Home Cani Come impedire al cane di distruggere le piante in casa: utili consigli

Come impedire al cane di distruggere le piante in casa: utili consigli

Una casa piena di verde è il sogno di tutti, ma come impedire al cane di distruggere le piante? Questi alcuni utili consigli.

Come impedire al cane di distruggere le piante
(Foto Pinterest)

Vivere in un appartamento pieno di verde e di fiori colorati è diventata una vera e propria mania: le piante nelle case di tutti sono un raffinato e naturale complemento d’arredo. Esteticamente meravigliose, ci regalano gioia perché influenzano positivamente il nostro umore.

Abbellire la nostra casa con le piante non solo rende gli ambienti più armoniosi ma apporta benefici al nostro organismo e al nostro umore: migliorano l’aria che respiriamo e sono in grado di allontanare lo stress, regalandoci tranquillità.

Quest’ultimo beneficio viene ampliato se a condividere la nostra “isola felice” c’è Fido: il nostro amico per la vita, fedele e che sa donarci momenti unici di affetto.

Ma purtroppo, l’unione di queste due splendide realtà a volte non va di pari passo: l’estrema curiosità del nostro amico a quattro zampe potrebbe ledere il “verde equilibrio” che abbiamo ricreato in casa.

Le piante di qualsiasi tipologia vengono letteralmente prese di mira da Fido che come ne vede una si fionda su di essa pronto a giocarci, leccarla, morderla: distruggendola.

Ma non dobbiamo scoraggiarci: è possibile convivere con Fido in una casa piena di verde seguendo alcuni efficaci consigli. Scopriamo come impedire al cane di distruggere le piante.

Perché il cane distrugge le piante in casa

Tornare a casa da lavoro e ritrovare tutte le nostre bellissime piante mangiucchiate e con i fiori strappati è frustrante. Fido non ha saputo resistere, attratto dal loro profumo e dal loro colore si è trasformato in un piccolo killer a quattro zampe, pronto a sterminare tutto il nostro verde.

cane e pianta
(Foto Pinterest)

Ma come mai questo “amore” così profondo nei confronti delle piante di casa? Questo strano ma comune comportamento da alcuni viene collegato al picacismo, un disturbo comportamentale che spinge il cane a “mangiare” ogni cosa, anche la più insolita e non commestibile.

Un comportamento molto pericoloso perché come ben sappiamo alcune piante possono essere nocive per il suo organismo. Altri, invece, lo ricollegano a:

  • problemi allo stomaco: se Fido sente dolori allo stomaco il suo primo pensiero è di ricorrere a rimedi naturali, e se in casa ci sono piante che gli consentono di depurarsi ecco che le mangerà, distruggendole;
  • mancanza di vitamine: quando non assimila durante i pasti tutti i nutrienti di cui ha bisogno andrà a cercarli altrove, e le piante possono essere un’ottima fonte;
  • ansia: specialmente quando solo in casa tenterà di “risollevare” questo disagio emotivo (ansia da separazione) accanendosi sulle piante. Distruggerle attenuerà il suo livello di stress, ed è anche il modo per attirare la nostra attenzione;
  • noia: ebbene si, se non è ansia sarà la noia a portarlo ad assumere questo comportamento distruttivo. Non solo divano e tappeti ma anche le nostre adorate piantine verranno prese di mira.

Dunque, per il cane le piante sono davvero irresistibili, ma come ben sappiamo alcune possono essere nocive per lui: se le distrugge soltanto giocandoci reca “dolore” a noi, ma se le rovina mangiucchiandole potrebbe stare male.

Come evitare tutto questo? Tranquilli, un rimedio c’è sempre a tutto ed è possibile non dire addio a questa “doppia convivenza”.

Come impedire al cane di distruggere le piante: utili consigli

Come abbiamo visto le ragioni che portano Fido a distruggere tutto il verde che abbiamo in casa sono tantissime, ma è possibile porre rimedio a questo suo strano comportamento.

cane e le piante di casa
(Foto Pinterest)

Convivere in casa con Fido e le nostre adorate piante si può, come? Seguendo questi utili consigli.

Educa Fido a lasciar stare le piante

Forse difficile all’inizio ma non impossibile. Con costanza e tanta pazienza possiamo educare Fido a non “importunare” le piante. Come? Facendogli capire che sono parte integrante dell’ambiente in cui vive: facciamogli annusare “questo oggetto” e posizioniamolo in un angolo della casa in sua presenza.

Se tenderà comunque ad avvicinarsi con l’obiettivo di giocarci usiamo parole per “intimidirlo” dal commettere questa azione. Stessa cosa quando in un momento di nostra distrazione ha già commesso il crimine: con fermezza facciamogli capire che è sbagliato, pronunciando frasi come “Non si fa”.

E se dovesse tentare di farsi perdonare, evitiamo di dargli corda, solo così capirà che ciò che ha fatto è un errore, evitando di commetterlo in futuro (proprio come facciamo quando distrugge divani e cuscini, ad esempio).

Altro modo per educarlo a lasciar stare in pace le piante è utilizzare dei dispositivi repellenti ad ogni suo movimento: ogni qualvolta tenderà di avvicinarsi alle piante si metteranno in funzione, spaventandolo e facendolo allontanare dalle piate.

Con il passare dei giorni capirà che deve stare a debita distanza dal verde di casa. Questi dispositivi si trovano in commercio in diverse tipologie:

  • alcuni emettono un suono simile ad una tromba;
  • altri spruzzano acqua;
  • altri ancora deterrenti chimici.

Tutti sono un valido aiuto per scoraggiare il nostro cane dal distruggere le piante. Anche il clicker è un valido aiuto per addestrare Fido a non farlo.

Metti in sicurezza le piante

Se le piante che abbelliscono la nostra casa sono posizionate in posti di facile portata per il nostro amico a quattro zampe, è cosa utile spostarle: preferiamo luoghi alti, mensole, fioriere rialzate o mobili, in questo modo saranno per lui meno accessibili.

Possiamo anche optare per delle recinzioni protettive, ben alte e che impediscano l’accesso al cane: con una rete metallica, ad esempio, creiamo delle vere e proprie gabbie all’interno delle quali custodire le nostre amate piante, saranno al sicuro da ogni “cattiva intenzione” di Fido.

Se questi due escamotage non danno i risultati desiderati, decidiamo di dedicare al verde solo alcune delle stanze di casa: ma che siano inaccessibili a Fido, con porte chiuse a chiave o con barriere, anche di legno, ben alte.

Questa opzione è molto utile specialmente quando non siamo in casa o presi da faccende varie non possiamo controllare ogni suo movimento: tenendo le piante confinate solo in alcuni luoghi della casa riusciremo a proteggerle dalla sua curiosità.

Al cane, che vedrà limitate le “zone di libero accesso” in casa, forniamo acqua, cibo e vari giochi: lo terranno distratto fino al nostro ritorno, calmo e senza stress.

Potrebbe interessarti anche: La pubertà nel cane: cos’è, come si manifesta e come affrontarla

Cospargi sulle piante repellenti naturali

Alcuni odori sono dei veri e propri “dissuasori” per il cane, ecco perché uno dei modi più semplici per tenerlo alla lontana dalle piante e dai fiori che arredano la nostra casa è ricorrere a rimedi domestici, che non danneggiano il nostro verde.

Con il supporto di flaconi spray, spruzziamo sulle nostre piante dei prodotti repellenti naturali, che possiamo fare noi in casa e che impediranno a Fido di distruggerle. Possiamo optare per più soluzioni:

  • acqua e succo di limone, diluiti in pari misura: sappiamo bene che l’odore degli agrumi tiene a debita distanza Fido da qualsiasi cosa. Possiamo anche pensare di posizionare delle fettine di limone nei vasi (cambiandole periodicamente);
  • un cucchiaino di pepe bianco o pepe di Cayenna da diluire in acqua: il pepe irrita il naso del cane e baderà bene dal non avvicinarsi;
  • acqua e aceto: così come per il limone, anche l’odore dell’aceto non è ben gradito da Fido;
  • acqua e gocce di olio di eucalipto: anche questo odore allontanerà il nostro amico a quattro zampe ogni qualvolta proverà ad avvicinarsi ai nostri vasi.

Potrebbe interessarti anche: Il cane distrugge il giardino? Le motivazioni

Garantisci a Fido tanta attività fisica

Un cane “stanco”, dopo un’attività svolta all’esterno, quando a casa non avrà nessunissima voglia ed energia nel dedicarsi ad altro, se non al buon e meritato riposo.

Garantirgli regolarmente il sano esercizio fisico, grazie a sport come il Treibball, giochi stimolanti sia per la mente che il corpo, lunghe passeggiate e corse al parco, gli permetterà di liberare tutta la sua energia: si sentirà felice ed appagato e probabilmente il suo interesse a distruggere le nostre amate piante in casa svanirà.

Rimuovi le piante tossiche per Fido

Come abbiamo visto, sono tanti i rimedi su come impedire al cane di distruggere le piante, ma se proprio non ci riusciamo assicuriamoci almeno di non avere in casa piante sì belle ma dannose per la sua salute.

Evitiamo di acquistare, o se lo abbiamo già fatto meglio sbarazzarcene, piante come: il narciso, l’oleandro, il giacinto, il ricino e molte altre ancora. Se il nostro cane dovesse mangiarle starà male, quindi meglio evitare.

Grazie a questi piccoli escamotage sarà possibile convivere in una casa piena di verde con il nostro amato amico a quattro zampe: provare per credere.

Rossana Buccella