Home Cani Il cane ha paura della palla: come aiutare Fido a superare questa...

Il cane ha paura della palla: come aiutare Fido a superare questa strana fobia

La paura della palla nel cane è piuttosto insolita; ma può capitare che sia proprio il nostro Fido ad avere questo problema. Come aiutare il nostro amico a quattro zampe?

Il cane ha paura della palla
(Foto Adobe Stock)

La paura è un’emozione primaria, molto spesso incontrollabile. Ed accomuna tutti gli essere viventi. Anche i nostri amici a quattro zampe hanno i loro timori, più o meno convenzionali. Di certo non è ordinario che un cane possa avere paura di una palla, notorio oggetto di gioco. Ma può capitare. Ecco qualche strategia per risolvere il problema.

Una paura inusuale

La palla è uno degli accessori tipici da impiegare nel gioco con il cane.

Razze canine bisognose di esercizio fisico
(Foto Pexels)

Fido si diverte nel correre inseguendo la sfera, afferrandola per i denti e riportandola al suo compagno umano, o calciandola a mo’ di calciatore. Insomma, è piuttosto inusuale – si potrebbe dire in altri termini improbabile -che un cane possa avere paura di una palla. Eppure è così.

Di certo non si tratta di una paura fortemente debilitante, che condiziona la vita del cane e dell’intero nucleo familiare. Non parliamo di oggetti usati costantemente in ambito domestico nella quotidianità; di una palla si può fare pure a meno, e, tutt’al più il cane la schiverà o si allontanerà da essa.

Insomma, nulla di irrinunciabile; la varietà di giochi per il cane è notevole, e non abbiamo necessariamente bisogno della palla.

Potrebbe interessarti anche: Perché il cane ha paura del phon? Spiegazioni e possibili soluzioni al problema 

Il cane ha paura della palla: la strategia da adottare

Tuttavia possiamo provare a risolvere il problema – sempre che come tale possa essere definito.

cane con palla
(Foto Unsplash)

Un buon approccio sarebbe quello di comprendere la ragione di una paura – ai nostri occhi – così banale. É chiaro che il cane non è predisposto naturalmente alla paura verso la palla; ed è piuttosto difficile che da piccolo non vi abbia mai giocato.

Pertanto l’origine è, di norma, traumatica: vi sono esperienze in merito che riportano come il cane abbia sviluppato la paura per la palla in seguito ad infortuni gravi (come la rottura della zampa) riportati durante il gioco.

Ed in fondo è più che comprensibile; il cane assocerà la palla, a partire da quel momento, ad un evento doloroso, sviluppando la paura di giocarci. Certo, se abbiamo deciso di adottare un cane adulto, probabilmente non saremo nella condizione di conoscerne il passato: possiamo solo immaginarlo.

Per risolvere il problema possiamo sfruttare il principio alla base della paura del cane, ovviamente in senso opposto; l’obiettivo deve essere quello di far associare all’animale un ricordo positivo legato alla palla, che lo invogli al gioco.

Potrebbe interessarti anche: Giochi da fare in casa con il cane: come divertirsi anche al chiuso

Come sempre è la pappa a giungerci in soccorso; per l’occasione è bene sfoderare il cibo preferito del cane.

Possiamo cominciare a mettere lo spuntino in una ciotola vicino alla palla, e verificare la reazione del cane; se ne mangia il contenuto potremo provare a fare qualche gioco con essa, facendoci “assistere” dalla pappa; in caso contrario, aumenteremo la distanza tra l’accessorio e la ciotola.

Se la prima fase ha esito positivo possiamo provare a movimentare l’accessorio, molto lentamente, nelle vicinanze del cane. Se rimane fermo premiamolo con uno snack, sempre al fine di favorire un’associazione positiva.

Lo step finale sarà un approccio ludico con la palla, sempre avvalendoci della medesima tecnica. Non dobbiamo avere fretta nel progredire; se il cane non ubbidisce è semplicemente perché ha paura, non certo perché vuole farci un dispetto.

Un risultato positivo, dunque, non è scontato; ed almeno in questo caso, non è così necessario. Esistono davvero tanti altri modi per divertirsi con il cane.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

A. S.