Home Cani Salute dei Cani La dispnea nel cane: quando Fido non respira bene

La dispnea nel cane: quando Fido non respira bene

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:41
CONDIVIDI

La dispnea nel cane: quando Fido non respira bene è necessario intervenire tempestivamente. Ecco quali sono cause, sintomi e rimedi della patologia.

La dispnea nel cane (Foto Adobe Stock)
La dispnea nel cane (Foto Adobe Stock)

La difficoltà di respirazione può manifestarsi nel cane quale possibile conseguenza di varie cause. Si tratta di una situazione di emergenza che non lascia molto tempo di agire. Anche per questo motivo, è bene informarsi preventivamente su quali possono essere le cause della dispnea nel cane, quali i sintomi ed il trattamento terapeutico più indicato.

Potrebbe interessarti anche: Nocardiosi nel cane: la causa, i sintomi e il trattamento

Le cause della dispnea nel cane

tumore polmoni cane
Il tumore ai polmoni è una delle possibili cause della dispnea nel cane (Foto Adobe Stock)

La dispnea è il disturbo legato all’atto della respirazione. La difficoltà nella respirazione è del tutto normale se conseguente a determinate azioni (si pensi a chi abbia appena terminato di fare sport o comunque un’attività faticosa); diviene stato patologico e sintomo evidente di qualcosa che non va nell’ipotesi in cui si manifesti in situazioni non ordinarie.

La patologia può colpire anche i nostri amici a quattro zampe. La dispnea nel cane può avere varie cause:

  • Insufficienza o altre malattie cardiache: l’apparato circolatorio del cane potrebbe non essere in grado di pompare sufficiente sangue ai tessuti e muscoli dell’organismo;
  • Tumore: anche una neoplasia può essere responsabile della dispnea del cane; parliamo del tumore ai polmoni del cane o comunque tumori la cui massa preme sulle vie respiratorie;
  • Infezioni e altre malattie polmonari;
  • Accumulo di liquidi: l’anomalo accumulo di liquidi può verificarsi nei polmoni (edema polmonare), nella cavità toracica (versamento pleurico), senza dimenticare possibili emorragie;
  • Occlusione delle vie respiratorie.

I sintomi

cane respira con affanno
A volte la dispnea si manifesta durante o subito dopo aver compiuto uno sforzo fisico, che per Fido potrebbe essere la passeggiata (Foto Flickr)

La sintomatologia è evidente e facilmente riconducibile alla dispnea, o comunque ad un problema alle vie aeree. Il cane non respira bene, ha il fiato corto. Il disturbo può sorgere improvvisamente, spesso nel momento in cui il cane compie uno sforzo fisico, così come può manifestarsi gradualmente.

In quest’ultimo caso, la sintomatologia classica può accompagnarsi ad altri segnali, quali la perdita di peso e la maggiore difficoltà, se non impossibilità, di compiere attività fisica.

Potrebbe interessarti anche: Apnea notturna nel cane: cosa bisogna fare a riguardo

Quali sono i rimedi

veterinario
Il manifestarsi della dispnea si presenta, di solito, quale vera e propria emergenza: il cane fatica a respirare ed è necessario intervenire tempestivamente, rivolgendosi al proprio veterinario di fiducia (Foto Adobe Stock)

Se si manifesta la dispnea nel cane, bisogno rivolgersi immediatamente al proprio veterinario di fiducia. L’insorgenza del problema, come detto, può essere improvvisa; è molto importante mantenere il controllo senza farsi prendere dal panico, osservando il comportamento del cane per poter riferire informazioni utili al veterinario.

Molto probabilmente si renderà necessario stabilizzare l’animale, fornendogli l’ossigeno necessario; resa tale operazione, si potrà precedere ad effettuare gli esami del caso per comprendere la causa dalla quale origina la patologia.

D’altronde il trattamento terapeutico sarà differente, a seconda del problema che ha dato luogo alla dispnea. Come detto, la difficoltà a respirare del cane potrebbe essere causata perfino dal tumore ai polmoni, o comunque a masse tumorali che premono sulle vie respiratorie, oppure ad infiammazioni quali la polmonite; in questo caso, stabilizzato il cane ed effettuata la diagnosi, si inizierà la terapia più indicata per la patologia individuata.

Oltre alla terapia indicata, con grande probabilità sarà necessario rivedere il regime alimentare: la dieta del cane malato sarà diversa a seconda della patologia riscontrata. Anche i tempi di recupero vanno considerati in relazione alla malattia; in ogni caso potrebbe essere necessario un periodo di ricovero.

Antonio Scaramozza