Home Cani Linguaggio dei cani: si aprono alle persone attraverso l’empatia

Linguaggio dei cani: si aprono alle persone attraverso l’empatia

CONDIVIDI
linguaggio cani empatia
Cane e uomo, una questione di empatiaintellign

Il processo di auto-addomesticamento del cane risale a circa 14mila anni fa. Un legame che si è sviluppato e rafforzato nell’arco dei milleni per cui è lo stesso cane che si è avvicinato all’uomo che gli dava del cibo. Secondo gli esperti, come riporta un interessante articolo pubblicato sul New Haven Registrer,  vi sarebbe stata una seconda evoluzione risalente a 2000 anni fa quando l’uomo si sarebbe accorto che il cane poteva essere utile. In tal senso, sarebbe iniziata la fase di riproduzione e selezione delle razze destinate a specifiche utilità del cane in base alle qualità, l’indole e le caratteristiche morfoglogiche dell’animale. Dal cane adatto per la custodia del gregge al cane da guardia.

Negli ultimi anni, i ricercatori si sono concentrati sulla sfera cognitiva del cane, cercando di capire il suo linguaggio e la comunicazione con l’uomo. L’addomesticamento ha portato anche a sviluppare gli affetti grazie anche all’ormone ossitocina, detto anche l’ormone dell’amore, che rafforza il sentimento di amore sia tra un uomo e un bambino che tra i cani e gli umani. Un fattore rivelante per capire il ruolo dell’empatia nel rapporto e nella comunicazione con il cane.

Linguaggio dei cani e l’ormone dell’amore

“Quando ti rendi conto che lo stesso ormone che viene rilasciato da una persona in presenza di un neonato ha la stessa azione nei cani portas a pensare che in lui si verificano sensazioni molto simili. Quindi i cani ci amano”, ha dichiarato Angie Johnston, ricercatore il Canine Cognition Center dell’università di Yale, negli Stati Uniti.

I ricercatori sono affascinati da questo fattore che si verifica solo nei cani e non nei lupi, anche nel caso in cui i lupi anno vissuto con gli umani. “E’ qualcosa che i cani hanno sviluppato- prosegue la Johnston, vivendo al fianco dell’uomo ed è diventato un vero amore”.

Oltre al sentimento d’amore, i cani hanno empatia. Si tratta di una facoltà cognitiva che li porta ad avvicinarsi alle persone in un modo davvero raro come viene registrato nei casi dei cani che sono utilizzati per la Pet Therapy.

empatia cani
Cane guarda con amore il padrone

Il linguaggio dei cani passa attraverso l’empatia

“I cani permettono alle persone di esprimersi in modi che nessun altro essere sa fare”. E’ quanto ha affermato Kay Codish la responsabile di Boone, un labrador impiegato nella terapia assisita con persone affette da Alzheimer.

“Lasciano che le persone si aprano. Permette alle persone di connettersi con lui”, ha poi aggiunto Codish.

Affermazioni preziose che rivelano una dimensione spesso ignorata da chi comunemente tende a dire che un cane è solo un cane.

Kathy Shae, fondatrice del Paws ‘N Effect Canine Training Center, centro di addestramento di cani da destinare alla Pet Therapy, si spinge oltre.

La Shae ha infatti ricordato che questo modo di aprirsi “è intuitivo per loro, non è verbale ma è empatico nel suo senso più puro”.

“C’è una connessione che è incredibilmente profonda. Penso che abbiamo perso l’empatia e che a differenza di noi, i cani abbiano invece acquisito empatia in senso evolutivo ed è per questo che ci siamo associati”, ha concluso la Shae.

C.D.