Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo dell’Alaskan Malamute: tutto su spazzola, bagno e toelettatura

Cura del pelo dell’Alaskan Malamute: tutto su spazzola, bagno e toelettatura

Qual è la cura ideale del pelo dell’Alaskan Malamute e di quali accortezze ha bisogno per essere sempre sano e in forma? Tutti i consigli sulla sua toelettatura e non solo.

Cura del pelo dell'Alaskan Malamute
(Foto Pixabay)

Ci avrà colpito probabilmente proprio per il suo manto, una delle caratteristiche più affascinanti di questa razza. E noi? Dobbiamo imparare a prendercene cura per tenerlo sempre pulito e soprattutto in forma: ma qual è la cura del pelo ideale dell’Alaskan Malamute? Cosa c’è da sapere e tutti i consigli sull’uso della spazzola e la sua toelettatura.

Alaskan Malamute: che pelo ha?

A vederlo sembra ben chiaro che si tratta di un manto fitto e ruvido, che però non è né lungo né morbido al tatto: anche se non è sempre così.

Alimentazione dell'Alaskan Malamute
(Foto Pixabay)

Infatti la lunghezza è variabile dal corto e dal medio-lungo e cresce soprattutto ai lati del corpo, spalle, collo, schiena e coda. Nei mesi più caldi dell’anno invece dovrebbe avere un pelo meno lungo e meno fitto.

Per quanto riguarda i colori variano dal grigio al nero, con sfumature che vanno anche nel rosso. E anche quando il bianco, che è il colore dominante non è l’unico, è di certo più presente sulle zampe e in parte del muso.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione dell’Alaskan Malamute: cosa mangia, dosi e rischi della sua dieta

Cura del pelo dell’Alaskan Malamute: spazzola e abitudini

Un consiglio che la maggior parte dei veterinari dà sul manto di questa razza? Abituarlo sin da cucciolo alla spazzola e al suo uso. Infatti in questo modo l’Alaskan Malamute potrebbe abituarsi facilmente a quello che potrebbe diventare un momento di piacevole intimità col suo padrone.

Se la spazzola è bene usarla ogni giorno, così da tenere il pelo sempre pulito e fare in modo che il pelo sottostante si rigeneri e cresca. Per quanto riguarda il taglio, non lo si esclude del tutto: infatti può essere utile solo alla base delle zampe, per evitare che il cane possa perdere aderenza (soprattutto sulle superfici lisce).

Potrebbe interessarti anche: Razze compatibili con l’Alaskan Malamute: i coinquilini perfetti

Cura del pelo dell’Alaskan Malamute: e il bagnetto?

Non avendo mai un cattivo odore (tranne naturalmente in caso di contatto con sostanze o elementi che lo provocano), non è necessario lavarlo troppo spesso.

Alaskan Malamute adulto
(Foto Pixabay)

Meglio sottoporlo al lavaggio con una cadenza di 2-3 mesi: quindi meglio non abusarne! Il rischio è che la pelle possa seccarsi e lo strato lipidico superiore potrebbe rovinarsi. Se il pelo non è idrorepellente, allora l’umidità resta su di esso provocando cattivo odore e infezioni.

Se proprio volete lavarlo, fate in modo che questo momento coincida con il periodo di muta del cane, così da lavare bene la cute in assenza di sottopelo.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio D’Agostino