Home Cani Salute dei Cani Come raccogliere e conservare pipì e cacca del cane e del gatto...

Come raccogliere e conservare pipì e cacca del cane e del gatto per le analisi

Devi portare i bisogni del tuo amico peloso dal veterinario ma non sai come fare? Ecco come raccogliere e conservare urina e feci del cane e del gatto per le analisi.

raccogliere e conservare urina e feci
(Foto Adobe Stock)

Quando i nostri amici a quattro zampe si ammalano, li portiamo dal veterinario.

Molto spesso quest’ultimo per diagnosticare al meglio la presenza o meno di parassiti, ha bisogno di esaminare feci e urine del nostro cane o gatto e ci chiede di raccoglierle per poi portargliele.

Ma come si fa? Sono molte le persone che trovano difficoltà a raccogliere i bisogni del proprio amico peloso per poi portarle al veterinario.

Ma vediamo insieme come raccogliere e conservare la cacca e la pipì del cane e del gatto utili per le analisi.

Raccogliere e conservare la cacca del cane e del gatto

Tra la raccolta delle urine e quella delle feci dei nostri amici pelosi, quest’ultima è meno piacevole ma risulta più semplice.

raccogliere cacca cane
(Foto Adobe Stock)

Infatti, per quanto riguarda Fido, basta prendere un campione di feci quando lo portate in giro per la passeggiata o per l’ora dei bisogni.

Potete raccogliere la cacca del cane in vari modi:

  • Utilizzando un guanto usa e getta: una volta raccolta la cacca del cane, ribaltate il guanto chiudetelo e portatelo dal veterinario;
  • Utilizzando la paletta con il sacchettino: quando Fido a defecato, prendete la paletta, raccogliete le feci e ponetele nel sacchetto, chiudete quest’ultimo e portatelo dal veterinario;
  • Utilizzando un bicchiere di plastica: potreste raccogliere la cacca del vostro amico peloso con un pezzo di carta e porla in un bicchiere di plastica. Successivamente ricoprire il bicchiere con della carta stagnola e portatela dallo specialista;
  • Utilizzando un contenitore della farmacia: potreste infine utilizzare il contenitore della farmacia. Prendete la cacca di Fido con un pezzo di carta o un guanto e ponetela in questo contenitore.

Per quanto riguarda il gatto invece, si hanno due possibilità. Se il micio sta sempre in casa, basta raccogliere le feci del gatto dalla sua lettiera facendo attenzione a non prendere i granelli di sabbia, per questo è consigliata la paletta bucherellata.

Nel caso in cui il vostro amico peloso è libero di uscire, è necessario chiuderlo in casa finché non defechi e poi potete liberarlo.

Nel caso in cui il cane o il gatto abbia la diarrea?

Per raccogliere il campione di feci quando l’animale presenta la diarrea, è necessario procurarsi una siringa senza ago o un cucchiaino di plastica.

Ecco come procedere: mettete i guanti, con la siringa o il cucchiaino raccogliete le feci liquide del vostro cane o gatto e ponetele in un bicchierino di plastica, dopodiché sigillate quest’ultimo con della carta stagnola.

È opportuno fare attenzione, nel caso del micio, a non raccogliere insieme alla diarrea anche i granelli di sabbia.

Potrebbe interessarti anche: Come posso fermare la diarrea del cane? Causa, sintomi e trattamento

Quantità e conservazione delle feci

Per quanto concerne la quantità, basta un pezzetto di feci per gli animali di piccola taglia e qualcosina in più per quelli di taglia grande. Più o meno dai 3 ai 5 centimetri.

gatto scappa dopo la cacca
(Foto iStock)

Per evitare che le analisi delle feci del cane e del gatto possano alterarsi, è opportuno consegnare al veterinario il contenuto entro 12 ore dalla raccolta.

Nel caso in cui ciò potrebbe risultare impossibile, potreste conservare le feci, ovviamente nel contenitore che avete utilizzato precedentemente per la raccolta, nel frigo per 24 ore massimo.

Trascorse le 24 ore è necessario ripetere il procedimento di raccolta.

Per sapere come raccogliere e conservare la pipì del cane e del gatto per le analisi premi su Successivo