Home Cani Torsione gastrica nel cane: quali sono le cause scatenanti?

Torsione gastrica nel cane: quali sono le cause scatenanti?

CONDIVIDI

La torsione gastrica o torsione dello stomaco del cane è una patologia seria e molto spesso fatale per l’animale. Si ha una dilatazione improvvisa dello stomaco, spesso accompagnata da torsione con conseguente ostruzione dello stesso. Lo stomaco, si torce, si gonfia e si ostruisce impedendo il passaggio di cibo. La velocità di azione nel riconoscere questa patologia e chiedere aiuto al veterinario è cosa da pochi, purtroppo questa patologia è silenziosa e senza sintomi effettivi fin quando non si arriva allo stadio grave, dove non c’è quasi più niente da fare.

Le cause scatenanti sono ancora poco chiare, sta di fatto che molti soggetti di taglia grande dal torace stretto ne sono più colpiti, come ad esempio:

La torsione dello stomaco è talmente grave che a sua volta provoca un’ ostruzione della vena porta e della vena cava caudale, congestione del mesentere, diminuzione della gittata cardiaca, shock grave, necrosi dello stomaco e morte. 

Il nostro veterinario di fiducia ci consiglierà, nel caso in cui avessimo un cane di taglia grande, di somministrare pasti piccoli e frequenti (almeno due pasti al giorno), avendo cura di usare ciotole rialzate e di non far correre il cane dopo il pasto, cosi come non dare troppa acqua e fredda al cane, o meglio ancora evitare cibo fermentabile come pane, cereali e frutta.

I primi segnali di torsione gastrica sono sicuramente il nervosismo: il cane è irrequieto e non sta fermo, si lamenta spesso, soffre di spasmo addominale seguito dal progressivo aumentare delle dimensioni del ventre, i sempre più frequenti tentativi vani di rigurgitare e le mucose cianotiche, oppure abbondante saliva spumosa.

La prima forma terapeutica per scongiurare la torsione dello stomaco è infilare una sonda gastrica attraverso il piloro che supera il cardias e aiuta lo stomaco a svuotarsi di gas e ostruzioni alimentari.

Nelle forme piu gravi il veterinario procede con un intervento chirurgico LA GASTROPRESSI, che consiste suturazione dello stomaco con la parete addominale. Molto spesso sarà necessari l’asportazione della milza.