Home Cani Come educare il cane: un excursus fai da te realizzato da specialisti

Come educare il cane: un excursus fai da te realizzato da specialisti

CONDIVIDI

caneaddestramento

Ci sono diverse metodologie per addestrare un cane, così come scuole di pensiero sul suo apprendimento. Inanzitutto è importante tenere a mente alcune regole che vanno nel senso del rispetto della natura stessa della specie, ricordandosi che l’obiettivo dell’addestramento è mirato nell’interazione uomo-cane per una migliore convivenza e non certo alla sottomissione dell’animale, quanto nei casi più estremi in una sua utilità che deve però essere intesa come collaborazione ad esempio per i cani da guardia o da custodia del gregge. Negli ultimi anni si sono diffuse forme di addestramento non coercitive con le quali sviluppare le capacità cognitive dell’animale, alla luce e di pari passo con le scoperte nel settore delle neuroscienze e dello studio comportamentale dei cani. Queste tecniche possono variare dal sistema click training al rinforzo positivo think dog.

Tuttavia, ci sono degli addestramenti fondamentali e basic con i quali insegnare al cane determinati comandi utili anche per la sua sicurezza. Senza recarsi dall’addestratore, a volte necessario e consigliato per alcuni tipi di razza, è stato lanciata una piccola guida ad un costo piuttosto contenuto che potrebbe aiutare a capire il cane e con la quale imparare ad addestrarlo.

Il manuale “Addestramento del cane” e il report “Chi è il capobranco”” potrebbero essere degli strumenti utili per chi si relaziona per la prima volta ad un cane o chi intende migliorarne la relazione. Si tratta di un cofanetto eBook Sull’Addestramento Ed Educazione Dei Cani, scaricabile anche online, con un servizio di 12 mesi di “Consigli via Email”, prodotto da corsoaddestramentocani.com.

Un manuale piuttosto necessario per diversi casi da quelli in cui il cane non risponde al padrone, ovvero non torna quando viene chiamato, se tira troppo al guinzaglio, un comportamento piuttosto frequente e diffuso che potrebbe mettere in pericolo il padrone oppure casi in cui l’animale è diventato troppo aggressivo nei riguardi di altri cani o se abbaia troppo. In questo universo di vizi, in cui il cane ha preso il soppravento o palesa delle insicurezze, c’è sempre un rimedio e piccoli trucchi da conoscere. Nei casi peggiori, c’è sempre l’addestratore che potrà cercare di intervenire.

Ecco allora un piccolo supporto con il quale iniziare a creare un rapporto equilibrato con fido: per informazioni clicca qui