Home Cani Adottare un Australian Silky Terrier: pro, contro, padrone ideale

Adottare un Australian Silky Terrier: pro, contro, padrone ideale

Tra tanti cani, perché dovremmo proprio adottare un Australian Silky Terrier? I pro, i contro e cosa sapere sul padrone ideale.

Adottare un Australian Silky Terrier
(Foto AdobeStock)

Adottare un Australian Silky Terrier? E’ sicuramente una fantastica idea, se consideriamo i motivi per i quali sempre più spesso viene scelto come animale domestico. Ma in realtà ci sono anche dei ‘contro’ da considerare, ovvero quelle caratteristiche del cane che potrebbero non ?legare’ bene col nostro stile di vita o i nostro gusti. Infine una riflessione molto importante sulla tipologia di padrone adatta agli esemplari di questa razza.

Adottare un Australian Silky Terrier: 5 pro imbattibili

Perché molti lo scelgono come animale da compagnia? I motivi sono da ricercarsi tra i seguenti.

Due esemplari di Australian Silky Terrier
(Foto AdobeStock)

Piccolo e compatto

Sia per questioni di spazio sia per questioni di gusto, potremmo desiderare un cane di piccole dimensioni, che non soffra nello spazio piccolo di un appartamento e che possiamo sempre portare con noi in ogni occasione. La sua piccola stazza per fortuna equivale comunque ad una muscolatura forte e resistente, specie nelle zampe.

Pelo profumato…e non solo

Non solo emana quasi sempre un odore piacevole, ma il suo manto, sebbene così lungo e particolare, non cade. Quindi non solo non ci ritroveremo a spazzolare via dai pavimenti ciuffi di pelo ma non avremo neppure quella spiacevole sensazione di cattivo odore, che spesso capita dopo una giornata all’esterno.

Ovviamente ciò non significa che non dobbiamo avere cura del pelo dell’Australian Silky Terrier, però basterà una spazzolata quotidiana di un quarto d’ora.

Non scappa mai

Sarà davvero difficile che questo esemplare venga attirato da qualcosa e scappi via, quindi la probabilità di inseguirlo è davvero molto bassa. Ciò perché è davvero molto attaccato al suo padrone e se ne distacca davvero molto raramente.

Primo cane? No problem

Un Australian Silky Terrier come primo cane per padroni inesperti? Nessun problema: è sicuramente bravo ad ubbidire, anche a chi non ha ancora sviluppato un ‘polso fermo’ nei confronti degli amici a quattro zampe.

Ma attenzione al carattere: si tratta pur sempre di un Terrier, quindi potrebbe cambiare idea e fare di testa sua. E’ un buon equilibrio tra una forte personalità e voglia di soddisfare il suo umano.

Adatto dentro e fuori casa

Si adatta perfettamente alle dimensioni di un appartamento, ma ciò non vuol dire che non abbia l’esigenza di uscire fuori a sgranchirsi un po’ le zampe. Allo stesso tempo può viaggiare e adattarsi anche ai piccoli ambienti mobili.

Ovviamente sarà nostro compito abituarlo sin da cucciolo alle dimensioni di un trasportino, che all’inizio potrebbe stargli un po’ ‘stretto’.

Potrebbe interessarti anche: Cosa dovrebbe mangiare un Australian Silky Terrier: cibi e dosi

Se vuoi conoscere i contro e il padrone ideale dell’Australian Silky Terrier, clicca su Successivo: