Home Cani Razze pericolose: tasso alcolemico per i proprietari dei cani da combattimento

Razze pericolose: tasso alcolemico per i proprietari dei cani da combattimento

CONDIVIDI
razze cani combattimento
Cane protagonista del film Bullet Head

Giro di vite per i proprietari di cani da combattimento

Il tema delle razze pericolose è molto sentito e diffuso in tutti i paesi. In molti Stati, alcune razze sono vietate, in altri paesi, vi sono determinate regole per la detenzione di queste razze, come ad esempio il patentino per i proprietari. Non a caso, recentemente, sia Aidaa, associazione animali difesa animali e ambiente che l’Ordine dei medici veterinari di Trento hanno evidenziato la necessità d’introdurre una regolamentazione al riguardo anche nel bel paese, fino a l’idea di un patentino per i padroni.

Leggi anche–> Aggressioni cani, moda pit bull: proprietari inesperti, canili inadeguati

Leggi anche–> Aggressione cani: patentino per “razze pericolose” anche in Italia

Di fronte alle aggressioni dei cani che sono aumentate con la diffusione di razze da combattimento, ormai di moda, come i pitbull, bull terrier o molossi, le autorità stanno mettendo in atto delle strategie per contenere questo fenomeno drammatico.

Purtroppo, le razze hanno delle predisposizioni genetiche e la stessa morfologia e la stazza di alcuni cani, come i molossi, è già di per sé un pericolo. Razze come pit bull o bull terrier possono essere le più docili in famiglia, ma con altri animali e sconosciuti si rivelano dei potenziali killer, soprattutto quando raggiungono l’età di maturità sessuale, attorno ai 2,5/3anni.

Dopo, l’ennesimo dramma, scaturito dall’aggressione di un rottweiler che ha ucciso un bambino, le capitale del’Austria, ha deciso d’introdurre un tasso alcolemico per i proprietari dei cosiddetti “cani da combattimento”.

Leggi anche–> Le razze di cani da combattimento: le più diffuse e vietate

Aggressione cani

Ovvero, secondo quanto anticipato dall’Ansa, chi porterà a spasso, cani di razze come rottweiler, bull terrier oppure pitbull dovrà essere sobrio, con un tasso inferiore a 0,5 grammi per litro. Vienna ha anche introdotto una multa per i padroni dei cani con un tasso di alcool superiore che arriva fino a 1000 euro.

L’ordinanza è scaturita dopo la morte di un bimbo di un anno, ucciso da un rottweiler la cui padrona al momento del tragico fatto aveva un tasso di 1,4 g/l.

Leggi anche–> Rottweiler aggredisce bambino a Sassari: il proprietario lo uccide

Il Comune di Vienna sanzionerà inoltre la violazione dell’obbligo di museruola con 200 euro di multa e con sei ore di corso di aggiornamento obbligatorio, proprio come accade per gli automobilisti. Chi viene invece sorpreso la seconda volta con il cane senza museruola deve rifare la ‘patente’ per i cani da combattimento. La terza volta scatta il sequestro dell’animale.

Leggi anche–> Film animali, Bullet Head: un viaggio nell’anima dei cani

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI