Home Cani Salute dei Cani Salmonella nel cane: cause, sintomi, trattamento e prevenzione

Salmonella nel cane: cause, sintomi, trattamento e prevenzione

CONDIVIDI

L’avvelenamento da salmonella è una cattiva notizia per l’essere umano e altrettanto terribile per il tuo cane. Fortunatamente, la salmonella nel cane possiamo combatterla, vediamo come.

Cane mangia cibo crudo:rischio salmonellosi
Cane mangia cibo crudo:rischio salmonellosi(Foto da Pixabay)

La salmonellosi è un’infezione del cane zoonotica, il che significa che può diffondersi tra animali e umani. Pertanto, è sempre necessario assicurarsi di lavarsi accuratamente le mani con acqua calda e sapone dopo aver accarezzato il cane. Un animale contaminato può continuare ad eliminare i batteri per settimane dopo l’infezione e quindi infettarti.

Cause di salmonella nel cane

Salmonella nel cane
Salmonella nel cane(Foto iStock)

L’infezione alimentare è particolarmente comune. Soprattutto, il pollame e le uova sono protagonisti, anche sei in passato, anche il maiale era considerato potenzialmente pericoloso, ma fortunatamente oggi non lo è più, ma anche escrementi di anatra o piccione svolgono un ruolo da protagonisti.

Inoltre, la Salmonella si trova spesso nei pasti degli animali, molto presente nel cibo per cani prodotto industrialmente. Le principali vie di trasmissione della salmonella comprendono quindi i mangimi contaminati.

Nei cani e nei gatti, la salmonellosi può verificarsi anche dopo l’assunzione di carne di pollame cruda. Tuttavia, la trasmissione può avvenire anche su pascoli inquinati, nel momento in cui i campi vengono fertilizzati con letame. La Salmonella in questo caso, può attraversare le colture nel sistema digestivo.

Sintomi della salmonella nel cane

Alimentazione cane con diarrea
Uno dei sintomi è la diarrea (Foto Pixabay)

L’infezione da Salmonella nell’uomo si manifesta attraverso una grave diarrea. Nei cani i sintomi sono molto simile.

  • Innanzitutto, il cane inizia a soffrire di grave diarrea e vomito circa 3-5 giorni dopo l’infezione da Salmonella
  • questo può portare a focolai di sangue
  • tipica è la febbre
  • il cane è molto apatico, estremamente debole e la disidratazione dei tessuti del cane è il risultato della diarrea
  • a seconda della gravità della malattia, shock ipovolemico (stato di shock causato dalla diminuzione della massa sanguigna circolante ossia un’emorragia)
  • raramente si osservano anomalie di coordinazione, sovreccitabilità o segni di paralisi
  • più spesso si tratta di un’infiammazione dell’intestino
  • rapido aumento di batteri può causare setticemia, avvelenamento del sangue

La salmonella può essere pericolosa

cane sofferente
cane che soffre

Se non trattata, la salmonellosi può arrivare anche ad uccidere il cane. Il trattamento dipende dalla gravità della malattia. Si stima che circa il 10% percento dei cani con malattia grave muoia. Le femmine incinte che sono state infettate hanno aborti spontanei o danno alla luce cuccioli morti.

Tuttavia, può succedere che la malattia non si manifesti nemmeno dopo un’infezione, Questo nel caso in cui il cane ha un sistema immunitario molto buono. In questi casi, una salmonellosi esistente o sopravvissuta può essere determinata solo da un esame del sangue dal veterinario.

Migliore è il sistema immunitario, meno probabile è una malattia

Non tutti gli animali sono ugualmente a rischio di contrarre la salmonellosi. Più debole è il sistema immunitario, più è probabile che si tratti di un’infezione. Cuccioli e cani giovani sono più a rischio rispetto agli animali adulti.

Gli animali che soffrono di stress o che non sono tenuti in modo adeguato si ammaleranno come tutti i cani che soffrono di malattie immunosoppressive.

Un altro fattore di rischio può essere la somministrazione regolare di glucocorticoidi o farmaci simili. Anche i cambiamenti della flora batterica nell’intestino favoriscono l’insediamento di Salmonella.

Diagnosi

Il cane dal veterinario per controllo sangue nelle urine(foto iStock)
Il cane dal veterinario (foto iStock)

Se il cane soffre di grave vomito e può persino presentare sintomi come diarrea e febbre, in questo caso l’animale deve essere portato con urgenza al veterinario. Il fattore scatenante la salmonellosi può essere rilevato nel sangue del cane durante la fase iniziale.

A tal fine, vengono create emocolture. Il rilevamento sierologico, ovvero la presenza di anticorpi, può essere effettuato solo dopo circa due o tre settimane. Mentre nelle feci del cane, i patogeni possono essere rilevati da colture appropriate dopo circa tre settimane.

Trattamento della salmonella nel cane

Il cane ha paura del veterinario (foto iStock)
Cura per la salmonella (foto iStock)

A determinare l’esatto trattamento della salmonellosi nel cane, lo decide il veterinario, a seconda delle condizioni generali del cane, nonché l’età e la gravità dell’infezione. In generale, la salmonellosi viene trattata con antibiotici come ampicillina o enrofloxacina.

A seconda della gravità della malattia, questi farmaci vengono somministrati sotto forma di compresse o capsule o persino infusioni. In caso di diarrea grave, deve essere fornito anche un per fermare la perdita di liquidi.

Potrebbero essere necessarie dei lavaggi per compensare la perdita di liquidi. Tuttavia, tale terapia non è sempre necessaria.

Molti cani che hanno un buon sistema immunitario portano con sé l’agente patogeno, ma non si ammalano o hanno pochissimi sintomi. In tal caso, è sufficiente trattare il cane in modo sintomatico. Ciò significa che il veterinario ti fornirà una cura per la diarrea e possibilmente i prebiotici.

Prevenzione

riso e pollo per gatti
Fondamentale è la cottura del cibo (Foto da Pixabay)

Non esiste un vaccino per il cane, contro questa malattia. Per questo motivo, le misure preventive sono particolarmente importanti. Ancora una volta, igiene è la parola d’ordine. Ciò include tutte le attività in cucina durante la preparazione del cibo per cani.

Come già accennato, la salmonella viene uccisa con la cottura. Per fare ciò, gli alimenti devono essere riscaldati a 75 ° C per almeno dieci minuti. A differenza della cottura, il congelamento non è un modo adatto per uccidere la salmonella, anche se ancora si sente che sarebbe sufficiente congelare la carne per bandire il rischio di salmonella.

A temperature inferiori a 7 gradi Celsius, la salmonella riesce a  muoversi solo molto lentamente o per niente, ma comunque sopravvivono anche a temperature fino a meno 20 gradi. ciò nonostante, queste temperature non possono essere raggiunte con un congelatore che abbiamo tutti noi in casa, servono attrezzature industriali.

Se si parla dell’igiene in cucina, si consiglia una pulizia regolare di tutte le attrezzature e delle superfici di lavoro. La carne cruda non dovrebbe mai entrare in contatto con legno. A meno che la tavola o i materiali di lavoro non siano riservati solo alla carne cruda.

L’igiene è particolarmente importante

Questo contagio, può essere particolarmente pericoloso se bambini, malati o anziani vivono nella stessa famiglia. Particolarmente importante è il normale lavaggio delle mani. Certo, possiamo sempre e comunque dedicarci alle coccole e ai giochi con il nostro animale, ma dovrebbe essere rispettata l’igiene. Soprattutto ai bambini piace essere leccati dai cani e questo dovrebbe essere evitato in caso di malattia dell’animale.

Dieta BARF e salmonella

La dieta Barf è probabilmente la dieta più appropriata per il cane, in quanto carnivoro. Il cane ha bisogno di carne in grandi quantità. Circa il 70-80 percento dei pasti giornalieri dovrebbe essere carne.

È importante che sia facile da digerire e che faccia bene al cane. Però, per molti proprietari di cani, salmonella solleva una domanda: Come si può evitare la salmonella con questa dieta? Dato che Barf significa che tutti gli ingredienti vengono dati crudi. Ciò significa che sia la carne che le ossa, le verdure e le erbe vengono mescolate e alimentate crude. Ci sono solo alcuni punti a cui i proprietari di cani dovrebbero prestare attenzione.

In generale, dovresti sempre prestare attenzione alla buona qualità della carne durante l’alimentazione cruda. È ideale acquistare la carne fresca direttamente dal macellaio. Un’alternativa è un buon negozio BARF per cani. Qui ottieni i singoli tipi di carne confezionati in porzioni e già congelati. È importante conservare correttamente la carne.

  • Non dovrebbe mai essere esposto a temperature ambiente troppo lunghe o temperature più elevate. Se la carne fresca non viene alimentata immediatamente, deve essere congelata.
  • Tenerla per un giorno il frigorifero è abbastanza. Se vuoi mantenerlo più a lungo, deve essere congelato.
  • Se questa carne viene scongelata, dovrebbe essere fatto a temperatura ambiente. Il modo migliore per lasciare scongelare lentamente la carne congelata durante la notte in frigorifero.

Questo processo, crea acqua di condensa. Ora fonti ci dicono che questa stessa acqua di condensa può contenere molti germi e non dovrebbe essere usata. D’altra parte, contiene anche importanti vitamine e sostanze nutritive della carne. Se usi carne di buona qualità, la condensa non rappresenta un rischio per la salute del cane e di conseguenza può essere nutrito.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

 

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI