Home Cani Razze di cani Mastino Spagnolo: razza, caratteristiche, carattere e salute

Mastino Spagnolo: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

Il Mastino Spagnolo è un cane nobile, elegante nonostante le due dimensioni extra large. È di stazza gigante ma docile e tranquillo. Coccolone con i padroni e diffidente con gli estranei. Preferisce il lavoro da guardino in quanto è il suo istinto innato. Il Mastino Spagnolo vista la sua mole, non è adatto alla vita d’appartamento. Occorre farlo vivere in spazi ampi per non avere difficoltà. Tuttavia, amerebbero vivere a con il loro padrone ma sicuramente ci sarebbero dei pasticci se tenuti in casa. Può stare con i bambini ma bisogna fare attenzione che involontariamente possa farli male. Grazie alle sue origini può sopportare molto bene il caldo. Protegge a tutti i costi la famiglia ma oltre il suo ruolo da guardiano è un cane tranquillo e calmo di cui non bisogna avere paura solo per le sue grandi dimensioni. Ancora oggi gli esperti lavorano alla loro selezione, infatti alcuni esemplari sono troppo aggressivi e altri troppo timidi. Non è adatto agli inesperti e anziani, ma può essere un gran compagno di vita.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego:Cane da guardia e difesa
  • Taglia:Gigante
  • Vita Media:10-12 anni
  • Altezza maschio:77-83 cm
  • Altezza femmina:72-78 cm
  • Peso maschio:90-100 Kg
  • Peso femmina:52-77 Kg
  • Riconoscimento:ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Il Mastino Spagnolo ha un carattere vispo, affettuoso, docile ed è dotato di molta intelligenza. Molto legato e fedele alla famiglia, infatti mette a disposizione per loro tutte le sue doti. Anche se è distante riesce a mostrare il suo affetto però resta diffidente con gli estranei, sospettoso con chi non conosce per difendere il suo territorio. Questo lo rende un buon guardino perché sa anche mostrarsi dissuasivo nel caso la famiglia fosse in pericolo. Li protegge al costo della sua stessa vita, ed è un onore per lui stare di guardia alla casa in assenza dei padroni. Adora fare giochi in cui stimola l’olfatto e l’intelletto ma non preferisce giochi in cui deve correre o muoversi tanto. Ciò non toglie il fatto che deve fare almeno due volte al giorno delle lunghe passeggiate per non ingrassare e mantenere il suo peso forma senza poter ingrassare date le sue dimensioni. Le temperature calde non le teme, anzi riesce a sopportarlo molto bene a differenza del freddo che lo soffre tanto da restare in casa in pieno inverno. Coabitare con i gatti ed avere una loro intesa non è un sogno. Anzi è piuttosto frequente uno scenario simile, ma si preferisce che i felini siano cresciuti al suo fianco per far si che non la sua riservatezza diventi aggressività. La socializzazione da cucciolo è importante specie se deve stare con i suoi simili. Molto paziente con i cuccioli di cane e sa essere un buon compagno. È ovvio che l’appartamento non è la casa ideale per il Mastino Spagnolo, deve poter vivere in spazi molto grandi date le sue dimensioni. Preferisce stare all’aria aperta come in campagna senza vincoli di spazi stretti, infatti non bisogna costringerlo a vivere in appartamento perché diventa turbolento e potrebbe avere delle conseguenze psicologiche. La soluzione della città sarebbe una villa con giardino e tanto spazio in casa poiché di sera vuole dormire al canto alla sua famiglia e non fuori nella cuccia.

PREZZO

Il costo per quest’esemplare varia in base al sesso, all’età e origine ed è anche abbastanza elevato per acquistare un pedigree. Parliamo di una cifra che va dai 1500 ai 1700 euro. Visto le sue dimensioni è anche costoso il budget per il sostentamento, infatti ci vogliono circa 90 euro al mese.  

ASPETTO GENERALE

Il Mastino Spagnolo è un cane di taglia extra large, con struttura ossea molto unita e robusta.Il suo abbaiare è molto forte tanto da sentirsi a lunghe distanze. L’andatura preferita è il trotto. Ha una camminata leggera e un passo ampio però tende a stare su un lato quando cammina.

Mastino spagnolo cucciolo
Mastino spagnolo cucciolo

TESTA E COLLO

La testa è ampia con cranio grande e lo stop lievemente marcato. accentuato. Il tartufo è di colore nero con dimensioni grandi. Gli occhi sono piccoli con una forma a mandorla e di colore scuro. Le orecchie hanno attaccatura laterale con una misura media e forma triangolare. Sono schiacciate e pendenti. Il collo è vasto, massiccio con la presenza di doppia giogaia. 

TRONCO E CODA

Il tronco è forzuto, massiccio e molto grande. Il garrese è evidente con dorso muscoloso. Il rene è ampio e si assottiglia verso il fianco. La groppa e il torace sono vasti. La coda è massiccia e robusta alla base. Con attaccatura a media altezza e ricoperta di pelo. Portata bassa quando è a riposo, quando è in movimento viene portata a sciabola.

ARTI

Gli arti anteriori sono in appiombo con avambraccio forte. Il gomito è attaccato al torace. Gli arti posteriori sono massicci e con forti muscoli. I piedi hanno forma ovale con dita raggruppate e forti. Le unghie sono molto robuste.

PELO E MANTELLO

Il pelo è doppio e liscio. Lungo su tutto il corpo e omogeneo. Ha un sottopelo corposo. Il mantello è di colore giallo, rosso, nero, fulvo, color lupo e color cervo.

PADRONE IDEALE

E’ difficile trovare un padrone ideale a questa razza perché con qualsiasi proprietario ha una qualche minima difficoltà a conviverci. Con un padrone sportivo non starà benissimo in quanto non è un grande atleta, ha comunque molta resistenza, però lo si può solo portare a fare delle lunghe passeggiate per farlo sfogare fisicamente e per poter tenere sempre attivo il suo olfatto. Purtroppo, non segue nessun sport canino perché non è portato per l’attività intensa. Stare con anziani è possibile per il suo carattere tranquillo e calmo ma non è consigliabile per le sue dimensioni e se ci sono problemi diventa incontrollabile. Per l’intera famiglia può essere un cane da compagnia, ma occorre fare molta attenzione poiché con i bambini riesce a stare in quanto paziente e coccolone, però ci deve essere perennemente un adulto presente perché le sue dimensioni potrebbero non essere adatte ai più piccoli e involontariamente la sua grossolanità potrebbe causare involontari incidenti. Essere adottati dagli inesperti non è la miglior soluzione, non è un cane adatto ai neofiti. Dei proprietari che adorano viaggiare non fanno per questo cane che date le sue dimensioni non può viaggiare con facilità e in occasioni di vacanza è essenziale organizzarsi se si vuole portare con sé, oppure bisogna lasciarlo in qualche pensione per cani. Se resta a casa può essere distruttivo se è cucciolo, infatti si consiglia di abituarlo da cucciolo e insegnargli a restare solo. È tranquillo ma spesso testardo e nelle sessione di educazione si deve creare un rapporto di fiducia e serenità per avere totale controllo e non far prendere al cane il sopravvento.

ALIMENTAZIONE

Essendo già un cane enorme occorre fare molta attenzione con l’alimentazione, infatti si consiglia di farlo seguire da un veterinario. Deve fare molto movimento per smaltire quello che mangia poiché è un golosone e di buona forchetta. Le razioni non devono essere abbondanti, e deve mangiare due volte al giorno per evitare problemi di torsione gastrica. E’ necessario farlo mangiare solo crocchette specifiche per la sua taglia perché mangia troppo e una dieta tradizionale lo poterebbe ad ingrassare con molta facilità.

TOELETTATURA

Non occorre la toelettatura per questa razza, ma solo delle spazzolate fatte in modo settimanale. Durante tutto l’anno la perdita del pelo non è eccessiva ma nei periodi di muta si rafforza e occorrono delle pettinate più frequenti.

PATOLOGIE

Questa razza, anche se regolarmente vaccinata e curata, potrebbe essere maggiormente predisposta ad alcune patologie. Cliccate qui per approfondire.

  • Displasia dell’anca;
  • Torsione gastrica;
  • Otite;
  • Leishmaniosi.

CENNI STORICI

Il Mastino Spagnolo è la prima razza che si vede in Spagna. Arrivata nella Penisola Iberica grazi ai mercanti fenici e i loro spostamenti. I suoi antenati erano i Mastini Tibetiani arrivati in Europa dall’Asia Minore. La loro sopravvivenza è legata alle pecore Merino, infatti con la modernità dei nostri tempi l’attività pastorizia sta sparendo e questa razza ha rischiato l’estinzione, ma con grande difficoltà è stata allevata nuovamente ed è presente ancora oggi. E’ stato molto apprezzato dai nobili, infatti un cane di nome ‘Becerrillo’ era al fianco di Don Diego Guilarte de Salazar quando conquistò il nuovo mondo, Porto Rico (ora la città di San Juan, capitale dell’isola di Porto Rico). Questo cane fu anche parte delle opere di Virgilio, in particolare le Georgiche. Erano utilizzati come cane da gregge e accompagnavano i pastori tra le campagne spagnole. Per la loro grandezza mettevano paura alle popolazioni americane che risiedevano in Spagna. Entra a far parte del mondo cinofilo solo dopo la seconda guerra mondiale, e nel 1949 c’è stato il primo riconoscimento ufficiale di razza.

Mastino spagnolo adulto
Mastino spagnolo adulto

NOMI

Questo cane è di taglia extra large sia in altezza che larghezza, molto insolito, e possiamo dargli il giusto nome adattandoci alle sue misure. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro amico a quattro-zampe.

  • Femmina: Craster e Abidal
  • Maschio: Shioban e Egon

CHICCHE

Quest’esemplare è uno dei cani più grandi al mondo, infatti i maschi possono anche arrivare all’tezza di 90 cm e pesare 110 chili. E’ anche il cane scelto dall’attore Viggo Mortensen ed ha il nome di ‘Alatriste’. Il pittore Diego Velázquez ha anche fatto un quadro ‘Las Meninas’ in cui è raffigurato questa razza.