Home Cani Salute dei Cani Paralisi del nervo facciale nel cane: sintomi, cause e trattamento

Paralisi del nervo facciale nel cane: sintomi, cause e trattamento

Paralisi del nervo facciale nel cane: una patologia comune nei nostri amici a quattro zampe. Ecco quali sono i sintomi da non sottovalutare.

paralisi facciale cane
(Foto Pexels)

Osservare il proprio amico a quattro zampe è molto importante, in quanto è utile per capire se Fido sta bene oppure no. Infatti quando il cane è malato tende a cambiare sia il suo fisico che i suoi comportamenti.

Una delle patologie più comuni che possono colpire i nostri amici pelosi è la paralisi del nervo facciale. In questo articolo vedremo quali sono i sintomi, le cause e il trattamento di tale malattia.

Paralisi del nervo facciale nel cane: sintomi e cause

Il nervo facciale, ossia il settimo nervo cranico, rende possibile il movimento degli occhi, delle labbra, del naso, delle palpebre e delle orecchie del cane.

Perché al cane non piacciono le coccole
(Foto Pixabay)

Quando il nostro amico a quattro zampe non riesce a svolgere tali movimenti, significa che ha una paralisi del nervo facciale. Tale paralisi può colpire sia un solo lato del cane (destro o sinistro), e viene detta unilaterale, sia entrambi i lati (destro e sinistro) e viene detta paralisi bilaterale.

Inoltre la gravità di tale patologia può variare da lieve a moderata a grave, dipende dalla causa che l’ha provocata. Le principali cause che possono determinare una paralisi del nervo facciale nel cane sono:

  • Otite nel cane;
  • Malattie che colpiscono i nervi (raramente);
  • Malattie che colpiscono il cervello (raramente);
  • Brusca manipolazione del cane;
  • Trauma (incidente).

Inoltre tale paralisi può presentarsi anche senza alcuna causa, e viene detta idiopatica. Ma come possiamo capire se il nostro amico a quattro zampe soffre di paralisi facciale?

I principali sintomi da osservare nel cane e da comunicare al proprio veterinario, sono:

  • Incapacità di muovere le palpebre;
  • Labbra basse o incurvate;
  • Narici asimmetriche;
  • Orecchie basse;
  • Apertura di una pupilla più grande rispetto all’altro;
  • Lacrimazione su un lato;
  • Difficoltà nel mangiare.

Potrebbe interessarti anche: L’epidermolisi bollosa distrofica nel cane: cause, sintomi e rimedi

Paralisi del nervo facciale nel cane: diagnosi e trattamento

Se il vostro amico a quattro zampe presenta i sintomi elencati nel paragrafo precedente, è necessario contattare il proprio veterinario.

cane dal veterinario
(Foto Adobe Stock)

Quest’ultimo per diagnosticare una paralisi del nervo facciale nella vostra palla di pelo, effettuerà sia un esame fisico completo di Fido, sia i seguenti esami:

  • Esame neurologico;
  • Esame otoscopico;
  • Esame emocromocitometrico;
  • Radiografie;
  • TAC;
  • Risonanza magnetica.

Una volta che lo specialista ha eseguito i vari esami per ottenere una diagnosi, a seconda della causa che ha provocato tale disturbo, il veterinario potrà prescrivere la giusta terapia al nostro amico peloso.

Dato che la maggior parte delle volte, la causa più comune di tale patologia nel cane è un’infiammazione all’orecchio, la terapia prescritta sarà farmaceutica se la paralisi non è gravissima.

Potrebbe interessarti anche: Il cane non mangia e dorme sempre: cosa è importante sapere

In caso contrario il veterinario potrebbe prescrivere un’intervento chirurgico all’orecchio. Se invece la paralisi è idiopatica, ossia non vi è una causa, purtroppo non vi è una terapia che può aiutare Fido.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Marianna Durante