Home Cavalli Salute dei Cavalli Morte improvvisa del cavallo: quali sono le cause più comuni

Morte improvvisa del cavallo: quali sono le cause più comuni

La morte del cavallo, improvvisa e non preceduta da alcun segnale, ci lascia in eredità soltanto domande, spesso senza alcuna risposta: scopriamo quali sono le possibili cause.

Morte improvvisa del cavallo
(Foto Adobe Stock)

La verità è che non si è mai pronti ad affrontare la morte del proprio animale d’affezione. Una malattia terminale, o molto più banalmente la vecchiaia del nostro amico a quattro zampe, possono tuttavia prepararci al triste evento. Non sempre ci è concesso questo tempo: in questo articolo analizzeremo insieme quelle che sono le cause più comuni di morte improvvisa nel cavallo.

Il lutto per un animale d’affezione

La morte del proprio animale d’affezione può essere fonte di dolore e sofferenza, paragonabile al lutto che proviamo per un familiare.

Come superare la morte del cavallo
(Foto Adobe Stock)

D’altronde, i moti culturali in atto nella società hanno elevato l’animale d’affezione a vero e proprio membro della famiglia. Non si è mai pronti a perdere chi amiamo; se l’appartenenza a specie diverse non costituisce ostacolo per instaurare un legame affettivo, incide fortemente sul tempo che possiamo vivere insieme.

Vi sono dei limiti invalicabili, e la natura ha concesso a molti dei nostri amici a quattro zampe una vita media molto più breve della nostra.

Il passare degli anni, con il subentro della vecchiaia, o più crudelmente l’insorgenza di una malattia terminale, ci rendono più consapevoli che il tempo da passare insieme si stia assottigliando; questo ci fa rendere conto dell’importanza e del valore da attribuire ad ogni attimo, nonché alle piccole cose da condividere insieme.

A volte, però, questa fortuna non ci è concessa; la morte improvvisa del cavallo ci lascia senza spiegazioni e certezze, e con molti rimpianti. La domanda è sempre la stessa: cosa avremmo potuto fare per evitarlo? Non sempre c’è una risposta. La cosa migliore da fare è affrontare il proprio lutto per superare la morte del cavallo, prendendosi tutto il tempo necessario.

Potrebbe interessarti anche: Il lutto nel cavallo: come reagisce l’equino di fronte alla morte

Morte improvvisa nel cavallo: le cause

Passiamo dunque in rassegna quelle che sono le possibili cause di morte improvvisa nel cavallo:

occhio cavallo
(Foto Adobe Stock)
  • Arresto cardiaco: è una causa che gli equini hanno in comune con gli esseri umani; ma nei primi è meno frequente. Le ragioni che possono provocare un arresto cardiaco nel cavallo, poi, sono differenti. Si può trattare di un difetto di natura congenita, oppure essere la conseguenza di svariate patologie, come ad esempio un tumore. Anche un colpo di calore può essere fatale.
  • Aneurisma: ve ne sono di vari tipi, ma quelli più comuni per il cavallo, e che possono condurlo a morte improvvisa, sono quello aortico e quello cerebrale. Il primo è cagionato da un indebolimento di una parte della parete dell’aorta; nel secondo la crepa si manifesta in un vaso sanguigno del cervello. In entrambi i casi la morte si verifica a causa del rigonfiamento, fino allo scoppio, dell’area indebolita;
  • Intossicazione alimentare: vi sono alcuni alimenti tossici per il cavallo; l’ingerimento di uno di essi, o comunque di un cibo od un medicinale contenente una sostanza a cui è allergico, può condurlo a morte immediata.

Potrebbe interessarti anche: Azoturia nel cavallo: cosa è importante sapere per la sua salute

Tutto ciò che possiamo fare è assicurare al cavallo uno stile di vita sano, con la somministrazione di un regime alimentare equilibrato, la predisposizione di un ambiente salubre e conforme alle sue caratteristiche etologiche, nonché assicurargli un adeguato esercizio fisico e costante monitoraggio dello stato di salute.

Il tutto accettando l’idea, che pur facendo il massimo, il cavallo possa essere colpito da morte improvvisa.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

A. S.