Home Gatti Salute dei Gatti Le allergie alimentari del gatto: cause, sintomi, trattamento e prevenzione

Le allergie alimentari del gatto: cause, sintomi, trattamento e prevenzione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:08
CONDIVIDI

Le reazioni allergiche colpiscono tutti i mammiferi. Il gatto non fa eccezione. L’allergie alimentari del gatto, si sviluppano con un meccanismo piuttosto complesso. Analizziamo insieme quali le cause, i sintomi e il trattamento dell’allergia alimentare del gatto.

gatti allergie alimentari
Allergie alimentari del gatto(Foto da Pixabay)

Senza andare nella terminologia medica, questa condizione patologica ha una sostanza che provoca una risposta allergica e tutto ciò viene percepito dal corpo come qualcosa di estraneo, in alcuni casi diventa estremamente pericoloso e il fisico cerca di distruggerlo con tutte le sue forze.

Eliminare un agente esterno che provoca allergia non è così facile come può sembrare a prima vista. Il corpo ha bisogno di molta fatica.

 

Allergie alimentari del gatto

gatto ammalato
Gatto disteso in fase digerente (Foto da Pixabay)

Parliamo di allergie alimentari quando il gatto risulta allergico al cibo somministratogli. Questo alimento può provocargli una reazione eccessiva del sistema immunitario e diversi sintomi come la diarrea o la dermatite allergica nel gatto. Questi sintomi possono essere più o meno violenti, a seconda della misura in cui è stato colpito il sistema immunitario.

Un’allergia alimentare del gatto è di solito irregolare, indipendentemente da quanto tempo sia passato dal momento del pasto. Inoltre l’allergia ai mangimi deve essere distinta dall’intolleranza ai mangimi, che provoca sintomi simili, ma non dovuti da una reazione eccessiva del sistema immunitario.

Le cause che scatenano le allergie alimentari del gatto

gatto pane
Per il gatto meglio carboidrati o proteine? Allergie alimentari del gatto (Fonte foto Istock)

Un’allergia alimentare nel gatto è dovuta a una reazione eccessiva del sistema immunitario. I principali fattori scatenanti di un’allergia alimentare del gatto sono principalmente proteine, più raramente addensanti o conservanti nel mangime. Nella reazione eccessiva, il gatto produce anticorpi contro il cibo effettivamente innocuo.

Come risultato dell’allergia alimentare, ci sono un certo numero di reazioni nel corpo del gatto che alla fine scatenano i sintomi. Le cause che portano alla reazione eccessiva del sistema immunitario del gatto non sono ancora sufficientemente chiarite.

 

Quale cibo provoca spesso una reazione allergica in un gatto?

gatto riso
Possiamo dare da mangiare al gatto? Allergie alimentari del gatto (Fonte foto Istock)

I gatti possono sviluppare un’allergia a qualsiasi alimento, ma in generale sono allergici ad alcune proteine ​​presenti nel manzo o nell’agnello, nella soia e nel glutine di frumento. La maggior parte dei gatti non tollera gli alimenti vegetali perché non fanno parte della loro dieta naturale. Inoltre, hanno anche anche intolleranza al lattosio e sembrerebbe strano ma c’è un ampio dibattito sui gatti che non digeriscono il latte di mucca.

I sintomi

prima visita del gatto dal veterinario (foto iStock)
Visita dal veterinario (foto iStock)

I sintomi di allergia al cibo, per gatti possono variare, i più comuni sono disagio gastrointestinale e reazioni cutanee.

I fenomeni che manifestano la malattia sono tanto diversi e vari quanto gli alimenti a cui i gatti possono essere allergici. Ecco un elenco dei sintomi più comuni:

Tuttavia, la manifestazione di uno di questi sintomi non è sinonimo di reazione allergica. In effetti, si verificano anche frequentemente in molti altri problemi di salute e restano comunque campanello d’allarme ed un’ottima ragione per consultare il veterinario.

 

Reazioni allergiche cutanee

Le condizioni della pelle del gatto sono un sintomo comune di una reazione allergica. Causano prurito così forte che a volte graffiano di sangue. Queste ferite sono facili vie di ingresso per i batteri che entrano nei vasi sanguigni dei gatti. Pertanto, non sottovalutare mai il prurito del tuo compagno e agire direttamente.

Nel caso di una reazione allergica, noterai spesso la presenza di squame e di volta in volta anche macchie rosse. La patologia cutanea inizia sempre in un punto e da li poi si diffonde al resto del corpo del tuo gatto:

  • testa
  • orecchie
  • ascelle
  • stomaco
  • inguini
  • pieghe della pelle

Succede anche che le reazioni allergiche causino dermatite.

Il Trattamento

Gatto anziano: prevenzione
Gatto in cura dal veterinario

Tutti i test allergologici che di solito facciamo alle persone, purtroppo non li eseguiamo sugli animali, ovviamente in parte vengono fatti ma ci sono solo alcuni allergeni, obiettivamente il numero è molto limitato. Spesso il veterinario che sospetta di allergie alimentari e darà al gatto una dieta speciale. 

La durata del regime alimentare specifico può essere fino a tre mesi. La composizione di tali diete comprende prodotti che non erano stati precedentemente utilizzati nel cibo per il nostro gatto.

Innanzitutto, è necessario escludere il prodotto dalla dieta che provoca lo sviluppo di una reazione allergica. Se i sintomi clinici sono già pronunciati, bisogna ricorrere agli antistaminici. Non certo di nostra iniziativa ma solo ed esclusivamente possono essere prescritti da un veterinario.

Senza la corretta alimentazione, tuttavia, non è possibile ottenere alcun effetto terapeutico. Devi provare a fare la dieta giusta. Il compito non è facile, ma abbastanza fattibile.

Durante l’alimentazione, utilizzare alimenti ipoallergenici. Non esiste una garanzia assoluta, ma puoi provarlo ed è sempre meglio se è uno specialista ad essere coinvolto nella scelta della dieta del nostro gatto.

Prevenzione

Cura e prevenzione da parte del padrone,per le allergie alimentare del gatto

Il miglior modo per prenderci cura del nostro amico peloso è sempre e solo la prevenzione. È molto importante dare assoluta priorità alla preparazione della nutrizione dell’animale. Nella dieta è necessario utilizzare solo alimenti di alta qualità.

Procedere con un controllo periodico e costante per verificare la presenza di zecche e pulci nei peli e nelle orecchie del gatto.

In conclusione, l’allergia al cibo per gatti è una condizione abbastanza grave che non è facile da gestire come vorremmo che fosse. Siccome parliamo di un’animale, non dovresti curarlo autonomamente ma portare il gatto a visita dal veterinario. Solo uno specialista qualificato può prescrivere il giusto trattamento.

 

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Quantità giornaliera di cibo per gatti – Tabella dosi in base a peso ed età

Quanta acqua deve bere il gatto ogni giorno? Quantità e come regolarsi

Il gatto può bere latte? Guida tra i tipi, anche vegetali, disponibili

Il gatto può mangiare lo yogurt? Domande e risposte sul caso

 

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI