Home Curiosita Come lasciare il gatto da solo: raccomandazioni e consigli

Come lasciare il gatto da solo: raccomandazioni e consigli

Come lasciare il gatto da solo senza la paura che possa accadergli qualcosa? Vediamo tutte le raccomandazioni e i consigli migliori per allontanarsi da micio.

Come lasciare il gatto da solo
(Foto Unsplash)

Quando si è costretti a lasciare solo il proprio micio, per esigenze personali o lavorative, si va via sempre con un po’ di tristezza e, forse, con la speranza che non gli accada mai nulla di brutto. Ogni padrone di un felino, però, deve sapere che per poterlo lasciare solo in casa occorre davvero organizzarsi in tutto e assicurargli tutte quelle cose di cui necessita. Vediamo, in questo articolo, come lasciare il gatto da solo senza sbagliare.

Come lasciare il gatto da solo: necessità e presenza

Se si ha l’esigenza di lasciare il proprio micio da solo in casa per qualche giorno, è bene tenere conto di alcuni fattori che sono fondamentali per il suo benessere e per le sue esigenze. Leggiamo nello specifico, più avanti, come pianificare in caso di lontananza.

Come lasciare solo il felino
(Foto Pexels)

Il felino, come tutti gli animali da compagnia, può risentire e soffrire della lontananza del suo amato padrone. Nella vita, purtroppo, si verificano delle situazioni che ci costringono a doverlo lasciare solo.

Certo, un micio può essere più autosufficiente e forte nel reagire alla solitudine rispetto ad un cagnolino, ma anche lui necessita di molti elementi e di una pianificazione per poter restare solo in casa.

Come lasciare il gatto da solo in casa: gli elementi indispensabili

L’esistenza del felino è costituita da alcuni fattori essenziali: il peloso deve poter avere cibo e acqua ogni volta che ne ha bisogno, oltre che una buona igiene e un ambiente sicuro in cui vivere. Giochi e compagnia solo elementi altrettanto importanti.

Per prima cosa, è fondamentale affidare il gatto ad una persona, familiare o amico, che possa controllare il peloso e tenergli compagnia durante la lontananza.

Nel periodo della nostra assenza è importante fare in modo che il felino non resti completamente solo in casa. Per evitare paura, ansia e stress nel gatto, sarebbe preferibile affidarlo ad una persona conosciuta.

Questa persona fidata non solo potrà coccolarlo ogni tanto ma assicurarsi che si nutra regolarmente, che sia idratato e pulito; controllare le sue condizioni e che il posto in cui vive sia protetto è doveroso.

Potrebbe interessarti anche: L’odore del padrone non consola il gatto solo in casa: lo studio

Il micio resta solo in casa: consigli su cosa fare

Affidare micio ad una persona è essenziale, così come lasciargli le giuste provviste e tutte quelle cose che fanno parte della sua normale quotidianità, soprattutto in nostra assenza. Vediamo, qui di seguito, cosa non deve mai mancare al gatto solo nella casa.

Lasciare il peloso da solo in casa
(Foto Pixabay)

Subito dopo aver scelto una persona per occuparsi di micio, occorrerà preparare le provviste alimentari che dovranno soddisfarlo per tutto il periodo dell’assenza.

Cibo e acqua costituiscono la sopravvivenza dell’animale e bisognerà essere più che precisi nella quantità di alimenti necessari per i suoi pasti di tutto il giorno. Anche se il felino è intelligente e tende a lasciare un po’ del suo cibo, meglio non rischiare.

Il peloso tiene molto all’igiene personale e a quella del luogo in cui vive e, per fortuna, può provvedere a pulirsi in modo autonomo.

É bene far pulire perfettamente la sua lettiera, in quanto non sopporta la sporcizia e il disordine. Nel dubbio, meglio sistemare altre lettiere in più luoghi della casa, qualora la sabbia della sua lettiera dovesse sporcarsi e non fosse possibile pulirla subito.

La persona di fiducia dovrà poter trovare con facilità tutto l’occorrente per sistemare e pulire di tanto in tanto, parliamo di paletta e guanti, sabbia e buste, con dei prodotti per disinfettare l’ambiente.

Svago e buona compagnia

Far visita al gatto rimasto solo per una o più ore, ogni giorno, è occasione per lui di contatto e qualche coccola.

Giocare con lui e fargli compagnia insieme ai suoi oggetti preferiti gli farà pesare meno l’assenza dell’amato padroncino. Distraendosi, il micio non andrà nel panico e non reagirà con comportamenti inadeguati.

Prevenzione e sicurezza

Attenzione a non lasciare in giro per casa medicine e sostanze tossiche che possono avvelenare il gatto. Nascondere questo materiale in un luogo di non facile accesso per lui.

Per ultima cosa ma molto importante c’è la sicurezza della casa. In nostra assenza, il felino potrebbe non resistere all’istinto di uscire e avventurarsi (soprattutto di notte).

Non dimentichiamo di chiudere correttamente porte e finestre. Il gatto è capace di infilarsi nei posti più piccoli e stretti e scappare in libertà.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.