurito,
  • macchie rosse a chiazze sulla pelle,
  • gonfiore per reazioni allergiche,
  • piaghette.

Ma oltre ad avere questi fastidi pruriginosi direttamente sul nostro corpo, possiamo notare la loro presenza anche osservando attentamente le lenzuola, meglio ancora se muniti di luce di una torcia. Ispezioniamo attentamente la testata del letto che poggia sul muro, le doghe e il materasso: potremmo accorgerci di piccoli puntini neri, che sono le loro feci.

Oltre ai punti neri potremmo anche riconoscere piccole scie o macchioline di sangue, dovute allo schiacciamento delle stesse cimici, magari provocato dal nostro peso o dai nostri movimenti.

Se vuoi saperne di più, leggi un nostro approfondimento sul tema >>> Gli odori che infastidiscono le cimici dei letti: ecco cosa usare

Come capire se hai le cimici nel letto: come farle ‘sloggiare’

Una volta assodato che le cimici si sono impossessate del nostro giaciglio, come possiamo fare per evitare che possano proliferare e mandarle via per garantirci sonni più tranquilli? Per fortuna esistono dei rimedi e in commercio si possono trovare facilmente prodotti per lavare le lenzuola e le altre parti del letto, a base di antiparassitari, antibatterici e igienizzanti.

Cimice da letto
Come capire se hai le cimici nel letto: possono trovarsi su tutti i tessuti (Canva-amoreaquattrozampe.it)

Anche per la pelle esistono altrettanti prodotti contro le punture di insetti negli umani, anche naturali, come ad esempio quelli a base di cannella, aloe, farina d’avena e miele. Per alleviare la sensazione di prurito e il gonfiore basterà applicare del ghiaccio sulla parte lesa e assumere dei farmaci antistaminici per contrastare l’insirgenza di una eventuale allergia.

Gestione cookie