Home Gatti Alimentazione Gatti Le malattie del gatto da curare con l’alimentazione

Le malattie del gatto da curare con l’alimentazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:59
CONDIVIDI

La maggior parte delle malattie dei gatti possono essere trattate con alimenti giusti, sani e appropriati. Andiamo a scoprire le malattie del gatto da curare con l’alimentazione.

gatto e cibo
Alimentazione corretta del gatto (Foto da (iStock)

Per alleviare i problemi di salute del tuo gatto, esistono alimenti terapeutici che aiuteranno a curare allergie e intolleranze alimentari, diabete, artrosi, problemi cardiaci, renali, dermatologici, gastrointestinali e dell’obesità. Ci sono malattie molto comuni nei gatti, per le quali possiamo agire modificando le loro abitudini alimentari. Niente di così stravolgente, basterà come sempre avere cura del nostro animale, ma andiamo ad osservare nello specifico, quali le malattie del gatto da curare con l’alimentazione.

Elenco delle principali malattie del gatto da curare con l’alimetazione

Gravidanza isterica nel gatto: sintomi, cause e rimedi (foto Pixabay)
Gravidanza isterica nel gatto: sintomi, cause e rimedi (foto Pixabay)

Qui di seguito vi elenchiamo le 10 malattie più comuni:

  • Insufficienza renale
  • Ipertiroidismo
  • Diabete mellito
  • Allergie
  • Malattia infiammatoria intestinale
  • Linfoma
  • Malattia del tratto urinario inferiore felino
  • Cancro del gatto
  • Infezione del tratto urinario
  • Otite felina

Le principali malattie feline curabili con l’alimentazione:

gatto malato
gatto malato di meningite(Foto da Pixabay)

Fra le molteplici malattie, possiamo fare una distinzione per alcune, per le quali è possibile intervenire con il cibo. Le malattie da curare con l’alimentazione, le troveremo di seguito specificate:

Ipertiroidismo

Quasi nessuna malattia ormonale appare così frequentemente nei gatti come iperfunzione della ghiandola tiroidea. La tiroide è una ghiandola ormonale che si trova nella regione del collo sotto la laringe. Come ghiandola ormonale, la tiroide svolge funzioni importanti e vitali nel metabolismo di animali e umani.

È particolarmente responsabile della formazione e di iodio. Questi ormoni influenzano tutte le cellule del corpo e quindi l’intero metabolismo. La carenza o l’eccesso può quindi portare a sintomi gravi e molto diversi. lo iodio viene fornito dalla dieta, esistono alimenti a basso contenuto di iodio che stanno dimostrando una forte collaborazione nel controllare l’ipertiroidismo in molti gatti.

Diabete mellito

Il diabete mellito nei gatti è caratterizzata da un aumento dei livelli cronici di zucchero sangue. La dieta (domestica o industriale) è essenziale. Ha lo scopo di limitare le variazioni dei livelli di glucosio nel sangue dopo i pasti. Mantenere il gatto nel peso norma e limitare il rischio di complicanze del diabete. È necessario controllare l’assunzione di carboidrati e adattare il gatto alla fornitura di energia di cui ha bisogno.

Allergie

Il gatto è allergico a uno o più componenti della sua dieta. Questa allergia è molto restrittiva perché a volte è lungo determinare la sostanza o le sostanze responsabili dell’innesco dell’allergia, ma in effetti partire con eliminare gradualmente ciò che ci sembra possa recargli allergia è il passo giusto. Questo è uno dei casi più semplici in cui le malattie del gatto le possiamo curare con l’alimentazione.

Mentre l’allergia causata da fattori ambientali, si chiama, allergia atopica o dermatite del gattoÈ spesso ereditaria o colpisce alcune razze più di altre. Qui le cause sono ambientali, il corpo del gatto può reagire a qualsiasi tipo di sostanza del suo ambiente come pollini, acari, muffe. Questa allergia può essere correlata alle stagioni (ad esempio in caso di allergia ai pollini).

I sintomi nel gatto sono spesso cutanei e la terapia dietetica è spesso utile. Gli integratori alimentari contenenti acidi grassi omega-3 antinfiammatori, presenti in molti oli di pesce di acqua fredda, possono aiutare ad alleviare i sintomi delle allergie nei gatti.

Malattia infiammatoria intestinale (IBD)

Si ipotizza che la malattia sia una reazione eccessiva del sistema immunitario ai normali batteri intestinali. Nonostante questa malattia sia senza cura, agire con la nutrizione giusta aiuta a controllare i sintomi, riuscendo con essa anche a ridurre il dosaggio dei farmaci fondamentali a questa condizione.  La mancanza di un adeguato assorbimento di magnesio e ferro può causare una riduzione della funzione muscolare e nervosa e anche anemia.

La carenza di zinco aggrava la diarrea. Generalmente i batteri intestinali producono adeguate quantità di vitamine B12 e K. Per gli animali domestici con la malattia infiammatoria intestinale, non è così. La carenza di vitamina B12 può aumentare il livello di anemia e la carenza di K può prolungare la funzione della coagulazione del sangue e favorire sanguinamento e perdita di sangue nei pazienti con IBD.

L’aumento dei livelli di proteine ​​nelle diete e l’integrazione con più integratori vitaminici e minerali può aiutare questi pazienti. La fonte proteica dovrebbe provenire da cervo, anatra e salmone, questo è il tipico caso in cui le malattie del gatto le possiamo curare con l’alimentazione, introducendo i nutrienti che mancano.

Linfoma e altri tumori

In presenza di un tumore, esso altera tutto il metabolismo del corpo. Le cellule cancerose metabolizzano il glucosio e producono lattato che il corpo cerca di riconvertire in glucosio. Questo toglie totalmente energia al gatto e alimenta il cancro.

Sulla base di questi cambiamenti per quanto riguarda i gatti con carcinoma, molti veterinari raccomandano di intervenire con l’alimentazione. Una dieta relativamente povera di carboidrati (in particolare carboidrati semplici) e ricca di proteine ​​e grassi. Gli acidi grassi omega-3 vengono spesso aggiunti a queste diete perché sono una grossa fonte di grassi e calorie e possono avere effetti “anticancro”.

Malattia del tratto urinario inferiore felino

Nel gatto le infezioni del tratto urinario, sono al quanto ricorrenti. Un’assunzione limitata di liquidi e un’alimentazione basata esclusivamente su crocchette per gatti può accelerare la formazione di cristalli. Lo stress del gatto  è una delle cause da prendere in considerazione. I gatti sono animali sensibili, specialmente ai cambiamenti nel loro stile di vita.

A volte può essere utile anche prestare particolare attenzione alla collocazione della toilette del gatto.Questi animali hanno bisogno di sentirsi assolutamente al sicuro nel luogo in cui fanno i bisogni. Molti amanti dei gatti hanno avuto buoni risultati anche sostituendo le crocchette con i cibi umidi, che possono anche essere un’aggiunta alla dieta del tuo gatto. Fondamentale è poi l’assunzione di una sufficiente quantità di liquidi.

Il gatto era in origine un animale del deserto. Alla ciotola per l’acqua, il gatto, per sua natura si avvicina di rado e assume la maggior parte dei liquidi attraverso l’alimentazione. Infine da non sottovalutare Gli integratori alimentari contenenti estratti di mirtillo rosso possono aiutare a prevenire infezioni ricorrenti del tratto urinario nei gatti.

 

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Il gatto mangia l’erba: ecco perché lo fa e quali sono i rischi che corre

Il gatto può mangiare pane? Modalità e a cosa dovete fare attenzione

Il gatto ha sempre fame: le cause e come agire

Inappetenza nel gatto: quando il micio non ha fame e non mangia abbastanza

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI