Home Cani Salute dei Cani Come raccogliere e conservare pipì e cacca del cane e del gatto...

Come raccogliere e conservare pipì e cacca del cane e del gatto per le analisi

Raccogliere e conservare la pipì del cane e del gatto

Raccogliere le urine dei nostri amici a quattro zampe per le analisi, è un po’ più complicato rispetto alla raccolta delle feci. Vediamo insieme perché.

raccolta pipì gatto
(Foto Adobe Stock)

Per quanto riguarda la raccolta della pipì di Fido, è importante quando lo si porta a passeggio, munirsi di una siringa senza ago.

In questo modo una volta che il cane fa la pipì, potete con la siringa aspirare l’urina del cane dall’asfalto e tenendola in quest’ultima portarla dal veterinario.

Nel caso in cui il vostro amico peloso faccia la pipì sull’erba, è opportuno procurarsi un guanto e un contenitore della farmacia o un bicchiere di plastica.

Dopodiché con molta pazienza e attenzione, senza far spaventare Fido, è necessario porre il contenitore sotto lo getto della pipì del cane nel momento in cui urina.

Per quanto riguarda il gatto, la situazione risulta un po’ più semplice. Infatti esistono in commercio appositi kit che sostituiscono la solita lettiera del micio e che non assorbono la pipì di quest’ultimo.

In questo modo è più facile raccogliere l’urina del gatto utilizzando sempre una siringa senza ago.

Nel caso in cui il vostro amico peloso vive libero fuori casa, sarebbe opportuno, proprio come per la raccolta delle feci, rinchiudere il gatto in casa fino a che non vi dia la possibilità di raccogliere un campione della sua urina.

Potrebbe interessarti anche: Puzza di urina di gatto in casa: come eliminarla in modo efficace

Quantità e conservazione dell’urina

Per quanto concerne le quantità, per avere risultati dalle analisi basterebbe anche 1 ml di pipì.

proteinuria nel gatto
(foto iStock)

Nel caso in cui risulti facile per voi raccogliere la pipì del vostro amico a quattro zampe, basterebbero 5 ml per una corretta analisi.

Per evitare che le analisi dei nostri amici peloso si alterino, sarebbe opportuno conservare la pipì o nella siringa che avete utilizzato per raccoglierla oppure in un contenitore nuovo e non utilizzato e lavato.

Inoltre sarebbe opportuno consegnare al veterinario l’urina del vostro cane o gatto, subito o massimo dopo 12 ore. Nel caso in cui ciò non sarebbe possibile, potete conservare l’urina del vostro amico peloso al fresco, ma non in frigo, per un massimo di 24 ore.

Trascorse queste ore, è necessario ripetere il procedimento di raccolta delle urine del gatto o del cane.

Marianna Durante