Home Non solo Cani e Gatti La tartaruga può mangiare la banana? Benefici e rischi

La tartaruga può mangiare la banana? Benefici e rischi

Dal sapore caratteristico e le tante proprietà nutrienti è il frutto più consumato in tutto il mondo: ma la tartaruga può mangiare la banana? Scopriamolo

la tartaruga può mangiare la banana
(Foto Pinterest)

Sempre più famiglie in tutto il mondo decidono di condividere la loro vita con una meravigliosa tartaruga: molto più facile da gestire sta diventando sempre più popolare come animale domestico.

Seppur richieda meno impegno è sicuramente importante prendersene cura sotto ogni aspetto: dobbiamo garantirle uno spazio ottimale in cui vivere e crescere in salute e senza pericoli, acqua fresca e pulita ogni giorno per la sua corretta idratazione ed una dieta prevalentemente vegetale ma il più possibile variegata.

La sua corretta alimentazione deve essere ricca di minerali e vitamine: sempre variegata prevede verdure, ortaggi ed erbe, che sono il suo pasto principale, e frutta sempre fresca somministrata come gustoso regalo.

Naturalmente la tartaruga non può mangiare qualsiasi tipologia di frutta, quindi è bene conoscere quali sono quelli che possiamo somministrarle senza timore: possiamo farle mangiare le fragole, l’anguria priva dei semi, e la banana?

Dal colore giallo ed il sapore inconfondibile, scopriamo se la tartaruga può mangiare la banana, e soprattutto quali sono i benefici che questo frutto apporta al suo organismo e i possibili rischi.

La tartaruga può mangiare la banana?

La frutta è presente nella dieta sana ed equilibrata della tartaruga e seppur rappresenti una minima percentuale del suo fabbisogno giornaliere non deve mai mancare nella sua alimentazione. Tuttavia è importante prestare attenzione ad alcuni aspetti.

tartaruga mangia frutto
(Foto Pinterest)

Sicuramente alcuni frutti vanno assolutamente evitati, e questi sono tutti gli agrumi, i quali ricchi di acido citrico irritano lo stomaco della nostra dolce tartaruga causandole vomito e talvolta anche problemi più seri.

Inoltre, vista la piccola percentuale di frutta presente nella sua dieta, tutti gli altri vanno somministrati accuratamente. Ed alla domanda se “la tartaruga può mangiare la banana” non possiamo che rispondere si, ma moderatamente.

Frutto inconfondibile visto il suo colore giallo, la banana è un’ottima fonte di energia ed ha un alto contenuto di: 

  • vitamine, tra cui la vitamina A e quelle appartenenti al gruppo B;
  • minerali, tra cui il potassio e il magnesio;
  • acqua.

Il ché apporta sicuramente molti benefici alla nostra tartaruga. Infatti questo frutto:

  • è un ottimo alleato del cuore;
  • abbassa la pressione;
  • protegge lo stomaco garantendo il buon funzionamento dell’intestino;
  • potenzia le difese immunitarie;
  • supporta i reni;
  • aiuta l’organismo ad eliminare le tossine in eccesso.

Insomma, farla mangiare alla nostra tartaruga può rivelarsi un vero toccasana per il suo organismo. Tuttavia dobbiamo prestare molta attenzione a come gliela somministriamo.

Abbiamo sopra accennato che il giusto apporto di frutta nella dieta sana ed equilibrata della tartaruga non deve superare il 10% del suo fabbisogno nutrizionale giornaliero.

Questo perché la frutta, e quindi anche la banana, è ricca di zuccheri e fibre, e se assunta in grosse quantità può causare disturbi gastrointestinali alla nostra tartaruga, alcuni anche gravi. Dunque è importante farle mangiare sì la banana ma moderatamente, per due motivi principali:

  • zuccheri: il contenuto di zuccheri all’interno della banana è davvero elevato. Gli zuccheri forniscono sì energia ma se assunti in quantità massicce possono causare molti problemi. Se la tartaruga dovesse mangiare un elevato quantitativo di banana non solo non riuscirà a digerirla facilmente, il ché causa problemi allo stomaco, ma potrebbe verificarsi anche un significativo aumento di peso, ed una tartaruga “obesa” non è di certo felice, in quanto avrà serie difficoltà nel muoversi;
  • fibre: non solo zuccheri ma anche le fibre sono presenti in grosse quantità nella banana. E se assunti eccessivamente dalla tartaruga problemi all’intestino sono inevitabili: diarrea cronica e persino stitichezza sono tra i più comuni.

Altra precisazione da fare riguarda la buccia della banana: questa potrebbe presentare delle sostanze chimiche, come pesticidi, che sono nocive per la salute della tartaruga, il ché significa che è sempre bene sbucciarla prima di fargliela mangiare.

La salute della nostra piccola amica è davvero importante quindi riassumendo possiamo sì farle mangiare la banana ma una volta ogni tanto, magari come un dolce premio e alternandola sempre ad altri frutti.

Potrebbe interessarti anche: La tartaruga di terra può mangiare cicoria? Rischi e benefici

Come e in quali quantità dare la banana alla tartaruga

La banana è una vera prelibatezza ed è inoltre ricca di nutrienti, che fanno bene all’organismo della tartaruga, ma per evitare di incorrere nei rischi sopra elencati è importante fargliela mangiare seguendo delle indicazioni.

tartaruga mangia pezzetti di banana
(Foto Pinterest)

Innanzitutto dobbiamo assicurarci che non sia allergica a questo frutto, come? Iniziamo ad introdurla nella sua alimentazione gradualmente. Facciamole mangiare un piccolissimo pezzettino di banana ed osserviamo il comportamento della nostra tartaruga nelle ore successivo al suo consumo.

Se non notiamo nessun strano sintomo, legato soprattutto a problemi intestinali, come diarrea, allora possiamo continuare a fargliela mangiare.

Potrebbe interessarti anche: Tartaruga di terra: cosa mangia e quali alimenti deve assolutamente evitare

Ma non crediamo che solo perché non allergica possiamo farle fare abbuffate di questo frutto. Per nutrire in sicurezza la nostra tartaruga con la banana è importante che venga consumata:

  • solo se la nostra tartaruga ha almeno 12 mesi di vita: la banana (così come tutti i frutti) viene elaborata dall’intestino della nostra amica difficilmente, quindi meglio attendere che sia “abbastanza” grande da poterla assimilare con facilità;
  • in piccole quantità, magari come regalo: un pezzettino grande quanto il nostro pollice può bastare, se tagliata a pezzettini due cucchiai sono perfetti;
  • con una frequenza minima: due volte a settimana sono più che sufficienti;
  • variando la banana settimanalmente con altri frutti: la tartaruga non deve abituarsi solo al sapore della banana. E’ importante alternare nella sua alimentazione quanti più frutti possibili, naturalmente di quelli che può mangiare e sempre in piccole quantità.

La tartaruga è un piccolo e delicato animale domestico, il suo organismo elabora con difficoltà gli zuccheri, quindi va bene farle mangiare la banana, ma solo un piccolo pezzetto e occasionalmente. E se dopo il suo consumo dovessimo notare strani “movimenti intestinali” portiamola subito dal nostro veterinario di fiducia.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Rossana Buccella