Home Cani Salute dei Cani L’alimentazione del cane anziano: quello che c’è da sapere

L’alimentazione del cane anziano: quello che c’è da sapere

CONDIVIDI

Il cibo è una componente molto importante in questa fase della vita sia per prevenire l’insorgenza di malattie sia per garantire a Fido un buono stato di salute

cane anziano
L’alimentazione del cane anziano? (Foto fonte Pixabay)

Hai condiviso buona parte della tua vita in compagnia di Fido e adesso che il tuo amato amico a quattro zampe sta invecchiando ti stai chiedendo come accudirlo nel migliore dei modi. In questa fase della sua vita l’alimentazione rappresenta un elemento di fondamentale importanza quindi dovrai stare attento al cibo che assume il cane e a come lo assume. Questo al fine di prevenire l’insorgenza di malattie e di garantire a Fido un buono stato di salute.

Come e cosa deve mangiare un cane anziano

cane anziano
Il cane anziano (Foto fonte Pixabay)

Questi i principali aspetti da curare nell’alimentazione di un cane anziano.

Acqua: Fido deve avere sempre a disposizione acqua fresca e pulita. Così come succede per l’essere umano anziano anche per il cane, in questa fase della vita, il rischio di disidratazione è maggiore. Se il cane ha problemi di movimento (patologie ossee, artrosi ecc.) dovrai posizionare diverse ciotole di acqua in casa così che il cane potrà abbeverarsi quando ne sente la necessità senza doversi spostare troppo.

Fosforo: il cane anziano deve mangiare alimenti a basso contenuto di fosforo. Un eccesso di quest’ultimo potrebbe sovraccaricare le funzionalità renali.

Fibre: col passare del tempo e con l’approssimarsi della vecchiaia l’intestino del cane si impigrisce notevolmente. L’apparato digerente del cane anziano funziona molto più lentamente di quello di un cane adulto. Dovrai fornire a Fido un apporto di fibre al fine di favorire il corretto funzionamento dell’intestino.

Alta digeribilità: per lo stesso motivo appena descritto il cane dovrà mangiare alimenti digeribili adatti alla sua età.

Razioni di cibo: dovrai adeguare la quantità di cibo al cambiamento metabolico in atto. Questo servirà a prevenire patologie legate alla vecchiaia ma anche artrite e obesità del cane.

Numero di pasti: se prima eri abituato a dar da mangiare a Fido una o due volte al giorno, ora dovrai prevedere tre pasti e quantità ridotte. Solo così digerirà meglio.

Vitamina E: questa vitamina aiuta il sistema immunitario ma chiedi al veterinario se dovrai inserirla nell’alimentazione del tuo amico peloso oppure no.

Tartaro: a causa del tartaro accumulato il cane anziano potrebbe non masticare bene. Se è questo il suo caso dovrai rivolgerti al veterinario. Il tartaro potrebbe essere la causa di infezioni batteriche gravi.

Potrebbe interessarti anche >>>

S.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI