⚠🌼 Fiori di primavera estremamente tossici per cani e gatti: tienili lontani!

Foto dell'autore

By Diana Cavalieri

Cani, Gatti

Con il comparire dei fiori della primavera occorre fare attenzione a quelli tossici per cani e gatti: ecco quali sono.

gatto nel prato
Gatto soriano tra i fiori (Pexels – Canva – Amoreaquattrozampe.it)

La primavera porta con sé aspetti positivi ed aspetti negativi. Questi ultimi si possono individuare facilmente nelle allergie per le persone e nei pericoli che ci sono in agguato per i nostri animali.

Infatti, in primavera si risveglia tutto, anche insetti pericolosi, così come fiori estremamente tossici per cani e gatti. In un periodo in cui le passeggiate e il tempo trascorso all’aperto sono all’ordine del giorno, è opportuno sapere quali sono.

Ecco perché vi daremo un elenco di fiori che non devono mai entrare in contatto con il vostro Fido o con il vostro Micio. Le conseguenze per la sua salute possono essere anche molto gravi.

Primavera: quali sono i fiori tossici per cani e gatti?

Alcuni fiori sono del tutto innocui, così come alcuni tipi di erbe. Altri, invece, rappresentano un serio pericolo per i nostri animali ed è opportuno sapere quali sono o come agire nel caso di un contatto.

Cane nel prato
Cane disteso nell’erba (Pixabay – Amoreaquattrozampe.it)

Ecco una piccola lista dei fiori da tenere lontano dai nostri piccoli amici a quattro zampe:

  • tulipano: il bulbo è estremamente velenoso per un cane e per un gatto, tanto da provocare, se ingerito, una grave irritazione della bocca e della gola;
  • campanula: delicato e bellissimo fiore blu che cresce nei boschi, è estremamente tossico per il cane che, però, ha modo di avvicinarsi molto spesso;
  • crocus: questo fiore a forma di coppa provoca disturbi gastrointestinali, quindi, vomito e diarrea;
  • narciso: tra i sintomi del contatto ci sono salivazione eccessiva, vomito, aritmia cardiaca e difficoltà respiratoria;
  • bucaneve: il bulbo di questa pianta è altamente pericoloso, i sintomi iniziano con disturbi gastrointestinali, ma possono diventare anche letali.

La gravità dei sintomi è correlata alla quantità di sostanze tossiche ingerite. Tuttavia, la soluzione migliore sarebbe tenere lontano gli animali da questi fiori, se sono presenti in casa e in giardino.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER

Inoltre, fare attenzione durante le passeggiate con il cane e tenerlo lontano da fiori che attirano la sua curiosità.

Cosa fare in caso di intossicazione

La cosa migliore da fare è non perdere mai di vista il proprio animaletto domestico. Tuttavia, possono rivelarsi dei veri dispettosi, oppure tanto curiosi da andare a mangiare qualche petalo o ciuffo d’erba che non dovrebbero mangiare.

A questo punto è molto importante osservare i sintomi. Se si tratta di irritazione alla bocca è utile un lavaggio con acqua fresca e bicarbonato.

Ma l’azione da fare immediatamente è prendere il telefono e descrivere la situazione dei dettagli al veterinario. L’esperto saprà cosa suggerire ed eventualmente preparerà una cura mentre si porta l’animale nel suo studio.

Impostazioni privacy