Home Cani Come spazzolare il cane dal pelo riccio: i vari consigli

Come spazzolare il cane dal pelo riccio: i vari consigli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:10
CONDIVIDI

Potrebbe sembrare difficile spazzolare un Barboncino o un Lagotto Romagnolo, ma non è così. Ecco come spazzolare il cane dal pelo riccio.

come spazzolare il cane dal pelo riccio
Come spazzolare il cane dal pelo riccio: i vari consigli (Foto Adobe Stock)

Quando si decide di adottare un cane bisogna essere a conoscenza di prendersi cura di lui non solo alimentandolo e portandolo dal veterinario, ma anche curando il suo pelo, sia che esso sia liscio, sia che sia riccio.

Uno dei passaggi della cura del pelo del cane consiste nella spazzolatura. Molte persone pensano che sia un passaggio difficile quando si tratta di cani dal pelo riccio, ma non è affatto così. Vediamo insieme come spazzolare il cane dal pelo riccio può risultare semplice.

Potrebbe interessarti anche: Rimedi naturali per il pelo del cane: come prendersene cura

Spazzolare un cane dal pelo riccio: ecco come

barboncino
(Foto Adobe Stock)

Chi convive con un cane dal pelo riccio come un Barboncino o un Lagotto Romagnolo, è a conoscenza che il suo mantello è soggetto alla formazione di piccoli nodi, causati da peli caduti che rimangono impigliati nel mantello o da detriti e sporcizia.

Per questo motivo è molto importante avere cura del pelo del cane e soprattutto spazzolarlo nel modo giusto. Se ciò potrebbe sembrarvi difficile in quanto vi ritrovate molti ricci davanti, non è affatto così. Basta avere pazienza ed essere delicati.

Prima di tutto per effettuare una buona spazzolatura del nostro amico a quattro zampe dal pelo riccio, è necessario avere a disposizione 2 tipi di spazzole:

  • Cardatore: Utile per eliminare i nodi ed aprire il pelo senza graffiare la cute di fido
  • Pettine a denti larghi: Ottimo per eliminare eventuali impurità e lisciare il pelo del cane

Dopodiché passate il cardatore su tutto il mantello del vostro amico peloso, partendo dalla pelle del cane e arrivando alla punta del pelo, facendo un movimento anche a zig-zag, in questo modo potete facilmente sciogliere ed eliminare i nodi dal manto di fido.

In seguito pettinate in contropelo il vostro amico a quattro zampe con il pettine a denti larghi. E’ necessario inoltre non utilizzare quest’ultimo solo in superficie altrimenti il pelo di fido resterà infeltrito.

Quante volte spazzolare il cane?

Barboncino
Barboncino (Foto Pixabay)

Spazzolare il cane non solo rende il suo pelo più pulito, ma influisce anche sulla sua salute. In quanto grazie alla spazzolatura è più facile evidenziare la presenza di parassiti o di ferite e agire in tempo. Per questo motivo bisogna eseguire una corretta spazzolatura.

Per quanto concerne le volte in cui bisogna pettinare il proprio cane, è necessario farlo almeno 2 volte a settimana, a seconda della lunghezza del mantello. In quanto un manto più lungo deve essere curato più frequentemente rispetto ad uno più corto.

Marianna Durante