Home Cani Pomsky: la razza canina frutto di incrocio tra Volpino e Husky

Pomsky: la razza canina frutto di incrocio tra Volpino e Husky

Il Pomsky è un incrocio tra cani appartenenti a due razze diverse: scopriamo tutto ciò che c’è da sapere su questo incredibile esemplare.

Husky Volpino di Pomerania
(Foto Adobe Stock)

Occhi vispi e musetto tenero: stiamo parlando del Pomsky, un incrocio tra Volpino di Pomerania e Husky. Incantevole, buffo e socievole, vediamo nel dettaglio quali sono le origini di questo cane, il suo aspetto e il suo carattere esuberante. Senza dimenticare, naturalmente, di capire di più sul suo stato di salute e sulle patologie a cui è predisposto.

Storia del Pomsky: le origini di questo incrocio

Come abbiamo visto, il Pomsky è un cane ibrido, nato dall’incrocio di due razze tra loro molto diverse.

razza ibrida
(Foto Adobe Stock)

Come conciliare, in primo luogo, la differenza di taglia tra Volpino di Pomerania e Husky? Per ragioni di salute, viene praticata l’inseminazione artificiale.

Le origini del Pomsky sono recenti: a dare origine a questa razza ibrida sono stati allevatori di cani della Gran Bretagna e degli Stati Uniti.

Quanto costa un cucciolo di Pomsky?

Il prezzo per un cucciolo di questa razza varia in base all’allevamento cui ci si rivolge, oltre che all’età e al sesso del quattro zampe.

In generale, occorre considerare che il processo che conduce alla nascita del Pomsky è del tutto artificiale e risulta lungo e complicato.

Per questo, i cuccioli risultano costosi. Il loro prezzo, infatti, può variare tra i 2500 e i 5000 euro.

Potrebbe interessarti anche: Goldendoodle: il dolcissimo incrocio tra Barboncino e Golden Retriever

Aspetto e caratteristiche fisiche

Il Pomsky è un cane di taglia medio-piccola.

cane ibrido
(Foto Adobe Stock)

Il suo aspetto ricorda un Siberian Husky in miniatura: tendenzialmente, il suo peso non supera i 14 kg.

La colorazione del manto di questo incrocio è bicolore, con tonalità che vanno da nero e marrone fino al bianco.

Il suo pelo è folto e lungo: una vera e propria protezione in grado di tenerlo al caldo anche alle temperature più fredde. Il Pomsky, tuttavia, è soggetto a intensa perdita di pelo, non solo durante il periodo di muta.

A differenza degli Husky, il corpo di questi incroci è meno slanciato: rotondetti e dalle zampe corte, hanno il perenne aspetto di dolcissimi cuccioli.

Quanto diventano grandi i Pomsky?

Come abbiamo anticipato, si tratta di una razza di taglia piccola.

Prima di accoglierlo nella nostra casa, però, dobbiamo considerare che ci sono degli esemplari mediamente robusti, che possono raggiungere anche un peso compreso tra i 7 e i 14 kg, per un’altezza al garrese che varia tra i 15 e i 33 cm.

Per scoprire il temperamento del Pomsky e tutto quello che c’è da sapere sulla salute e le malattie più frequenti di questo incrocio, clicca su SUCCESSIVO