Home Cani Alimentazione Cani Il cane può mangiare le capesante? Pro e contro di questo alimento

Il cane può mangiare le capesante? Pro e contro di questo alimento

Il cane può mangiare le capesante oppure sono nocive per il suo organismo? Scopriamo insieme i pro e i contro di questo alimento.

Il cane può mangiare le capesante?
(Foto Adobe Stock)

Quando siamo a tavola, non possiamo condividere proprio tutto con Fido; allo stesso tempo, data la grande varietà di alimenti di cui ci si può cibare, non si può sapere tutti quelli che possono fargli male e quelli che invece possono essere utili al suo organismo. Ad esempio, il cane può mangiare le capesante? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Cane e capesante: un binomio possibile?

Mangiare il pesce è molto importante per il cane, date le varie proprietà benefiche per il suo organismo; purché gli sia dato nella giusta misura e con i condimenti più adatti alla sua salute.

Capesante
(Foto Adobe Stock)

Ovviamente non basta sapere che il cane possa mangiare il pesce; occorre sempre informarsi se uno specifico alimento sia adatto al suo benessere.

Ad esempio Fido in quanto onnivoro può mangiare anche la frutta; eppure all’interno di tale categoria vi sono degli alimenti tossici per il suo organismo, come ad esempio l’uva. Dunque ci chiediamo se il cane possa mangiare le capesante. La risposta è positiva: si tratta di un alimento che presenta, indubbiamente, delle importanti proprietà nutritive.

Su tutte l’Omega-3, un grasso che costituisce un toccasana per articolazioni e cuore dell’animale, oltre a beneficare anche pelle e pelo. Inoltre è ricchissimo di sali minerali: contiene infatti , magnesio, fosforo, potassio, selenio, zinco, rame e ferro. La capasanta contiene anche la vitamina B12, fondamentale per il cane.

Potrebbe interessarti anche: Il cane può mangiare le cozze? Pro e contro di questo alimento

Come dare le capesante al cane

Appurato che il cane possa mangiare le capesante, restano tuttavia delle importanti precisazioni da fare, da tenere bene in mente per tutelare la salute del nostro amico a quattro zampe.

cane con la ciotola
(Foto Adobe Stock)

Potrebbe interessarti anche: Dare il pesce al cane: perché non dovrebbe mancare nella dieta di Fido

Ecco quali sono le principali:

  • Cibo sempre cotto: in realtà si tratta di una vera e propria regola generale, quando si parla di pesce nell’alimentazione del cane. Il rischio legato al consumo di tali alimenti crudi è molto alto, ed è correlato alla possibile insorgenza di alcune patologie (si pensi all’avvelenamento da salmone nel cane). Pertanto il pesce, e le capesante non fanno eccezione, vanno sempre cotte;
  • Poco condimento: Se già sappiamo che il cane mangerà qualche capasanta, meglio separare quelle destinate al suo consumo da tutte le altre, per condirle in maniera diversa. No al sale né a tutte le altre spezie (da mettere totalmente al bando quelle tossiche per il cane, come la cipolla) ed evitare la frittura;
  • Spuntino: le capesante vanno cotte per i motivi su sposti, ma così facendo perdono gran parte delle sostanze nutritive che le caratterizzano. Questa è la ragione per cui non possono di certo costituire un alimento portante della dieta del cane, ma solo una variabile da inserire di tanto in tanto. Bene dunque fargliele assaggiare, ma preferibilmente all’ora dello spuntino o come premio, per aver eseguito un esercizio nella maniera corretta.

Antonio Scaramozza