Home Cronaca Crudeltà animali: cucciolo di volpe orribilmente seviziato

Crudeltà animali: cucciolo di volpe orribilmente seviziato

CONDIVIDI
uccisione animali
cucciolo di volpe seviziato

Cucciolo di volpe seviziato, trovato in fin di vita

Chissà quale sadico piacere prova una persona nel torturare un cucciolo in questo modo?

E’ statto trovato con le zampe legate da un filo di ferro e il muso avvolto da un nastro adesivo.

Aveva gli arti fratturati e sanguinanti. Era solo un cucciolo al quale un individuo senza scrupoli ha riservato un’atroce sofferenza.

Chi ha agito, lo ha fatto con una “crudeltà disumana“.

Il povero animale è stato trovato nei pressi di un parco naturale a Varallo Pombia, in provincia di Novara.

La denuncia sui social è arrivata dai volontati del Rifugio Miletta chiamati da alcuni escursionisti che hanno ritrovato la povera volpe in quelle condizioni.

“Ci hanno chiamato perché lungo il Ticino a Varallo Pombia delle persone hanno trovato un cucciolo di volpe in questo stato. Le zampe posteriori sono completamente fratturate, legate con un fil di ferro. La mandibola chiusa con nastro adesivo. Stavamo correndo dal nostro veterinario ma ci è morta tra le mani. Era solo un cucciolo”.

Lo staff si è subito interrogato su come sia possibile infliggere una violenza simile su una creatura innocente.

“Chi è capace di una violenza tale, è una persona malata di mente, deve essere adeguatamente curata, assistita e le deve essere impedito di infliggere altra sofferenza”. Ammoniscono i volontari.

L’esemplare è stato portato dal veterinario per accertare la dinamica e le cause del decesso in modo da presentare una denuncia contro ignoti. E’ quanto ha annunciato l’associazione, diramando il post con le fotografie della povera volpe vittima di questo ennesimo gesto crudele nei riguardi degli animali.

Possiamo solo immaginare il dolore e la sofferenza che ha provato quel povero animale. Molto probabilmente chi ha agito lo ha fatto con piena consapevolezza, avvolgendo il muso del cucciolo in modo che non potesse mordere o lamentarsi e magari attirare l’attenzione di qualcuno.

Immagini che lasciano un sentimento di rabbia e d’ingiustizia.

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI