Home Cani I cani rispondono alle prelibatezze più del loro nome: lo studio

I cani rispondono alle prelibatezze più del loro nome: lo studio

Vuoi attirare l’attenzione di Fido? Secondo uno studio i cani rispondono alle prelibatezze più del loro nome. Vediamo insieme lo studio.

I cani rispondono alle prelibatezze più del loro nome
(Foto Adobe Stock)

Quante volte cerchiamo l’attenzione del nostro amico a quattro zampe chiamandolo spesso ma senza ricevere risposta? Secondo gli scienziati vi è un modo molto semplice per richiamare a noi la nostra palla di pelo, ossia offrirgli un bel biscottino.

Vediamo insieme perché secondo gli esperti i cani tendono a  rispondere quando gli si offre delle prelibatezze più di quando li si chiama con il loro nome.

Il cane viene da te se gli dai un biscotto e non se lo chiami con il nome: lo studio

Quando condividiamo la nostra vita con un amico a quattro zampe, tendiamo ad osservare tutti i suoi comportamenti, e notiamo alcuni atteggiamenti davvero bizzarri e un po’ strani.

biscotto al cane
(Foto Pexels)

Avete mai notato quanto il cane tenda a non ascoltarci quando lo chiamiamo per nome, ma corre da noi quando pronunciamo la parola biscotto o quando ascolta il rumore dei suoi bocconcini? Un recente studio ha affermato che i cani rispondono alle prelibatezze più del loro nome.

La ricerca si è basata su un sondaggio che ha coinvolto 2000 proprietari di cani. Dal sondaggio è emerso che il 47% ha affermato che Fido tende ad avvicinarsi velocemente se sente il rumore dell’apertura degli snack, mentre il 37% tende ad avvicinarsi quando viene chiamato con il proprio nome.

Una percentuale ancora più alta di persone dichiara che i propri amici a quattro zampe reagiscono alla parola biscotto. Da tale sondaggio è emerso, ciò che sappiamo già tutti, ossia che ai nostri amici pelosi piace il cibo.

Inoltre gli esperti dai vari sondaggi hanno esaminato anche un altro punto, ossia come mai gli umani danno dei bocconcini al loro cani.

Potrebbe interessarti anche: Lo stress del cane potrebbe dipendere dal suo rapporto con il proprietario: lo studio

rinforzo positivo nel cane
(Foto Adobe Stock)

Dalla ricerca è emerso che meno della metà delle persone coinvolte nello studio (4 su 10) danno come premio un biscotto al proprio amico a quattro zampe come rinforzo positivo durante un addestramento. Mentre il 21% delle persone coinvolte nello studio da dei biscotti al proprio amico peloso per renderlo felice, il 18% ne dà anche più di uno al giorno a Fido.

Per questo motivo i nostri amici pelosi tendono a rispondere più facilmente quando gli si propone un biscotto anziché quando viene chiamato col proprio nome.

Tuttavia secondo gli esperti, sebbene i biscotti o i bocconcini siano utili per addestrare i cani è necessario, per il bene del proprio amico peloso, offrirgli questi ultimi con moderazione.

Potrebbe interessarti anche: Uno studio svela cosa far ascoltare al cane quando è stressato

Nello specifico secondo gli esperti i dolcetti devono costituire non più del 10% di calorie della dieta del nostro amico quattro zampe.