Home Cani Alimentazione Cani Alimentazione dei cani: cosa può mangiare e quali cibi deve evitare

Alimentazione dei cani: cosa può mangiare e quali cibi deve evitare

CONDIVIDI

Il cane è onnivoro, ma quali sono i cibi che possono aiutarlo a crescere e quali assolutamente dannosi per la sua salute? Ecco la lista.

Alimentazione del cane: quali sono i cibi consigliati?

Cresce la percentuale di padroni che optano per un’alimentazione ‘casalinga’ per i loro cani, a dispetto dei prodotti nutritivi presenti in commercio per paura che essi possano contenere additivi e scarti industriali. Purtroppo è altrettanto vero che la definizione di ‘dieta domestica’ sia piuttosto ampia e comprenda anche gli avanzi alimentari dei nostri pasti. Far seguire al cane una dieta con prodotti preparati in casa vorrà dire garantirgli l’apporto calorico e nutritivo di cui ha bisogno, lo stesso contenuto nelle crocchette che si vendono in commercio. Il fatto che il cane sia onnivoro e che si adatti facilmente alla dieta predisposta per lui, non può diventare il nostro alibi per dargli tutto ciò che capita. Per soddisfare il fabbisogno del cane la pappa più comune è un insieme di carne (in prevalenza bianca), riso (per il giusto apporto di carboidrati) e una verdura. Il composto rigorosamente privo di sale, spezie o altro tipo di condimento può essere amalgamato con un filo d’olio o un tuorlo d’uovo. Per aiutarvi a preparare le pappe in casa, ecco la lista dei cibi che sono consigliati per arricchire il pasto del vostro Fido.

Quando avremo deciso di ‘passare’ alla dieta preparata in casa è bene rispettare la regola della transizione: non deve verificarsi un cambio repentino di alimentazione che potrebbe rivelarsi sbagliata. E’ importante che il cane assaggi gradualmente il pasto fatto in casa, inizialmente in piccole quantità e sostituendo in parte i vecchi alimenti dell’altra dieta.

Gli alimenti consigliati per i cani

Sedano e carote: queste ultime non devono essere necessariamente bollite, in quanto anche crude conservano le proprietà benefiche per il suo organismo come minerali, fibre, vitamine e carboidrati. Le carote migliorano la vista, ed entrambi sono un ottimo rimedio contro la diarrea e possono essere tra gli snack da usare come premio.

Burro di arachidi: l’importante è che sia semplice e senza sale. Le controindicazioni sono dovute ai grassi in esso contenuti e possono causare obesità e sovrappeso.

Uova: è consigliabile bollire l’uovo per scongiurare il pericolo di salmonella. L’uovo cotto invece è ricco di vitamine e minerali.

Salmone e gamberi: ricco di Omega 3, questi così come gli altri pesci, non devono mai essere consumati crudi in quanto la presenza di batteri e parassiti possono sviluppare un enzima, la tiaminasi, che col tempo può causare danni neurologici.

Formaggi: sono preferibili quelli a pasta molle poiché quelli stagionati sono troppo salati. Il consumo eccessivo di formaggi, come del latte assoluto, tuttavia può inibire la digestione e causare mal di stomaco o diarrea.

Fragole, more e mirtilli: utili antiossidanti naturali, sono tra i frutti più utili alla sua alimentazione perché ricchi di fibre, minerali e vitamine. Anche i mirtilli rientrano negli snack da prediligere come premio per un comportamento corretto.

Ananas, anguria e mango: esattamente come i mirtilli possono essere premio per il cane obbediente. Ricchi di vitamine, fibre e minerali, tali frutti devono essere rigorosamente privati della buccia e dei semini che, oltre ad essere difficilmente digeribili, possono ostruire le vie respiratorie.

Pane: va bene dare il pane al nostro cane purché sia cotto ma sempre senza esagerare, poiché un eccessivo apporto di carboidrati potrebbe risultare dannoso. Il lievito assoluto o contenuto nel pane crudo infatti contiene un fungo dannoso per il cane che può provocare nausea, vomito e letargia.

Mais, funghi e Pomodori: a parte quelli verdi ancora troppo acerbi, che possono essere dannosi sia per il cane sia per l’umano, i pomodori rossi maturi possono essere mangiati una volta ogni tanto.

LEGGI ANCHE: Come intervenire in caso di avvelenamento del nostro cane

Gli alimenti da evitare

Cipolla e aglio: contengono allicina che può causare l’anemia emolitica. Sebbene diversi studi recenti abbiano dimostrato le proprietà antibiotiche, antifungine e antiparassitarie dell’aglio, restano entrambi degli alimenti da evitare.

Noci di Macadamia: sebbene i sintomi siano molto fastidiosi, come diarrea, vomito e atassia questi frutti dell’omonimo albero, non sono letali. Ma è meglio evitarle totalmente.

Caffè, the e cioccolata: tutti e tre contengono la molecola della xantina, responsabile di causare danni permanenti al sistema cardio-vascolare, nervoso, renale e muscolare. Se notiamo nel cane sintomi di diarrea o vomito, e brividi come quelli della febbre, cerchiamo di capire se ha ingerito per sbaglio uno dei tre elementi. Sebbene gli possa piacere molto è assolutamente sconsigliato dare del cioccolato al nostro cane.

Alcool: non si intendono solo le sostanze alcoliche dei drink, ma anche quelle contenute nei profumi, nel collutorio e nelle mele marce. Bere tali sostanze è molto pericoloso poiché potrebbe condurre a intossicazioni etiliche.

Uva e uvetta: assolutamente da evitare poiché, sebbene ricche di acido linoleico e acidi grassi, possono causare delle lesioni interne molto pericolose.

Ossi cotti: possono facilmente frantumarsi e rimanere incastrate nei denti o peggio forare organi interni. E’ dunque preferibile dare ossi crude e mai quelle di scarto dalle nostre minestre o brodini.

F.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI