Home Cronaca Cefalù: trovato in mare. Il cane era stato ucciso in maniera atroce

Cefalù: trovato in mare. Il cane era stato ucciso in maniera atroce

0
CONDIVIDI
Cefalù
(Facebook)

Una vicenda raccapricciante, l’ennesima, viene denunciata in queste ore dal portale PalermoToday. Siamo a Cefalù e un cane ha fatto un’orrenda morte. L’animale, un alano bianco e nero, è stato trovato con la testa avvolta in un panno, legato con un cordino e una catena per assicurarsi che non riuscisse a liberarsi. Quindi è stato gettato in mare. La corrente stava sbattendo verso la riva, martoriando quella carcassa.

Sconcertante il racconto di Anderson Gabriel Neumann, che lo ha rinvenuto e quindi ha chiamato un amico per farsi aiutare: “Stavo passeggiando con il mio cane, quando ho visto questo corpo galleggiare. Chissà da quanto tempo si trovava in acqua e probabilmente non è un cane del posto. Non meritava questa fine, qualsiasi cosa abbia commesso. Chi è la bestia?”. Quella foto sconcertante è finita sui social network ed è stata più volte condivisa. Gli utenti si dicono disgustati da quanto accaduto.

Tra i più indignati c’è Silvio Ciolino, che ha raccontato: “Una volta scoperto l’accaduto è stata avvisata la Capitaneria di porto e solo qualche ora dopo sarebbe arrivata una camionetta della nettezza urbana per recuperare la carcassa”. Grande anche la costernazione e la rabbia da parte degli animalisti e delle associazioni. Subito dopo la scoperta della carcassa, è giunto il veterinario dell’Ausl 6 per verificare chi fosse il padrone e da dove arrivasse. Sembra però che il cane non fosse microchippato.

La crudeltà umana non conosce confini

Ancora tragici episodi di crudeltà nei confronti degli animali, dunque, dopo quelli emersi nelle scorse ore e che arrivano dall’estero. Il primo di questi a Marion, negli Usa. Mercoledì pomeriggio, mentre Michael Edwards stava tornando a casa, vide quello che pensava fosse una grande scatola nel bosco. “Non appena ho sollevato la coperta, quello che ho visto mi ha spezzato il cuore, ho iniziato a piangere”. Infatti, l’uomo ha rinvenuto un cane che era praticamente congelato.

E’ andata meglio, invece, a un cane che era mancato da casa sua per quattro anni ed è stato trovato ferito gravemente. Siamo stavolta a Birmingham, nel Regno Unito. Lo Staffordshire bull terrier Zeena ha un occhio forato e gravi ferite da morso su tutto il corpo, che secondo la RSPCA erano coerenti con il combattimento tra cani.

 

GM