Home Cani Alimentazione Cani Il cane può mangiare il tartufo: cosa è necessario sapere

Il cane può mangiare il tartufo: cosa è necessario sapere

Il cane può mangiare il tartufo o è pericoloso per la sua salute? Scopriamo, insieme, se esistono benefici o danni per l’organismo dell’amico a quattro zampe.

Il cane può mangiare il tartufo
(Foto Unsplash)

L’alimentazione è uno strumento di salute e il punto centrale del benessere generale dell’amico a quattro zampe. Un buon proprietario deve sempre informarsi bene sugli effetti e i benefici del cibo sull’organismo delicato del proprio peloso domestico. Occuparsi della dieta quotidiana di bau non è semplice, occorrono serietà e coscienza. Ci sono tanti alimenti su cui si fanno domande. Vediamo se il cane può mangiare il tartufo o no.

Il cane può mangiare il tartufo: benefici o danni?

É uno degli alimenti che desta più curiosità, negli ultimi anni, per il suo inserimento nella dieta di fido. Ma cos’è esattamente il tartufo? Quali sarebbero i benefici per il cane? Ci sono rischi per la sua salute? Scopriamolo, insieme, qui nell’articolo.

Il tartufo per il cane
(Foto Pixabay)

Cura e responsabilità nella scelta del cibo per il cane sono fondamentali. É grazie alla coscienza del suo proprietario che fido può mangiare tranquillo e vivere sereno negli anni.

Sappiamo che l’amico peloso non può mangiare tutto e che ogni piatto per lui deve essere controllato e preparato con attenzione al dettaglio, dal taglio alla cottura.

Si sa, il cane è un animale molto curioso e può capitare che, durante una passeggiata nei boschi, avverta la presenza di tartufi sul suo cammino. Il suo incredibile olfatto gli permette di scovare anche questo fungo. Ma che tipo di fungo è?

Il tartufo è un fungo che, ormai, si può trovare in tutto il mondo. Si trova nascosto molto in profondità nel terreno e si sviluppa in prossimità delle radici di querce. Il tartufo più conosciuto e pregiato è quello nero, rarissimo perché difficile da coltivare.

Addirittura, in alcuni Paesi ne è vietato l’utilizzo e per scovarlo si necessita dell’aiuto di segugi e maiali. Per quanto riguarda la sua assunzione da parte di fido, non si sa molto.

Si può dire con certezza che questo cibo così come l’olio che ne deriva non sono altamente pericolosi per la sua salute.

Quali i benefici e quali i rischi

Dobbiamo sapere che esistono molte varietà di tartufi ma si è certi che solo alcuni di essi possono essere cucinati e mangiati senza correre rischi.

Il tartufo, molto popolare in questi anni, è un cibo dalle tante proprietà benefiche, essendo ricco di carboidrati, fibre e anche proteine.

Inoltre, questo fungo contiene altre importanti sostanze nutritive, quali vitamine e minerali. Parliamo di calcio, vitamina C, magnesio, fosforo e acidi grassi saturi e insaturi.

Apprezzato anche come antiossidante, il tartufo aiuta a proteggere le cellule e a combattere i radicali liberi.

Se fido dovesse mangiarlo accidentalmente, insomma, non dovrebbe cadere vittima di pericoli. Nonostante i suoi benefici, però, il fungo può provocare, almeno in noi umani, delle gravi patologie. Ma è così anche per il cane? Leggiamo più avanti.

Potrebbe interessarti anche: Il cane può mangiare la noce moscata? Tutto ciò che c’è da sapere

Fido e la tentazione del tartufo: quali sono i pericoli

Come rendersi conto di un possibile pericolo per fido a contatto con il tartufo o altre tipologie di funghi? Ecco a cosa bisogna stare attenti per proteggere la salute e la vita stessa dell’animale domestico, soprattutto quando ci si avventura nella natura.

Il cibo adatto al cane
(Foto Pexels)

É difficile capire come comportarsi se fido ha voglia di mangiare un fortunato tartufo scovato nel terreno.

Siccome i veterinari esperti reputano sia rischioso, o meglio, tossico, per il peloso, l’ingestione di funghi, si consiglia di prestare molta attenzione ad eventuali segnali di intossicazione nel cane.

Quando si verifica l’avvelenamento nel cane, si manifesteranno delle reazioni particolari.

Nel caso in cui si nota il cane camminare in uno stato di confusione e sbandamento, con altri sintomi come debolezza generale, vomito, diarrea, tremori e convulsioni nel cane, si consiglia di contattare urgentemente il medico.

Considerando tutti questi possibili pericoli per fido, sarebbe opportuno non esagerare con le dosi di tartufo per lui.

L’ideale è provare la reazione allergica del peloso offrendogli una quantità piccolissima e consultarsi sempre e comunque con il veterinario esperto circa la sua nutrizione.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.