Home Cani Razze compatibili con l’Epagneul nano continentale: con chi va più d’accordo

Razze compatibili con l’Epagneul nano continentale: con chi va più d’accordo

Non è sempre facile capire qual è la compagni migliore per un cane: ecco quali sono le razze compatibili con l’Epagneul nano continentale.

Razze compatibili con l'Epagneul nano continentale
(Foto AdobeStock)

Stai cercando la compagnia a quattro zampe più giusta per il tuo cagnolino? E’ un’impresa non scontata ma molto importante per una serena convivenza, soprattutto se si tratta di farlo vivere insieme a un felino domestico. Ecco quali sono le razze compatibili con l’Epagneul nano continentale e tutti gli animali coi quali va più (o meno) d’accordo.

Epagneul Nano continentale: com’è il suo carattere

Questo dolcissimo esemplare, che si presenta in natura in due varietà, Phalene e Papillon (il primo con le orecchie pelose abbassate e il secondo con le orecchie alzate), si distingue per il suo carattere affettuoso e amorevole.

Alimentazione dell'Epagneul nano continentale
(Foto AdobeStock)

Può anche talvolta mostrarsi molto ‘egocentrico’ poiché ama ricevere le attenzioni di tutti ed essere sempre ‘sotto i riflettori’. E’ attivo e dinamico, ama partecipare alle attività in casa, soprattutto se i suoi compagni di gioco sono dei bambini.

Ovviamente non sono tutti uguali: vi sono esemplari anche molto tranquilli, che amano ritagliarsi spazi e momenti solo per sé. Il più delle volte però dipende dal suo padrone e non se ne distacca mai.

Razze compatibili con l’Epagneul nano continentale: con chi va d’accordo

Tra cani ci si dovrebbe intendere facilmente, ma non è sempre così, specialmente quando si tratta di due amici a quattro zampe di dimensioni molto diverse. Da parte dell’Epagneul nano continentale però pare non vi siano quasi mai atteggiamenti di sottomissione nei confronti delle taglie grosse.

Epagneul nano continentale
(Foto AdobeStock)

In generale non esistono razze specifiche che debbano convivere o meno con lui: è importante che si segua un graduale percorso di socializzazione del cane fin da cucciolo, in modo da abituarlo alla presenza di un suo simile in casa.

L’errore potrebbe essere commesso dal padrone invece che, credendo di ‘proteggere’ il suo beniamino, spesso lo tira per il guinzaglio per metterlo al riparo; in questo modo non fa altro che far nascere nel piccolo una paura (spesso immotivata) verso il grande.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione dell’Epagneul nano continentale: cosa mangia, dosi e rischi

Razze compatibili con l’Epagneul nano continentale: e con i gatti?

E con i felini che tipo di rapporto instaura? In realtà molto dipende sicuramente dal tipo di educazione che gli viene impartita. L’ideale sarebbe di farli crescere insieme o, in caso non fosse possibile perché uno dei due arriva da cucciolo in un momento successivo, è importante non perderli d’occhio (soprattutto nei primi tempi).

Potrebbe interessarti anche: Razze di cani francesi: carattere, aspetto e foto dei più affascinanti quattro zampe d’Oltralpe

E’ importante non solo per gli animali domestici ma anche per i padroni che la convivenza sia controllata fin dall’inizio, in modo da non avere sgradevoli sorprese in futuro, soprattutto in assenza del padrone.