Home Cavalli Salute dei Cavalli La diarrea nel cavallo: quali sono le cause del disturbo e come...

La diarrea nel cavallo: quali sono le cause del disturbo e come prevenirlo

La diarrea nel cavallo può essere spia di molteplici disturbi. Non sempre occorre preoccuparsi: ecco quando intervenire.

La diarrea nel cavallo
(Foto Adobe Stock)

L’alimentazione costituisce una delle colonne portanti dello stato di benessere di un cavallo: un regime alimentare errato, nonché variazioni repentine del menù dell’animale, possono cagionare disturbi di vario tipo, tra cui anche quelli di natura intestinale, come la diarrea. Il problema, tuttavia, può avere cause di diversa natura: scopriamo insieme di quali si tratta.

Le cause della diarrea nel cavallo

La diarrea nel cavallo comporta la necessità di allertare il livello di attenzione, per individuare la causa del disturbo.

Le coliche nel cavallo
(Foto Pixabay)

La disidratazione conseguente al problema intestinale potrebbe infatti avere conseguenze negative sulla salute dell’equino. Pertanto occorre intervenire tempestivamente, al fine di comprendere la causa alla base del disturbo.

Nei casi più gravi le feci del cavallo si presentano acquose; tuttavia possiamo associare il disturbo anche all’ipotesi in cui l’animale, nell’atto della flatulenza, emetta dei liquidi. Le cause della diarrea nel cavallo possono essere molteplici:

  • Alimentazione: una modifica dell’ordinario menù dell’equino potrebbe comportargli qualche imbarazzo intestinale. Di norma, in questi casi, il disturbo è passeggero;
  • Altre patologie: la diarrea è spesso un sintomo correlato ad altre patologie che affliggono l’equino. Il novero delle malattie che annoverano la diarrea tra le conseguenze correlate è piuttosto ampio;
  • Medicinali: spesso si tratta di una conseguenza del punto precedente. Se la diarrea non è un sintomo della patologia che affligge il cavallo, potrebbe comunque presentarsi quale effetto collaterale di uno dei farmaci prescritti all’animale;
  • Stress: una situazione di particolare disagio, spesso connessa ad una brusca e repentina modifica dell’ambiente dell’animale, possono cagionare il disturbo intestinale.

Potrebbe interessarti anche: Febbre nel cavallo: come misurarla, quali sono le cause, cosa fare

Come comportarsi

Una volta individuato il problema, occorrerà tenere sotto controllo la situazione, per comprendere se si tratta di un disturbo passeggero; bene inteso laddove l’animale stia bene e non presenti, oltre al disagio menzionato, altre forme di malessere.

Cavallo a visita dal veterinario (Foto Adobe Stock)
(Foto Adobe Stock)

Se l’equino soffre di altre patologie per il quale è in corso una terapia (eventualmente anche farmacologica), molto probabilmente sarete già stati edotti dal vostro veterinario di fiducia sulla possibilità che insorga il disturbo della diarrea, quale possibile conseguenza della malattia o del farmaco assunto dall’animale.

Potrebbe interessarti anche: La laminite nel cavallo: cause e complicazioni

La diarrea potrebbe essere dovuto anche ad una malattia non ancora identificata (si pensi alla colica nel cavallo); se l’animale manifesta segni di malessere è necessario avvertire tempestivamente il proprio veterinario di fiducia.

Il disturbo potrebbe essere dovuto anche a ragioni di carattere alimentare. A tal proposito sarebbe sempre utile curare un diario sull’alimentazione del cavallo, in modo tale da poter individuare con facilità eventuali alimenti che possano aver cagionato il problema.

Se il sintomo non scompare nel termine di 24-48 ore, sarà necessario ricorrere alle cure veterinarie. Il professionista dovrà procedere prima di tutto a comprendere la causa alla base del disturbo.

Solo dopo una corretta diagnosi sarà possibile infatti procedere alla scelta del trattamento terapeutico più adeguato alla situazione contingente dell’animale.

A. S.