Home Cani Il cane si volta quando mi avvicino: il significato del suo gesto

Il cane si volta quando mi avvicino: il significato del suo gesto

Il cane si volta quando mi avvicino, un atteggiamento che può far restare male. In realtà, si tratta di un fraintendimento. Vediamo il vero motivo per cui fido fa così.

Il cane si volta quando mi avvicino
(Foto Unsplash)

L’amicizia del caro fido è qualcosa di molto importante per il suo padrone, il quale ha bisogno di sentirsi amato allo stesso modo e ogni giorno di più. Spesso, però, si possono verificare degli episodi che ci confondono o ci fanno dispiacere, come quello di vederlo indifferente alle nostre coccole. Ma se così non fosse? Vediamo, in questo articolo, perché il cane si volta quando mi avvicino a lui e come comportarsi a riguardo.

Il cane si volta quando mi avvicino: il motivo

La prima cosa che ci viene in mente di fare quando vediamo il nostro cane è quella di avvicinarci e abbracciarlo forte, magari dargli un bacino. Ma se fido reagisse in modo negativo, voltandosi o allontanandosi? Cosa significa il suo gesto? Continuiamo a leggere.

Bau si volta quando mi avvicino a lui
(Foto Pexels)

Poter amare il proprio cane ed esternare tutto l’affetto che si prova per lui è una gioia immensa e non si riesce mai a resistere nel fargli tante coccole, anche più del dovuto.

Accarezzare fido, standogli accanto, è un gesto assolutamente spontaneo da rivolgere all’animale domestico, che è qualcosa di più, un compagno di vita.

Quando bau si sente protetto e amato dal suo padroncino non ha problemi ad avere un contatto fisico con lui, si lascia abbracciare ed è felice di giocare insieme.

A molti sarà successo di dire: “Il cane si volta quando mi avvicino”, un comportamento strano e inspiegabile, essendo consapevoli del buon rapporto con lui. Allora, perché fido dovrebbe avere una reazione simile? La comunicazione canina è molto importante.

In effetti, si tratta di un segnale che fido vuole inviare al suo padrone riguardo il suo approccio. Per il cane, vedere il suo padrone avvicinarsi al suo volto è come un gesto di invasione, di contatto eccessivo.

Il suo voltarsi quando ci si avvicina troppo, quindi, è il modo di bau per esprimere il disagio di quella situazione. Questo gesto, poi, può essere accompagnato da altri segnali, i cosiddetti “segnali di calma” canini, come i seguenti:

  • Leccarsi il muso: fido fa passare la lingua più volte su naso e bocca, indicando un chiaro disagio, gesto frequente nell’animale.
  • Distoglie lo sguardo: seppur restando fermo sotto il nostro abbraccio, il cane tenderà a non incontrare i nostri occhi, ritenuta da lui come una intimidazione.
  • Leccate troppo veloci: bau può iniziare a leccare troppo per distogliere il padrone dalle sue intenzioni. Devi sapere che fido, quando è sereno, tende a dare leccate lente.
  • Fido si allontana: se il cane si allontana appena ci si avvicina al suo volto, significa che si sente molto a disagio.

Potrebbe interessarti anche: Perché il cane si gira dall’altra parte: il significato del suo gesto

Fido reagisce male alla tua presenza: come intervenire

Essere attenti alla reazione del cane ai nostri gesti e comportamenti quotidiani è essenziale per instaurare un’amicizia serena e duratura. Occorre imparare a capirlo e a saper interpretare i suoi messaggi non verbali. Ecco qualche consiglio utile su cosa fare con fido.

Il comportamento del cane
(Foto Pixabay)

Se si nota un comportamento strano del cane quando ci si avvicina a lui, nel momento in cui rivela uno o più segnali di calma tra quelli citati sopra, è bene sapere che bisogna smettere di fare ciò che si stava facendo.

Il consiglio più importante è proprio questo: non compiere più quel gesto che gli crea disagio. Mentre le persone sono abituate ad esprimere le loro emozioni tramite questi gesti affettuosi, per l’animale domestico è diverso.

Deve essere il cane a cercare il contatto e il comportamento più affettuoso che può riservarci è quello di voler dormire o fare un pisolino accanto a noi.

É fondamentale saper comunicare le proprie intenzioni e saper interpretare quelle del proprio peloso per non cadere in equivoci e dare avvio a fraintendimenti continui.

Diamo modo a fido di esprimersi con naturalezza e di avvicinarci a lui quando lo desidera per primo, senza creare confusione o disagio. Dimostrarsi comprensivi e sensibili in ogni situazione, darà i frutti migliori nella convivenza.