Home Cani Salute dei Cani I cani possono soffrire di schizofrenia? Il parere degli esperti

I cani possono soffrire di schizofrenia? Il parere degli esperti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:47
CONDIVIDI

Anche i cani possono essere affetti da malattie mentali: ma possono soffrire anche di schizofrenia? Scopriamo insieme il parere degli esperti.

I cani possono soffrire di schizofrenia? (Foto Adobe Stock)
(Foto Adobe Stock)

Anche i nostri piccoli amici a quattro zampe non sono purtroppo immuni dalle malattie mentali. Il novero delle patologie è tuttavia piuttosto ampio, e non ancora si hanno evidenze scientifiche sul fatto che Fido possa contrarre tutte quelle che possono colpire l’essere umano. Ad esempio, i cani possono soffrire di schizofrenia? Scopriamo insieme la risposta.

I cani possono soffrire di schizofrenia?

Cane è aggressivo quando mangia
(Foto Unsplash)

È appurato che i cani, esattamente come gli uomini, possono essere affetti da alcuni disturbi di natura mentale. Tuttavia non vi sono ancora delle evidenze scientifiche in merito al fatto che Fido possa avere tutte le patologie che colpiscono gli esseri umani. Dunque, i cani possono soffrire di schizofrenia?

La risposta sulla questione non è univoca in quanto permangono ancora degli orientamenti contrastanti. È evidente che anche Fido possa soffrire di disturbi mentali, e presentare sintomi che possono ricordare la schizofrenia negli esseri umani, tuttavia non vi è ancora alcuna sicurezza sulla questione.

Potrebbe interessarti anche: Come riconoscere l’Alzheimer nel cane: sintomi e cure

I sintomi di un disturbo mentale nel cane

cane con fauci aperte
(Foto Pexels)

Non è semplice individuare degli eventuali segnali nel cane che siano riconducibili, almeno sul piano della sintomatologia, alla schizofrenia; alcuni potrebbero indicare semplicemente dei disturbi comportamentali dell’animale, che vanno affrontati con l’ausilio di un veterinario comportamentalista.

Uno dei sintomi più evidenti, e allo stesso tempo preoccupanti, è quello di vedere il cane smarrito: il fatto che Fido, anche per pochi istanti, non vi riconosca, potrebbe essere il segnale di qualcosa che non va, specie se l’episodio tende a ripetersi nel corso del tempo.

Il cane appare spaesato, sembra non riconoscere il luogo in cui si trova né le persone (e gli altri animali) che lo circondano; spesso, come conseguenza di tale problematica, il cane diventa aggressivo. Su tale punto, in particolare quando l’atteggiamento viene rivolto nei confronti di altri animali, vanno fatte alcune precisazioni.

La convivenza tra animali domestici può essere molto problematica, e di certo non può essere indicata, tout court, come indice di schizofrenia o altre malattie mentali da cui possa essere affetto il cane.

Il problema sorge nel momento in cui il cane possa attaccare o mostrare aggressività nei confronti di animali con i quali ha sempre convissuto pacificamente, specie se l’atteggiamento si manifesta nei momenti in cui sembra perdere la propria lucidità e la consapevolezza dell’ambiente circostante.

Altro sintomo potrebbe essere l’aggressività che il cane sviluppa nei confronti di sé stesso. Se Fido sbatte la testa contro il muro, di frequente e con forza, molto probabilmente ha un disturbo mentale.

Ovviamente non bisogna ricondurre ogni stranezza di Fido a possibili patologie della mente. Se Fido abbaia senza motivo, almeno apparentemente, o è particolarmente aggressivo nei confronti di persone che non conosce (si pensi ad ospiti che vengono a farvi visita) è molto più probabile che si tratti di disturbi comportamentali del cane piuttosto che di una patologia.

Cosa fare

cane schizofrenia (Foto Adobe Stock)
(Foto Adobe Stock)

In ogni caso, in presenza di alcuni di tali sintomi, è necessario non sottovalutare la situazione, intervenendo con tempestività e recandovi dal vostro veterinario di fiducia.

Il professionista, sulla base dello stato di salute del cane, della sua età, della sua storia, e di ogni altro indizio utile che dovrete fornirgli, traccerà un quadro complessivo delle possibili problematiche, ed il percorso diagnostico da compiere per comprendere se si tratta di una patologia mentale o di altre malattie o disturbi tali da incidere anche sul suo comportamento.

Potrebbe interessarti anche: Il cane attacca i bambini: cause, rimedi e consigli utili

Antonio Scaramozza