Home Cani Salute dei Cani Gastroenterite nel cane: cause, sintomi e cura

Gastroenterite nel cane: cause, sintomi e cura

La gastroenterite è una delle patologie più comuni nel cane. Vediamo insieme quali sono i sintomi, le cause e il trattamento di tale malattia.

gastroenterite cane
(Foto Adobe Stock)

La gastroenterite è una malattia molto comune che può colpire i nostri amici a quattro zampe, soprattutto i cuccioli e i cani che non sono vaccinati.

Riconoscere in tempo i sintomi di tale patologia è molto importante, in quanto la gastroenterite se non trattata subito può essere letale per il cane.

Vediamo qui di seguito tutto ciò che c’è da sapere sulla gastroenterite del cane.

Cos’è la gastroenterite del cane e quali sono i sintomi

La gastroenterite è una patologia che consiste nell’irritazione dello stomaco e della membrana dell’intestino di Fido e può colpire cani di ogni età, soprattutto cuccioli, e di ogni razza.

Il cane vomita
(Screenshot Instagram)

L’infiammazione della mucosa del tratto gastrointestinale del cane può essere:

  • Acuta: la gastroenterite si manifesta improvvisamente ed è forte;
  • Persistente: la gastroenterite ha un decorso lento;
  • Cronica: la gastroenterite è permanente per il cane, perché trascurata.

I sintomi principali della gastroenterite nel cane sono: diarrea e vomito. Quest’ultimo potrebbe contenere bile schiumosa e giallastra, in particolar modo se lo stomaco del nostro amico peloso è vuoto.

Inoltre il nostro amico a quattro zampe, se viene colpito da tale patologia, può presentare anche altri sintomi come:

Nel caso di gastroenterite emorragica, la diarrea ed il vomito di Fido presenterebbero tracce di sangue. In questo caso sarebbe opportuno intervenire immediatamente, chiamando il veterinario, per evitare la morte del cane.

Potrebbe interessarti anche: Enterite nel cane: tutti i sintomi e la cura della malattia

Cause di gastroenterite nel cane

Le cause di gastroenterite nel cane sono davvero tante. Solitamente Fido si infetta a causa di agenti patogeni che possono trovarsi in alimenti contaminati o bevande contaminate.

Perché il cane ruba il cibo
(Foto Adobe Stock)

Inoltre il cane potrebbe infettarsi anche stando a contatto con un amico peloso infetto oppure quando un insetto portatore di tale patologia lo punge.

Ma vediamo qui di seguito altre possibili cause che possono provocare gastroenterite nel cane:

  • Cibo avariato o contaminato;
  • Alimentazione sbagliata nel cane;
  • Allergie;
  • Ostruzione del tratto digestivo;
  • Avanzi della tavola;
  • Acqua contaminata;
  • Ulcere;
  • Disturbi addominali.

Inoltre la gastroenterite nel cane può essere causata anche da:

  • Infezioni virali: la cosiddetta parvovirosi canina, causata dal parvovirus. Solitamente colpisce i cani non vaccinati e può portare persino alla morte;
  • Infezioni batterica: provocata da batteri, nello specifico dalla salmonella. Si contrae attraverso acqua contaminata o carne e pesce non cotti abbastanza;
  • Infezioni da parassiti: nello specifico ascaridi, giardia, tenia e coccidi. I sintomi sono diarrea, vomito, disidratazione, ventre gonfio e anemia. Nei casi più gravi provoca la morte del cane.

Potrebbe interessarti anche: Salmonella nel cane: cause, sintomi, trattamento e prevenzione

Gastroenterite diagnosi e trattamento

Per diagnosticare la gastroenterite nel cane, il veterinario oltre ad effettuare un esame completo e ad esaminare la storia clinica di Fido, potrà domandarvi quali siano le abitudini alimentari del vostro amico peloso e se nel caso Fido abbia cambiato dieta o mangiato qualcosa di strano.

Per quanto riguarda il trattamento non vi è una cura specifica, in quanto il trattamento della gastroenterite nel cane dipende dalla causa che l’ha provocata.

Il veterinario potrebbe prescrivere antibiotici o antiemetici, in casi gravi anche una fluidoterapia.

Inoltre nel caso in cui il cane vomiti di continuo sarebbe opportuno che quest’ultimo stia a digiuno per almeno 24 ore e che sia ben idratato.

Dopodiché si può passare ad offrire a Fido una dieta leggera, composta da riso e pollo bollito.

Marianna Durante