Home Cani Alimentazione Cani Alimentazione del Greyhound: dosi, frequenza pasti e cibi adatti

Alimentazione del Greyhound: dosi, frequenza pasti e cibi adatti

Alimentazione del Greyhound: tutto quello che possiamo somministrare a questo levriero inglese. Vediamo dosi, frequenza pasti e cibi idonei.

greyhound
(Foto AdobeStock)

Decidere di accogliere in casa un cane di una razza poco conosciuta è una scelta audace che deve essere supportata dalla consapevolezza di doversi informare sullo stile di vita e le caratteristiche della razza, per poterlo nutrire nel modo giusto.

Ecco perché in questo articolo, andremo a suggerirvi l’alimentazione del Greyhound, ovvero le dosi giuste, la frequenza dei pasti, il cibo più adatto e quello non adatto a questo cane.

Alimentazione del Greyhound: quantità

Il Greyhound è un cane molto vorace che necessita di un diverso equilibrio di nutrienti tra cui minerali e vitamine rispetto ai cani di razza più piccola.

greyhound
(Foto AdobeStock)

Per non sbagliare e somministrare le dosi è fondamentale conoscere le caratteristiche e lo stile di vita della razza di cane.

Perciò, iniziando dalle caratteristiche fisiche, possiamo dire che il Greyhound è un cane di taglia medio-grande, con una linea sinuosa, elegante, muscolosa, potente e armoniosa.

Il maschio adulto raggiunge un’altezza di 71-76 cm e pesa circa 30-32 kg; la femmina adulta raggiunge i 69-71 cm di altezza e 27-30 kg di peso.

È una razza molto antica che discende dai levrieri nord africani (come lo sloughi e il saluki).

Questa razza in passato, è stata utilizzata per la caccia, oggi invece è destinata alla compagnia e alla Pet therapy, questo grazie al suo carattere docile, pacato e amorevole.

Il Greyhound, non necessita di tanto esercizio fisico, gli bastano due corse da 20 minuti al giorno, ricordatevi che si tratta del cane più veloce al mondo.

Tutto questo per dirvi, che a seconda dello stile di vita, il fabbisogno energetico di questo cane può variare e non di poco.

Come infatti, se è utilizzato per le corse è un discorso, se vive in casa con il normale esercizio fisico indicato è un altro.

Tuttavia, grazie al veloce metabolismo consuma grandi quantità di cibo, ma naturalmente sempre in relazione a ciò che dicevamo ovvero: lo stile di vita, il peso corporeo, l’età, la salute.

Essendo quindi una razza dallo stile di vita molto variabile, in merito alle quantità, è bene chiedere consiglio al veterinario.

Generalmente, la porzione di cibo quotidiana oscilla tra i 400 e 500 gr.

Per la frequenza dei pasti del cane, invece è opportuno suddividere i pasti in almeno due porzioni giornaliere, per tenerlo abbastanza soddisfatto ed evitare la torsione gastrica di cui soffre.

Per quanto riguarda invece i cuccioli di Greyhound le porzioni è bene portarle a 4.

Cosa dare da mangiare al Greyhound

Anche per il tipo di alimentazione ci sono delle differenze da tenere presente, ovvero se si tratta di una dieta sportiva o se conducono la loro vita in casa.

(Foto AdobeStock)

Perciò se il Greyhound pratica corse o sport, la dieta sportiva da somministrare consisterà in un alto contenuto di proteine ​​e un basso contenuto di grassi (pollo crudo o cibo di manzo, includere verdure e crocchette secche per cani).

Mentre se il Greyhound conduce una vita un po’ più sedentaria, è opportuno utilizzare del cibo secco.

Potrebbe interessarti anche: Greyhound: razza, caratteristiche, carattere e salute

Cosa non dare al Greyhound

Gli alimenti che solitamente sono destinati all’alimentazione umana, possono essere somministrati al cane, o almeno parte di essi, in quanto ve ne sono altri piuttosto pericolosi.

I cibi che possono essere altamente tossici per il Greyhound ma anche per tutte le altre razze, sono molteplici.

Purtroppo, anche l’abitudine di dare al cane gli avanzi dei propri pasti o bocconcini del nostro cibo per premiarli, è davvero pessima.

Questa consuetudine può solo danneggiare l’organismo e il favoloso mantello del vostro amico a quattro zampe.

Vediamo quindi quali sono questi alimenti che possono creare problemi di digestione al cane.

Potrebbe interessarti anche: Malattie del Greyhound: patologie specifiche della razza

Ecco una lista di alimenti tossici per il cane che è da escludere tassativamente dalla sua alimentazione:

  • Cioccolato e cacao;
  • Uva e uva sultanina;
  • Sale;
  • Alcool;
  • Caramelle e gomme;
  • Noci di Macadamia;
  • Merendine e biscotti;
  • Cipolle, aglio, cavoli;
  • Pomodori acerbi, foglie e germogli di patata;
  • Lievito;
  • Avocado;
  • Noci;
  • Semi e noccioli (semi di mela, cosi come i noccioli di ciliegia, di pesca, di albicocca e di prugna);
  • Fegato;
  • Caffè;
  • Ossa di coniglio o pollo;
  • Uova crude.

Attenzione anche alla preparazione dei pasti in casa, scegliete prodotti freschi e genuini e offriteli alle giuste temperature.