Home Cani Australian shepherd: il perfetto mandriano

Australian shepherd: il perfetto mandriano

CONDIVIDI

australian shepherdAUSTRALIAN SHEPHERD: Riconosciuto dalla FCI sezione 1, gruppo 1 (cane da pastore). L’origine e lo sviluppo di questa splendida razza sono avvenute negli Stati Uniti d’America. Gli fu dato questo nome per associazione morfologica col cane da pastore di origine basca, che arrivò negli Stati Uniti nel 19° secolo e proveniva dall’Australia.
La popolarità del Pastore Australiano aumentò notevolmente con la comparsa di questa razza nei rodeos, concorsi ippici, film e spettacoli televisivi. Per la sua indole versatile e facile da educare, questo cane venne impiegato nelle fattorie e nei vasti  possedimenti americani. Il primo Club ufficiale di razza (ASCA) è stato fondato nel 1957 e lo standard che oggi ancora vale risale al 1976. Nel 1991 la razza viene ufficialmente riconosciuta dall’AKC e dal 1993 entra a far parte ufficialmente nell’AKC HERDING GROUP.

L’Australian shepherd di solito si presenta docile ma schivo, è un prezioso cane da lavoro, da sempre molto apprezzato nella condotta dei greggi di pecore. In america viene usato nella conduzione delle mandrie di bestiame.

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE: il pastore australiano è ben bilanciato, leggermente più lungo che alto, di media statura e ossatura, con una colorazione che offre varietà ed individualità. E’ un cane attento e vivace, flessibile e agile, solido e muscolarmente compatto. Ha un mantello di lunghezza moderata e privo di ruvidezza. La coda è tagliata o naturalmente lunga. La testa piccola ma ben proporzionata.  Naso: i soggetti blue merle e neri (bi o tricolore) hanno naso (e labbra) pigmentati di nero. I soggetti red merle e rossi (bi o tricolore) hanno naso (e labbra) pigmentati color fegato (marrone). Nei merle sono permesse piccole macchie rosa, che in ogni caso non devono eccedere il 25% della superficie nei cani con più di 1 anno di età, altrimenti deve essere considerato un grave difetto. Muso: di lunghezza uguale o leggermente più corto del cranio. Hanno uno stop moderato e ben delineato. Occhi: marroni, blu, ambra. I soggetti blue merle e neri (bi o tricolore) hanno palpebre con pigmentazione nera. I soggetti red merle e rossi (bi o tricolori) hanno palpebre con pigmentazione color fegato (marrone).

8376fd_586a3acd48afee87f592774b1903159cCOLORE: blue merle, nero (bi o tricolore), red merle, rosso (bi o tricolore) tutti con o senza focature e/o parti bianche, senza alcuna preferenza. L’attaccatura del collare non deve superare il garrese. Il bianco è accettabile sul collo (sia in parte che con collare completo), sul petto, sulle zampe, sulla parte inferiore del muso, macchie bianche sulla testa e relative estensioni nella parte inferiore lunghe sino a 10 cm. La parte bianca sulla testa non deve essere predominante e gli occhi devono essere interamente contornati da colore e pigmentati. I merle diventano caratteristicamente più scuri con l’avanzare dell’età. I difetti piu gravi sono le Orecchie a punta e orecchie ciondolanti. Mantelli non tipici.

CARATTERE E ATTITUDINE: Dolce, buono, riservato a volte anche schivo. Ha bisogno di tanto movimento, e di sfogare la sua energia, essendo molto intelligente, bisogna impegnarlo in lavori sempre nuovi e costruttivi prima che sia lui a scegliere cosa fare! Se avete voglia e vi siete innamorati di questa razza, noi dello STAFF DI AMORE A QUATTRO ZAMPE, vi consigliamo di rivolgervi ad un’ottima associazione che salvaguarda la razza: L’A.S.R.I. Chi meglio di loro conosce in prima persona questi splendidi cani.