Home Cani Salute dei Cani Polmonite da aspirazione nel cane: cause, sintomi, trattamento

Polmonite da aspirazione nel cane: cause, sintomi, trattamento

Polmonite da aspirazione nel cane, una patologia infiammatoria pericolosa. Vediamo quali sono le cause scatenanti, i sintomi vari e il trattamento previsto.

Polmonite da inalazione nel cane
(Foto Pixabay)

Ci sono delle malattie molto pericolose che possono colpire il caro amico a quattro zampe. Spesso, il pericolo della loro sofferenza può nascondersi nelle nostre case, nel momento in cui si verificano incidenti domestici o eventi che, nel corso del tempo, rischiano di danneggiare la sua salute. Parliamo, oggi, della polmonite da aspirazione nel cane e di come comportarsi per fronteggiarla.

Polmonite da aspirazione nel cane: le cause e i sintomi

Si tratta di una patologia polmonare infiammatoria che può arrecare molti danni alla salute del cane. I problemi che possono manifestarsi possono essere molto gravi data la complessità di questa forma di polmonite. Vediamo, insieme, quali sono le cause che la provocano e i sintomi e segnali da non sottovalutare.

Polmonite da aspirazione in fido
(Foto Pexels)

Quando il cane viene colpito dai problemi respiratori, le sue condizioni di salute e la sua quotidianità cambiano inevitabilmente. Una malattia grave come la polmonite da aspirazione può rendere difficile ogni cosa per il nostro animale.

La polmonite da aspirazione nel cane si verifica nel momento in cui viene inalata una sostanza tossica ed estranea che si deposita nei suoi polmoni.

Questa malattia polmonare può scatenarsi in un cane soggetto a patologie neuromuscolari, che colpiscono sia i nervi che i muscoli, o in fido che soffre di vomito e difficoltà nella deglutizione. Sono tante le cause che possono scatenare la polmonite da aspirazione, tra cui troviamo:

  • Disturbi esofagei, come l’ostruzione esofagea per un corpo estraneo o masse; l’infiammazione dell’esofago.
  • Megaesofago nel cane.
  • Disturbi orofaringei (bocca e gola).
  • Vomito cronico.
  • Palatoschisi.
  • Polineuropatia.
  • Polimiopatia, patologia immunitaria dei muscoli.
  • Ostruzione delle vie aeree superiori.
  • Inalazione di acidi gastrici.
  • Somministrazione accidentale di farmaci, prodotti alimentari nella trachea invece che nell’esofago dell’animale.

I sintomi della patologia polmonare infiammatoria

Da questa delicata condizione nascono dei sintomi quali tosse e la dispnea nel cane. Altri sintomi e segnali tipici della polmonite da aspirazione nel cane sono:

  • Distress respiratorio;
  • Frequenza cardiaca elevata;
  • Tosse nel cane;
  • Secrezione nasale;
  • Difficoltà nella deglutizione;
  • Perdita di appetito;
  • Rigurgito;
  • Cianosi nel cane;
  • Depressione;
  • Cambiamenti improvvisi di umore;
  • Febbre;
  • Debolezza e inattività.

Potrebbe interessarti anche: La polmonite nel cane: le cause, i sintomi e il trattamento

Fido e la patologia: la cura e il trattamento previsti

Per quanto riguarda la diagnosi e il trattamento della polmonite da aspirazione nel cane, questi dipendono dalla sostanza inalata. Vediamo di capire meglio quali sono gli esami richiesti e quali sono le soluzioni e le cure previste per l’animale sofferente.

La patologia nel cane
(Foto Unsplash)

La prima cosa da fare, una volta notati uno o diversi sintomi nel proprio cane, è recarsi presto dal veterinario di fiducia ed effettuare subito un controllo completo. Il medico si accerterà in primis delle condizioni dei polmoni di fido, con un esame fisico completo.

Tra questi test ed esami troviamo il profilo ematico completo e chimico, le radiografie del torace, emocromo completo ed una palpazione addominale.

Attraverso gli esami del sangue e delle urine, si potrà verificare la presenza o meno di infezione e, con la radiografia, eventuali cambiamenti nei polmoni e se è un caso di polmonite da aspirazione.

Se l’esito degli esami e dei test di laboratorio confermeranno la polmonite da aspirazione con sintomi lievi e non sono disidratati o mal nutriti, il cane potrà essere trattato con la broncoscopia per rimuovere il corpo estraneo ed una terapia per mezzo del broncodilatatore, in modo da liberare le vie aeree.

Inoltre, verrà raccomandato il riposo assoluto. Ma se fido manifesterà sintomi gravi, dovrà essere ricoverato nella clinica e sottoposto ad una terapia con supplemento di ossigeno, antibiotici e fluidi per via endovenosa.

In casi molto gravi, può essere suggerita la rimozione chirurgica del corpo estraneo, del lobo del polmone colpito o anche di un tumore.

Come curare la polmonite da aspirazione nel cane

Una volta ricoverato, il cane può restare in terapia intensiva per qualche giorno prima di stabilizzarsi. La ripresa fisica di fido potrebbe essere lenta e molto difficile per la grave condizione in cui si trova.

Quando verrà dimesso dalla clinica veterinaria, bisognerà continuare il trattamento di farmaci e antibiotici, come verrà prescritto e indicato dal medico che lo ha visitato.

Se si vuole ridurre il rischio di sviluppare questa patologia polmonare, si consiglia di sottoporre l’amico peloso ai controlli specifici (soprattutto quello per il vomito cronico).

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G