Home Cani Il cane porta pietre in casa: tutti i motivi per cui fido...

Il cane porta pietre in casa: tutti i motivi per cui fido si comporta così

Il cane porta pietre in casa e, spesso, questo atteggiamento canino meraviglia noi padroni. Il comportamento del cane, però, è del tutto normale e può essere spiegato. Vediamo di analizzare questa curiosa attitudine di fido, nell’articolo.

Il cane porta pietre in casa
(Foto Pixabay)

Il nostro amico a quattro zampe ha una forte attrazione verso le pietre e i sassi. Ovunque si trovi, su dirupi, sulla spiaggia o in montagna, non può fare a meno di esplorare quei luoghi in cerca di pietre o sassolini da scoprire. Tornando sulla sua strada, il cane porta pietre in casa. Perché fido porta le pietre con sé? Cosa c’è dietro questa pratica canina?

Il cane e la pietra: la spiegazione di questa ossessione

Il cane è un animale curioso e costantemente attratto da ciò che lo circonda in natura, soprattutto se tende a uscire poco di casa. Vediamo di capire perché il nostro pelosetto è così attratto da sassi e pietre, perché vuole tenerle con sé anche a casa.

Le pietre e il cane
(Foto Pexels)

Il nostro affettuoso amico domestico è abituato, sin da cucciolo, a investigare e curiosare il territorio in cui si trova, ancora di più se si tratta di luoghi lontani dal suo ambiente familiare. Fido è spinto a voler conoscere le caratteristiche di materiali e oggetti, soprattutto naturali, che riesce a trovare. A volte, per conoscere nuovi stimoli, si serve del suo senso del gusto, perciò si spinge anche a leccare o assaggiare certi materiali come le pietre.

Portare sassi o pietre con sé per spargerle nella casa è, in realtà, un comportamento comune anche in altri animali. Un motivo per cui fido conserva le pietre e inizia a giocare e a mordicchiare, significa che il nostro animale sta affilando i suoi denti. É un atteggiamento che può verificarsi, quindi, in età adulta. Il pelosetto può voler addirittura mangiare pietre o sassi, a causa di una carenza di ferro.

Dobbiamo ricordare che il cane conserva l’istinto naturale che lo spinge, in alcuni casi, a cercare e ammucchiare il cibo e così può valere per le pietre, continuando a liberare questo istinto in una nuova abitudine. Tante volte, la sua ricerca di pietre e sassi nella natura, vuole essere una dimostrazione di affetto nei nostri confronti. Vediamo in che modo fido può farlo.

Alcuni cani, soprattutto cuccioli, possono offrire pietre e sassolini come dono prezioso, simbolo del bene che provano. I doni per l’umano non si limitano alle sole pietre. Può capitare di vedere fido rosicchiare altri oggetti in casa. Un’altra ragione di questa pratica è che il cane voglia sfruttare le pietre per coinvolgere il suo amico umano in qualche gioco, come farle rotolare sul pavimento o lanciarle lontano per poi recuperarle.

Potrebbe interessarti anche: Cosa fa il nostro cane per noi: tenerezze che spesso sottovalutiamo

Fido porta pietre in casa: quando preoccuparsi?

Quando il nostro cane porta pietre in casa, non dobbiamo subito allarmarci, per i motivi sopra citati. Nel caso in cui l’animale iniziasse, però, a masticare e ad assaggiare spesso pietre o sassi, come bisogna comportarsi? Leggiamo di più.

Il cane e i sassi
(Foto Pexels)

Come abbiamo detto, esistono delle motivazioni alla base di questo atteggiamento canino, tipico anche di altri animali. Potrebbero verificarsi, però, episodi pericolosi in cui vediamo il cane mangiare sassi o ingerire pietre, prendendole magari dal terreno sporco con tutte le sostanze pericolose per la sua salute. Qui è importante agire per tutelarlo. Episodi simili rivelano un suo disturbo ossessivo compulsivo.

Mangiare sassi e pietre rientra in un disturbo alimentare del cane che può avere conseguenze gravi e necessita l’intervento invasivo per rimuovere il materiale ingerito dall’animale. Non si deve mai sottovalutare un comportamento così particolare. Un forte stress o un disagio nel cane, possono portarlo a ingerire oggetti strani o materiali come le pietre, per sfogare un’ansia o una tensione accumulata nel tempo.

Qualora il nostro amico a quattro zampe dovesse ingerire un materiale spigoloso e duro come una pietra, l’animale potrebbe avere subito danni all’apparato digerente e conseguenti problemi respiratori. Togliere l’oggetto dalla bocca del cane è necessario poiché avrà difficolta a respirare per cacciare l’oggetto. É importante informare subito il veterinario. Solo lui deciderà se espellerlo tramite defecazione o intervenire chirurgicamente.

L’addestramento del cane, in generale, è fondamentale per la protezione del nostro amico peloso. Utile, nel suo quotidiano, soprattutto se si va fuori casa, è l’uso di una museruola o distrarlo per impedirgli di mettere in bocca materiali pericolosi per il suo organismo. Attività fisica, controlli annuali e i giusti passatempi possono tutelare la salute del nostro animale domestico e far vivere noi padroni più serenamente.

Ilaria G