Home Cani Il cucciolo non risponde quando lo chiamo: cause e soluzioni per il...

Il cucciolo non risponde quando lo chiamo: cause e soluzioni per il cane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:05
CONDIVIDI

Il tuo cucciolo ti ignora ad ogni richiamo? Scopri tutte le cause quando il cucciolo non risponde quando lo chiamo e i rimedi migliori.

Il cucciolo non risponde
Il cucciolo non risponde al richiamo: cosa fare e come interpretarlo (Foto Pixabay)

Lo fa per dispetto o per qualche problema serio di salute? E’ questo che dobbiamo scoprire, fatto sta che il cucciolo di cane non risponde quando lo chiamo. I motivi, così come i rimedi, possono essere diversi ma dobbiamo fare attenzione perché questa sarà la base della sua educazione. Inoltre saranno indicati alcuni consigli fondamentali per impartirgli i comandi di base e fargli seguire qualche piccola regola, anche in tenera età.

Potrebbe interessarti ancheIl cane cucciolo attacca e fa agguati: quali sono le cause e come educarlo correttamente

L’educazione del cucciolo di cane: l’ABC del richiamo

Cane che riposa
Cane che riposa (Foto Pixabay)

Oltre alla gioia e alle feste che si fanno (giustamente) quando un cucciolo arriva in casa nostra, è opportuno fargli capire che anche lui dovrà seguire delle regole in casa (Leggi qui: La prima notte del cane a casa: dall’arrivo al mattino seguente). Tra questi, uno dei primi comandi, è sicuramente quello di farlo avvicinare a noi quando lo chiamiamo. Non serviranno più parole diverse, tanto meno dei discorsi che il cagnolino ignorerebbe di buon grado, ma basterà una sola parola, chiara e ben riconoscibile. Che sia un ‘Vieni’ o un ‘qui’ è importante che il cucciolo capisca che deve venire a noi perché associa l’esecuzione di quell’ordine a quella parola.

Molto utile è utilizzare questa parola prima di qualche azione che il cane ha piacere di fare, come ad esempio il momento della pappa oppure quello dei giochi o ancora una passeggiata. In questo modo il cucciolo capirà che, una volta eseguito l’ordine di avvicinarsi, otterrà quello che desidera. Insomma il fatto che il cane possa associare questo segnale a qualcosa di positivo lo stimolerà sicuramente a farlo ogni volta che lo richiediamo.

Il cucciolo non risponde quando lo chiamo: cause possibili

Il cucciolo non risponde
Il cucciolo non risponde al richiamo: perché ci ignora e cosa possiamo fare (Foto Pixabay)

Ma perché il cane cucciolo ignora completamente ogni mio richiamo? Le cause possono essere diverse: eccole.

  • Maleducazione: un cane cucciolo è come un bambino piccolo che ha bisogno di essere educato, quindi lui potrebbe solo essere indisciplinato o non abituato a sentire (ed eseguire) i nostri richiami.
  • Non ci capisce: probabilmente utilizziamo un linguaggio poco comprensibile per lui. Basteranno poche e semplici parole, intuibili facilmente e subito.
  • Ricompense non allettanti: a quanto pare per il piccolo Fido ‘il gioco non vale la candela’. Ciò che gli proponiamo in cambio non gli piace o non è abbastanza allettante per i suoi gusti. Proviamo a cambiare il ‘premio’ e aspettiamo di capire se quello scelto è più irresistibile.
  • Ha paura di noi: se ci rivolgiamo a lui con violenza, aggressività o rabbia il cane potrebbe non fidarsi più di noi e avere timore di avvicinarsi, soprattutto se cucciolo (Leggi qui: Come essere un buon padrone per il cane).

Come farsi ascoltare dal piccolo Fido

Cuccioli di Bulldog
Cuccioli di Bulldog (Foto Pixabay)

Una volta compreso il motivo del mancato avvicinamento del cucciolo, passiamo alle soluzioni. Insegnargli ad avvicinarsi quando lo chiamiamo non è solo necessario per la sua educazione ma anche per la sua incolumità fisica: pensiamo a situazioni di pericolo in cui potrebbe trovarsi il cucciolo (leggi qui: Il cane in giardino: pericoli da non sottovalutare e come prevenirli). Se si avvicinerà a noi quando lo richiamiamo sarà più facile gestirlo e proteggerlo. Vediamo come fare.

Luoghi prima chiusi poi aperti: meglio fare le prime prove di ‘educazione al richiamo’ in casa, in un luogo protetto e che il cucciolo conosce. Una volta appreso il comando, sarà pronto ad eseguire i comandi anche all’aperto.

Premiarlo: trovargli una ricompensa sempre nuova e stimolante può essere un ottimo rimedio se il cucciolo non risponde quando lo chiamo. E quando esegue il comando, non dimentichiamo di lodarlo e coccolarlo un po’.

Calma e pazienza: se non vogliamo compromettere il rapporto con il nostro cagnolino e non vogliamo che sia terrorizzato dalla nostra presenza, non perdiamo mai la calma. Il cane deve sempre fidarsi di noi e non temerci. Non ci agitiamo e non diamo segni di insofferenza né nella voce né nei gesti, perché il nostro nervosismo nei gesti potrebbe solo agitare anche lui.

Incuriosiscilo: facciamo cose insolite, come ad esempio sdraiarci o assumere una posizione particolare. Il cane potrebbe essere stimolato ad avvicinarsi per capire cosa sta succedendo.

Vallo a prendere: se il cucciolo non risponde al nostro richiamo è necessario andare a prenderlo. Di certo non può e non deve essere questa la soluzione, ma in casi di emergenza, a mali estremi …

Francesca Ciardiello