Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo dell’Epagneul nano continentale: tutto dalla spazzola al bagno

Cura del pelo dell’Epagneul nano continentale: tutto dalla spazzola al bagno

Cosa dovresti sapere sulla cura del pelo dell’Epagneul nano continentale? Una serie di consigli e indicazioni per la sua toelettatura.

Cura del pelo dell'Epagneul nano continentale
(Foto AdobeStock)

A vederlo così come si presenta potremmo pensare che la sua toelettatura è molto difficile e richiede particolari attenzioni: vediamo se il nostro pensiero corrisponderà al vero oppure la cura del pelo dell’Epagneul nano continentale è più semplice di quanto pensiamo. Ecco una serie di consigli e indicazioni utili a tutti i padroni (o potenziali tali) che vorrebbero averne uno in casa.

Il pelo dell’Epagneul nano continentale: caratteristiche

Se c’è una particolarità del suo manto che salta subito all’occhio è probabilmente la lunghezza: è lungo su tutto il corpo, orecchie comprese (e spesso questo può diventare un problema nella varietà Phalène, come vedremo).

Alimentazione dell'Epagneul nano continentale
(Foto AdobeStock)

Il colore di base è bianco, il che lo rende simile a un batuffolo di cotone, ma sulla testa e le orecchie e gli occhi, delle macchie scure marroncine lasciano in bianco solo la parte del tartufo. Il colore degli occhi si adatta al marrone delle chiazze che spiccano sul bianco candido, e rendono il suo aspetto ancora più armonioso e dolce alla vista.

Cura del pelo dell’Epagneul nano continentale: l’uso della spazzola

E’ impossibile guardare un Epagneul nano continentale e non pensare alla possibilità che sul suo bel pelo lungo si formino dei nodi! In realtà è vero ‘ma non troppo’: infatti la lunghezza lo rende soggetto a peli ma la morbidezza del manto li fa sciogliere facilmente con un colpo di spazzola piuttosto frequente.

Epagneul nano continentale
(Foto AdobeStock)

Infatti sia per limitare la perdita di pelo sia per evitare i nodi è bene spazzolarlo spesso, ma anche per evitare che si depositi polvere e sporcizia. Inoltre è un bel momento di relax da condividere insieme oppure un modo per instaurare una certa intimità tra padrone e cane.

Potrebbe interessarti anche: Scopri tutto prima di adottare un Epagneul nano continentale: pro, contro e padrone ideale

Cura del pelo dell’Epagneul nano continentale: il bagnetto e altri consigli

Il pelo dell’Epagneul non dovrà essere lavato spesso, a meno che non vediamo che si è sporcato, magari dopo una gita all’aria aperta, oppure che inizia ad emanare un odore diverso dal solito.

Alimentazione dell'Epagneul nano continentale
(Foto AdobeStock)

Potrebbe interessarti anche: Scopri le razze compatibili con l’Epagneul nano continentale: con chi va più d’accordo

Normalmente il bagnetto a un cane di questa razza andrebbe fatto ogni 3-4 settimane, a meno che appunto non vi siano delle ‘eccezioni’. Una menzione particolare va fatta alle orecchie di questo cane, soprattutto nella varietà Phalène che le ha pendenti: attenzione a pulirle bene, perché potrebbero facilmente infettarsi.