Home Cani Quali sono le accortezze che dovremo usare con un cane anziano?

Quali sono le accortezze che dovremo usare con un cane anziano?

CONDIVIDI

Quand’è che un cane va reputato anziano?

L’età varia secondo diversi fattori tra cui le sue dimensioni: un cane di piccola taglia entrerà nella “terza età” a dieci anni; un cane di grandi dimensioni (26-45 kg) a 8-9 anni, che si riducono a poco più di sette per cani oltre i 45 kg di peso.

Per migliorare la qualità di vita di un cane possiamo attuare piccole accortezze quotidiane come: una sana e igiene del mantello, una corretta alimentazione casalinga e ricca di proteine, evitare sbalzi d’umore e momenti stressogeni, evitare sforzi pesanti e prolungati e cercare di non sfalzare i ritmi del sonno.

Quali sono i segnali dell’invecchiamento nel cane?

  • il pelo si imbianca sul muso e sugli occhi
  • il cane tende a correre di meno e a riposare di più
  • le unghie diventano più fragili e la pelle sottile
  • controlla meno i bisogni fisiologici come urinare spesso o defecare raramente e l’alito diventa pesante per via del tartaro
  • la percezione sensoriale diminuisce, le cataratte scendono e l’udito si affievolisce

E’ importante che il cane non smetta di fare attività fisica, per controllare il peso, ma che non compia sforzi esagerati. Inoltre è meglio che non si lanci in sfrenate corse in libertà, perché è sempre possibile che eventuali disturbi cardiocircolatori, respiratori o renali, si acuiscano, con esiti spesso mortali.
Dovremo ricordarci di evitare ostacoli e ingombri inutili in casa che possano ostacolare la visibilità del cane, attenzione anche alle scale, magari proteggendole con un cancelletto.Per un cane anziano le passeggiate dovranno essere tenute al guinzaglio e controllate.

 

Un cane anziano dovrà fare dei controlli periodici ai denti per scongiurare gengiviti e problemi di tartaro che possono far marcire i denti, e quindi ridurre notevolmente l’assunzione di cibo con conseguente perdita di peso.
Con l’avanzare dell’età c’è anche l’eventualità che il cane manifesti malattie degenerative come: diabete, insufficienza renale, e tumori del tratto digestivo.
In ogni caso è consigliabile un check-up annuale dal veterinario che valuterà la funzionalità dei diversi organi e apparati. Infine andrà controllato mensilmente il peso del cane: aumenti e diminuzioni repentine del peso sono un campanello d’allarme di possibili patologie.

Per quanto riguarda i problemi ossei e muscolari del cane anziano come artriti e artrosi, possiamo sperimentare l’uso del carrellino deambulante che lo aiuterà a camminare e spostarsi come faceva prima. Qui di seguito il link per costruirne uno fai da te. —> CARRELLINO PER IL CANE FAI DA TE